Home / Cardamomo: Proprietà e Benefici

Cardamomo: Proprietà e Benefici

Condividi

Cardamomo Proprietà e Benefici

La spezia del cardamomo si ricava da una pianta tropicale il cui nome scientifico è Elettaria Cardamomum e che appartiene alla famiglia delle Zingiberaceae.

È originario dell’India meridionale e del Nepal dove cresce in modo spontaneo.

Grazie alle sue proprietà viene utilizzato da moltissimi anni nella medicina popolare cinese ed indiana. I suoi semi hanno un gradevole gusto leggermente acidulo e profumato e sono uno degli ingredienti della famosa spezia indiana chiamata curry.

Il cardamomo cresce abitualmente in regioni con clima caldo ed umido ad altitudini comprese tra i 500 ed i 1.500 metri. Questa spezia ha proprietà medicinali conosciute fin dall’antichità tanto che il suo impiego si fa risalire a diversi secoli prima della venuta di Cristo.

Composizione Chimica del Cardamomo

È composto per l’8 % circa da acqua, il 28% da fibre, il 6,5 % da grassi, il 5,7% da ceneri, l’11 % da proteine e da carboidrati.

I minerali presenti sono: potassio in grande quantità, magnesio, calcio, fosforo, manganese, magnesio, rame, zinco e ferro.

Le vitamine contenute in questa spezia sono la vitamina A, le vitamine B1, B2, B3, B6 e la vitamina C.

Il componente principale è l’olio essenziale che contiene terpinolene, geraniolo, mircene, sabinene, nerolo, pinene, linalolo, cineolo, limonene, borneolo e terpineolo. Troviamo inoltre sostanze resinose e amido.

Proprietà e Benefici del Cardamomo

  • Riduce il gonfiore addominale: il cardamomo può anche essere aggiunto ad alcuni cibi come legumi, verdure cotte o cavoli per evitare il gonfiore addominale. Sono sufficienti due o tre semi durante la cottura dei cibi per sfruttare questa proprietà.
  • Digestivo: tra le proprietà del cardamomo troviamo quella digestiva, la sua assunzione apporta benefici in caso di nausea, vomito e flatulenza. L’olio essenziale aiuta l’organismo nella produzione di succhi gastrici e stimola l’appetito.
  • Combatte l’alito pesante: un altro impiego di questa spezia è quello che riguarda l’alito cattivo. A questo scopo bisogna masticarne alcuni semi per un breve periodo e l’alito cattivo se ne andrà. Funziona anche con i baccelli.
  • Tosse e raffreddore: fare gargarismi con un infuso di cardamomo procura benefici in caso di tosse e raffreddore mentre se bollito in acqua insieme alla cannella può essere utilizzato per gargarismi contro il mal  di gola. Il cardamomo apporta benefici in caso di infiammazione delle vie respiratorie.
  • Antiossidanti: la spezia contiene composti antiossidanti come ad esempio le vitamine, i fitonutrienti e gli oli essenziali. Queste sostanze sono in grado di contrastare l’attività dei radicali liberi con diversi benefici sulla salute cardiovascolare e non solo.
  • Ipertensione: studi condotti alla King Saud University in Arabia Saudita sembrano dimostrare che l’assunzione di questa spezia sia in grado di abbassare il battito cardiaco e di agire positivamente sull’ipertensione, questo grazie all’abbondanza di potassio, un minerale presente nelle cellule e nei fluidi corporei.
Cardamomo: proprietà e benefici
Cardamomo: proprietà e benefici

