Home / Profezie / Profezie per il 2017

Profezie per il 2017

Condividi

Profezie per il 2017

Profezie per il 2017
Profezie per il 2017

Dopo Malachia sui papi ed i Maya sulla fine del mondo, ho scoperto alcune profezie per il 2017.

L’uomo ha sempre cercato di conoscere il futuro ed è quindi naturale che tenda sempre a cercare di prevedere quello che accadrà. Personalmente non credo nella possibilità di prevedere il futuro ma ho voluto raccogliere tutte le profezie per il 2017 o comunque, per l’immediato futuro.

Anna Caterina Emmerich, beatificata nel 2004, nel 1820 aveva previsto un tempo in cui ci sarebbero stati due papi contemporaneamente. Vide “un popolo feroce, ignorante intervenire con violenza”, anche se fortunatamente “non durerà a lungo”.

Il famosissimo terzo segreto di Fatima può essere annoverato tra le profezie per il 2017 dato che, a seconda dell’interpretazione, prevedrebbe in questo periodo una terza guerra mondiale “non convenzionale”, oppure l’inizio dell’Apocalisse e la venuta di Cristo.

Nulla ha a che vedere con la religione la profezia di Sergei Markov, un professore dell’Università di Mosca, che seguendo la teoria delle onde di Kondatriev, ritiene che nel 2017 si concluderà un ciclo di sviluppo economico con l’arrivo di una profonda crisi ed uno stato di guerra planetaria.

Petro Régis, un contadino brasiliano, nel 2005, dopo un’apparizione mariana, profetizzò che “gli uomini del terrore raggiungeranno il Vaticano. La piazza sarà piena di cadaveri. L’umanità vedrà l’azione malefica degli uomini dalla grande barba. Il Colosseo crollerà.” Non è stato però specificato l’anno in cui questo dovrebbe accadere.

Isaac Newton

Non molti sanno che anche Isaac Newton era interessato a prevedere il futuro, applicando complicati calcoli matematici alle profezie bibliche. Partendo dal libro di Daniele, secondo i calcoli di Newton, la fine del mondo sarebbe arrivata nel 2060. Recentemente però, lo studioso J.S.Elios ha rilevato nei calcoli di Newton un errore e, correggendolo, ritiene che la data della fine del mondo sarebbe il 2017.

Richard Shirreff, vice comandante Nato in Europa, in un suo libro ha previsto che nel 2017 la Russia invaderà i Paesi Baltici scatenando una guerra. Una curiosità: secondo questo libro, al momento dei fatti, il presidente degli Stati Uniti sarà una donna.

Tra le profezie per il 2017 ce n’è però  anche una positiva perché indica in questo anno la fine di un ciclo. Teresa Neumann, mistica bavarese, aveva previsto un periodo di 18 anni, precisamente dal 1999 al 2017, in cui avrebbero trionfato “l’ignoranza, il disprezzo per la cultura, l’arroganza, la superbia, la violenza, il materialismo”, diciotto anni in cui “l’asino avrebbe dettato legge al leone.” Il 2017 dovrebbe dunque essere l’ultimo anno di questa triste situazione dell’umanità. Questo si che sarebbe bellissimo!

E voi avete mai creduto alle profezie? Cosa ne pensate delle profezie per il 2017?

Lettura consigliata: Le profezie di papa Giovanni. La storia dell’umanità dal 1935 al 2033 di Pier Carpi

Acquista Le profezie di Papa Giovanni

Amazon

 

16 commenti

  1. Al pari di coloro i quali studiano la “Borsa” predico che il valore della stessa può aumentare, diminuire o rimanere invariato.
    Ci prenderò di sicuro!

    Ciao

    • … eh si! 🙂
      Ciao, buona giornata!

      • Per un tratto di strada lavorativa mi sono ritrovato Operatore di Tesoreria di una Banca (hai letto qualcosa in merito) e mi trovavo a movimentare, con i colleghi dell’Ufficio, migliaia di miliardi (lire) al giorno, con Banca d’Italia ed altri Corrispondenti.
        Si verificavano le necessità di Liquidità dell’Istituto, si valutavano tutti gli accadimenti nel Mondo, si preparavano le aste per i Titoli di Stato, ecc… insomma si operava nel concreto acquistando e vendendo denaro, giorno per giorno o con scadenze più lunghe.
        C’era un Ufficio, a latere, che studiava i Mercati e preparava il quadro per il futuro consegnandoci studi – papelli corposi – che avrebbero dovuto aiutarci a lavorare meglio, con le capacità previsive degli Addetti/Profeti .
        Io li prendevo in giro dicendo che la Borsa poteva aumentare, diminuire o restare invariata e mi fidavo solo del mio intuito.
        Credimi, non ho mai sbagliato un colpo!
        Il più consistente? Un acquisto di 800 miliardi di lire – in un solo colpo – dopo aver contrattato il tasso con il Corrispondente.
        Ero soprannominato “implacabile” perché ero tra i migliori sul Mercato Interbancario.
        Che godimento!
        Ora sai il perché della battuta di sopra che rassegno ad ogni aspirante Profeta che mi si presenta dinnanzi.

