Home / Anice: Proprietà e Benefici

Anice: Proprietà e Benefici

Condividi

Anice Proprietà e Benefici

Anice: proprietà e benefici
Anice: proprietà e benefici

 

Quella dell’anice, nome scientifico Pimpinella anisum, è una pianta erbacea annuale con particolari proprietà aromatiche che appartiene alla famiglia delle Ombrellifere.

Il suo fusto raggiunge in media un’altezza di 40/50 centimetri, i suoi fiori sono piccoli, di colore bianco e fioriscono all’inizio dell’estate. Il suo frutto è piccolo con forma ovale e verde giallognolo, tende a scurirsi durante la maturazione.

Le parti che si utilizzano sono i semi che vengono raccolti in agosto. La pianta è originaria dell’oriente e veniva già coltivato in tempi antichi dalla popolazione egizia, araba e greca. In Italia l’anice cresce spontaneamente in zone con clima caldo ed asciutto, in particolar modo nel bacino mediterraneo.

Composizione Chimica dell’Anice

È composto per il 9,5% da acqua, da carboidrati, dal 17,7% di proteine, dal 14,6% di fibre, dal 7 % di ceneri e dal 15,9 % di grassi.

minerali presenti sono calcio, potassio, sodio, fosforo, ferro, magnesio, selenio, manganese, rame e zinco.

Queste le vitaminevitamina A, le vitamine B1, B2, B3, B5 e B6, vitamina C e folato alimentare DFE.

Contiene cumarine (bergaptene e scopolamina), flavonoidi come la rutina (nel frutto), la quercetina e luteolina nella pianta. Altri costituenti della pianta sono rappresentati dai terpeni come l’alfa-pinene, il beta-pinene ed il sabinene.

L’anice contiene olio essenziale rico di anetolo, eugenolo e timolo. Nel frutto è presente inoltre il furfurolo.

Proprietà e Benefici dell’Anice

Molti conoscono l’anice solamente per il suo impiego aromatizzante nella preparazione di dolci e liquori ma in realtà questa pianta ha altre proprietà in grado di apportare benefici alla salute dell’organismo umano.

  • Galattogeno: la sua assunzione sotto forma di tisana è in grado di stimolare le secrezioni ghiandolari, in particolare della ghiandola materna. In questo modo aumenta la quantità e la qualità del latte materno.
  • Combatte il mal di testa: grazie alle sue proprietà calmanti e lenisce il mal di testa e viene in aiuto in caso di affaticamento celebrale, problemi ai bronchi e per la tosse.
  • Digestivo: favorisce il processo digestivo, rilassa la muscolatura intestinale ed è consigliato quindi per chi ha problemi di stitichezza.
  • Sedativo: poiché il suo olio essenziale ha effetto narcotico e sedativo, la sua assunzione può diminuire la gravità degli attacchi epilettici rallentando la respirazione e la circolazione sanguigna.
  • Antisettico: l’olio essenziale ha anche proprietà antisettiche, protegge le ferite dalle infezioni e le fa guarire in tempi più veloci. Può uccidere anche i vermi che si trovano nell’intestino a tutto vantaggio dei bambini che sono più esposti a questo genere di parassiti.
  • Contro la flatulenza: un altro impiego è quello legato ai problemi di fermentazione intestinale e la sua assunzione è quindi consigliata in caso di problemi di flatulenza e borbottii. Questa proprietà è da ricondursi all’anetolo, una sostanza presente nel suo olio essenziale.
Anice: proprietà e benefici
Anice: proprietà e benefici

Altre Proprietà

  • Aiuta in caso di gastrite: contiene sostanze con proprietà antispasmodiche e sedative che si rivelano utili nella cura della gastrite di origine nervosa.
  • Antinfiammatorio: contiene anche sostanze con proprietà antinfiammatorie, per questo motivo risulta efficace nella cura dell’asma e del sistema respiratorio in generale.
  • Riaccende il desiderio: l’anice ha anche una proprietà singolare, viene infatti utilizzato per curare i  problemi di desiderio sessuale. Un infusione di un cucchiaio di semi schiacciati in un litro d’acqua è quello che serve a questo scopo. Bere un bicchiere a sera, non di più per evitare effetti collaterali.
  • Cura la bronchite: la pianta si rivela utile anche nel trattamento della bronchite, un infuso a base di anice si rivela utile per facilitare l’espulsione del muco.
  • Altre proprietà: i suoi semi inoltre hanno anche la proprietà di profumare l’alito, caratteristica questa senz’altro gradita a molti e, in caso di ciclo mestruale ritardato, lo fanno anticipare.

Coltivazione dell’ Anice

L’anice si riproduce tramite semina verso la fine di aprile ed inizio maggio; i suoi semi hanno un potere germinante limitato nel tempo e per questo motivo è necessario che i semi che si utilizzano per la semina siano recenti.

A causa delle piccole dimensioni dei semi è necessario che vengano ricoperti da un sottile strato di terra finemente lavorata.

Il primo germoglio impiega un mese ad apparire, ma in seguito la piantina crescerà molto velocemente. Da evitare invece, in quanto non bene tollerati, eventuali trapianti.

Per la coltivazione predilige una posizione soleggiata con terreno asciutto, drenato e ricco di sostanze nutritive.

Anice e Calorie

Ogni 100 grammi di semi di anice si ha un apporto calorico di 335 calorie.

Controindicazioni

L’anice non ha particolari controindicazioni ma, a causa della presenza di sostanze estrogene, va somministrato alle donne in gravidanza sotto stretto controllo medico.

Usato esternamente l’olio essenziale può far comparire vesciche ed irritazioni nelle persone sensibili a questa spezia.

L’uso interno dell’olio essenziale in dosi elevate è tossico in quanto ha proprietà narcotiche è può portare ad effetti sgradevoli come convulsioni, narcosi e problemi di circolazione.

Anice e Curiosità

Plinio il vecchio sosteneva che l’anice aveva due proprietà principali: stimolava il sonno e manteneva fresco il viso.

Masticare dei semi di anice a fine pasto, oltre ad aiutare la digestione profuma anche l’alito.

In fitoterapia vengono utilizzati i semi e le foglie fresche in quanto contengono svariati principi attivi.

La pianta può essere coltivata anche in vaso con della comune terra concimata però con letame.

Sin dai tempi più antichi veniva utilizzato sia come spezia che come pianta medicinale. Il primo riferimento storico appare in Egitto nei papiri di Ebbers, il primo trattato sulle erbe medicinali.

Con la farina e l’anice gli antichi romani preparavano un pane chiamato mustaceum che consumavano a fine pasto a cui attribuivano proprietà digestive. In quei tempi l’anice era così importante che fu utilizzato anche come moneta.

Un’altro uso particolare che veniva fatto nell’antichità era quello di usarlo come esca per i topi, pare infatti che il suo aroma li attiri.

Anice Stellato

Anice: proprietà e benefici
Anice: proprietà e benefici

La pianta dell’anice stellato appartiene alla famiglia delle Magnoliaceae ed è analogo per uso e proprietà all’anice verde. A dosi elevate può risultare tossico con effetti stupefacenti che possono portare al delirio con convulsioni.

Il nome scientifico della pianta è Illicium verum, una pianta tropicale che può raggiungere dimensioni importanti.

I frutti hanno una caratteristica forma a stella composta da otto valve contenenti altrettanti semi.

L’anice stellato è molto diffuso ed apprezzato in India, Indonesia e Cina dove, oltre ad essere l’ingrediente principale di alcuni alimenti, viene anche utilizzato per la preparazione di liquori.

Il nome naturalmente deriva dalla sua caratteristica forma a stella ed è anche conosciuto col nome di Anice di Siberia a causa della sua introduzione in Europa attraverso la Russia.

I paesi maggiori produttori di anice sono Turchia, Germania, Spagna, Messico, Cina ed India. L’anice di miglior qualità è prodotto in Spagna.

l’industria cosmetica utilizza il suo olio essenziale per la preparazione di molto prodotti: profumi, saponi, dentifrici e creme per la pelle.

Anice: Proprietà e Benefici

Ultimo aggiornamento 09/08/2016

Versione lingua inglese

Disclaimer:

Questa non è una testata medica, le informazioni fornite da questo sito hanno scopo puramente informativo e sono di natura generale, esse non possono sostituire in alcun modo le prescrizioni di un medico o di altri operatori sanitari abilitati a norma di legge. Le nozioni sulle posologie, le procedure mediche e le descrizione dei prodotti presenti in questo sito hanno un fine illustrativo e non consentono di acquisire la necessaria esperienza e manualità per la loro pratica o il loro uso. Se ti sono state prescritte delle cure mediche ti invito a non interromperle né modificarle, perché tutti i suggerimenti che trovi su www.mr-loto.it devono essere sempre e comunque confrontati con il parere del tuo medico curante.