Altre Proprietà

  • Antidepressivo: la polvere di semi bollita insieme al tè ha invece proprietà antidepressive.
  • Migliora la circolazione: uno studio condotto in India ha invece dimostrato che l’olio essenziale di cardamomo ha proprietà utili a migliorare la circolazione sanguigna in tutto il corpo.
  • Usi nell’Ayurveda: nella medicina tradizionale indiana, il cardamomo viene impiegato per la cura delle malattie delle vie urinarie e per le infezioni come cistiti e gonorrea. Sempre secondo questa medicina è anche utile per calmare i dolori muscolari ed articolari.
  • Antitumorale: secondo recenti studi condotti al Chittaranjan National Cancer Institute di Calcutta il cardamomo è in grado di ridurre del 48 % il rischio di sviluppare un tumore al colon.
  • Colesterolo: secondo studi condotti in India, non su esseri umani ma su topi, gli enzimi antiossidanti della spezia, potrebbero essere d’aiuto nel ridurre il tasso di colesterolo cattivo del sangue.
  • Malattie dentali: la medicina tradizionale cinese ha utilizzato questa spezia per secoli per la cura dei denti. Studi effettuati all’Università della California hanno dimostrato le proprietà antimicrobiche del cardamomo.
  • Asma: al momento non vi sono  certezze assolute in quanto gli esperimenti sono stati fatti solamente sugli animali. Tali esperimenti hanno dimostrato che gli estratti di cardamomo sono in grado di rilassare i tessuti delle vie respiratorie.
  • Singhiozzo: bevendo l’acqua di bollitura dei baccelli si può far passare il singhiozzo.

Le Varietà di Cardamomo

Il cardamomo si ottiene da due generi di piante appartenenti alla famiglia delle Zingiberaceae: la Elettaria e la Amonum.

Dalla Elettaria Cardamomun si ricava il cardamomo verde, mentre dalla Elettaria Repens, pianta tipica dello Sri Lanka, si ottiene il cardamomo di Ceylon.

Per quanto riguarda il genere Amonum troviamo il cardamomo nero che si ottiene dalla pianta Amomum Subulatum ed il cardamomo del Siam che si ricava dall‘Amomum Compactum.

Cardamomo e Calorie

Ogni 100 grammi si ha una resa calorica pari a 300 calorie.

Cardamomo Curiosità

Cardamomo: proprietà e benefici
Cardamomo: proprietà e benefici

L’olio essenziale  si ottiene dai semi essiccati tramite distillazione a vapore.

Nell’antichità i semi venivano utilizzati dagli egizi per la pulizia dei denti mentre i romani lo usavano come profumo.

Si può combattere l’alito pesante con l’olio essenziale di cardamomo, un bicchiere d’acqua con quattro gocce si utilizza per fare tre risciacqui della bocca al giorno.

Nei paesi arabi è utilizzato per la preparazione del caffè arabo. Nei paesi orientali si utilizza invece per insaporire piatti a base di carne e di pesce.

Dopo lo zafferano e la vaniglia il cardamomo è la spezia più cara al mondo. Il nome indiano è Elaichi di Chhoti.

Forse non sapevate che

Dicerie popolari sostengono che i semi in polvere bolliti nel latte e zuccherati con il miele siano un valido rimedio contro l’impotenza. Si ritiene anche che la spezia abbia proprietà afrodisiache, ma in proposito non vi sono studi che ne testimoniano l’efficacia da questo punto di vista.

Del cardamomo è preferibile utilizzare i baccelli in quanto, i semi chiusi al loro interno, mantengono proprietà ed aromi più a lungo.

In aromaterapia viene usato per calmare i sintomi di asma e bronchite.

In Europa questa spezia viene utilizzata solamente da poco tempo, soprattutto per la preparazione di dolci.

Utilizzare i suoi semi durante la cottura di alcune pietanze è una buona idea infatti, oltre al buon aroma, queste divengono più digeribili.

In India il di cardamomo, insieme a quello allo zenzero, è molto utilizzato.

Cardamomo: Proprietà e Benefici

Ultimo aggiornamento 16/09/2016

Versione lingua inglese

Disclaimer:

Questa non è una testata medica, le informazioni fornite da questo sito hanno scopo puramente informativo e sono di natura generale, esse non possono sostituire in alcun modo le prescrizioni di un medico o di altri operatori sanitari abilitati a norma di legge. Le nozioni sulle posologie, le procedure mediche e le descrizione dei prodotti presenti in questo sito hanno un fine illustrativo e non consentono di acquisire la necessaria esperienza e manualità per la loro pratica o il loro uso. Se ti sono state prescritte delle cure mediche ti invito a non interromperle né modificarle, perché tutti i suggerimenti che trovi su www.mr-loto.it devono essere sempre e comunque confrontati con il parere del tuo medico curante.