        Ciao

  2. Beh, almeno stavolta le linee di pensiero in campo sono almeno tre: “E’ VERO MA NON CI CREDO”, contro “NON E’ VERO MA CI CREDO”, e poi la “MATEMATICA CERTEZZA DEL FORSE”. Speriamo di non fare confusione.
    Considerando che a furia di gridare “AL LUPO AL LUPO”, prima o poi il lupo si farà vivo.
    Ma abbandonando il faceto… la cosa più difficile è tornare al solito dubbio: la predestinazione esiste, oppure no. Solo nel primo caso le profezie hanno un senso. Il bello è comunque che, e scusami se torniamo ai soliti discorsi, le religioni hanno sempre negato la predestinazione, trasformando contestualmente i profeti in miti, mentre avrebbero dovuto dichiararli tutti ciarlatani. Ma anche qui… dipende a quale mulino si vuol/voleva far arrivare l’acqua.
    D’altra parte, in base a calcoli errati sulle profezie (machiavellicamente mai chiare), chissà a quante fini del mondo abbiamo assistito, e superato indenni (pensa solo all’anno 2000).
    Staremo a vedere, come sempre, con un manzoniano “ai posteri l’ardua sentenza”.
    Ciao.

    • Sono d’accordo. Il fatto è che è affascinante pensare che qualcuno possa dirci cosa accadrà… e così, magari inconsciamente, tendiamo a farci suggestionare.
      Per carattere mi piace sempre lasciare una porticina aperta anche a quello che non reputo possibile quindi si, “ai posteri l’ardua sentenza” anche se, nel frattempo, reputo più saggio non starci a pensare! 😉
      Buona giornata!

      • Beh, sul tuo “non pensarci” puoi stare tranquillo che dopo le tue “rivelazioni” ci sarà già qualcuno che ha cominciato a battersi il petto e/o pregare per la salvezza dell’anima sua e di tutto il pianeta, invitando gli altri a fare lo stesso. Come pure, sicuramente, ci sarà qualcuno che dal 1 Gennaio 2018 andrà affermando che è stato grazie alle preghiere di cui sopra che il mondo si è salvato.
        Vuoi vedere che sono un profeta anch’io? 🙂
        Ciao.

  3. Non leggo gli oroscopi, non credo nelle profezie che indicano date ecc. Sono tranquilla e aspetto il mio momento.
    Mi piacerebbe non dover piangere ancora per i miei figli e nipoti, ma già da piccoli li ho sempre consacrati a Maria SS. Penso quindi che siano in buone mani.
    Buona notte Mr. Loto.

  4. Devo ammettere che quando leggo certe profezie rimango atterrita….meglio non sapere..molto meglio… Bellissimo posto qui…davvero bello.. Ciao!

    • Chissà perché poi, le profezie sono quasi sempre di eventi catastrofici! Fortunatamente il futuro è davvero difficile da decifrare, se anche fosse possibile vederlo, in un modo o nell’altro.
      Ti ringrazio per il tuo pensiero e per l’apprezzamento.
      A presto.

  5. sono tutte c…..te

  6. Il futuro si può prevedere: domattina so di sicuro a che ora si alzerà il sole e non potrò sbagliare che di qualche secondo.
    Saprò sicuramente in quale giorno, mese ed anno passerà la prossima cometa.
    per tre giorno posso indovinare il tempo che farà.
    Perciò il futuro è leggibile, in altro sono talmente infinite le variabili che è impossibile indovinarlo.

    • Prima di tutto mi scuso per il terribile ritardo con cui ti rispondo.
      In realtà quello che hai descritto io non lo vedo come una previsione del futuro. Sono semplici deduzioni. Sappiamo che il sole sorgerà per esperienza, indoviniamo se pioverà basandoci sul percorso che le perturbazioni stanno seguendo… invece prevedere il futuro per me significa proprio riuscire a vedere in anticipo quelle variabili imprevedibili! 😉
      Ciao, buon fine settimana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *