Questo sito utilizza la Creative Commons License l Privacy e Note Legali l Author Mr. Loto
Iscriviti ai Feed di Mr. Loto
Iscriviti ai Feed di Mr. Loto
.....................................................
.....................................................
.....................................................
.....................................................
UTILITA' PC
CATEGORIE
.....................................................
I POST PIU' LETTI
.....................................................
.....................................................
.....................................................
.....................................................
Cerca sul web
Mr. Loto
.....................................................
Segui il blog via mail
Segui su Twitter
archivio
Contatti
Ricerca sul Web
Se nell'amicizia si ricerca un utile, per ottenerlo si andrà contro l'amicizia stessa.
                        Seneca
           

.....................................................
Agostino D’Ippona, con una capacità stupefacente, durante la sua vita, ha spiegato con semplicità la maggior parte delle inquietudini e delle insoddisfazioni dell’anima umana, trovandone una spiegazione e, di conseguenza, il modo per risolverle; sebbene sia vissuto nel 300 d.C. i suoi pensieri risultano essere ancora molto attuali. In questo sito puoi scaricare i suoi testi gratuitamente.

       www.augustinus.it

Sant' Agostino d'Ippona
BENESSERE INTERIORE
PERSONAGGI
O
Powered by Netsons
19/09/2014
LE PERSONE INFELICI
12/09/2014
LA TIMIDEZZA
Chissà perché le cose più ovvie, a volte, sono anche le più difficili da vedere.
Succede sempre più spesso di conoscere persone infelici che, insoddisfatte della loro vita, sprecano la maggior parte del loro tempo ad essere tristi ed a lamentarsi della loro "sfortuna".
All'inizio provi sincero dispiacere per loro perché lo percepisci chiaramente che sono persone infelici. Allora cerchi di parlare con loro, cerchi di aiutarle a capire perché sono diventate persone infelici. E loro nella maggior parte dei casi ti parlano di tutto quello che non va nella loro vita; per alcuni è il lavoro, per altri è l'aspetto fisico, la salute, le relazioni sentimentali etc.
Quando qualcosa non va bene, la cosa più ovvia da fare è cercare di cambiarla. Così ti ritrovi a proporre dei piccoli cambiamenti che possano aiutare queste persone infelici a ritrovare la strada dell'entusiasmo verso la serenità; pensi che quando si vivono gli ostacoli  in prima persona alcune volte si perde di vista la logica ed è una buona cosa che qualcuno ti aiuti a vedere come stanno davvero le cose.
E' a questo punto che le persone infelici ti spiazzano perché le persone infelici non vogliono cambiare nulla della loro vita! Le scuse sono innumerevoli: non posso, ho paura, non sono in grado, è troppo difficile, perché mai devo essere io a cambiare, casomai ci penso, te lo faccio sapere domani...
Non capisco. O le persone infelici non sono poi così infelici oppure l'infelicità è una deliberata scelta.
Le persone infelici sul serio sono obbligate a cercare di cambiare la loro vita; come si può altrimenti pretendere, ma anche soltanto sperare, che qualcosa cambi se ci si rifiuta di muovere un solo passo in una direzione nuova? 
Come possono le persone infelici, se sono davvero infelici, aver paura del cambiamento? Cosa c'è di peggio dell'infelicità?
Sei tra le persone infelici se in questo momento non provi gratitudine per quello che hai.
Sei tra le persone infelici se la maggior parte delle mattine ti svegli con l'angoscia di quello che ti aspetta durante il giorno.
Sei tra le persone infelici se non ti senti amato o compreso.
E se sei tra le persone infelici devi cambiare qualcosa. Adesso.
O trovi la voglia di provare a cambiare la tua vita o tutto resterà sempre uguale, semplicemente perchè sei stato tu a scegliere che sia così.

I feed di Mr. Loto
La timidezza
La timidezza è un atteggiamento che condiziona la personalità di alcune persone e che normalmente si manifesta con esitazione, insicurezza, impaccio, sensazione di inadeguatezza, senso di pudore; alcune volte la timidezza racchiude in se anche un senso di rispetto verso il prossimo portato all'eccesso.

Tutte le persone che hanno problemi di timidezza si ritrovano anche ad avere problemi di socializzazione perché la timidezza tende a far si che un individuo, a causa di un perenne senso di inadeguatezza, eviti di attirare l'attenzione su di se o anche solo di interagire con gli altri per la paura di essere giudicato.

Di solito la timidezza è tipica dell'età giovanile, momento della vita durante il quale la personalità non è ancora formata e manca dell'esperienza necessaria per affrontare tutte le situazioni sociali che la vita propone.
Durante la crescita, nella maggior parte dei casi, una persona si trova per necessità a dover affrontare situazioni che la costringono, volente o nolente, a dover mettere da parte la timidezza; io stesso nell'età giovanile sono stato una persona timida fino a quando per necessità lavorative, ho dovuto mettere da parte la mia timidezza da un giorno all'altro.

La timidezza diventa un problema serio quando si protrae oltre l'età giovanile, quando condiziona in modo negativo la nostra vita e non ci permette di far venir fuori la persona che vorremmo essere.
Il  primo passo per allontanare la timidezza dal nostro modo di essere è quello di diventare consapevoli delle proprie possibilità e, per farlo, bisogna trovare il coraggio di rischiare, sperimentare ... la gente è meno interessata a noi ed ai nostri comportamenti di quanto crediamo! E' questa la parte più difficile che bisogna sforzarsi di superare per lasciare la timidezza alle nostre spalle.
Il paradosso della timidezza è che una persona timida cerca di passare inosservata per non attirare l'attenzione ed il giudizio degli altri quando, in realtà, in un contesto sociale è proprio la timidezza ad attirare l'attenzione ed i giudizi degli altri.

Le persone infelici