Home / Come Dimagrire: le Diete più Famose / Dieta Montignac, Cos’è e Come Funziona

Dieta Montignac, Cos’è e Come Funziona

Condividi

Dieta Montignac per Dimagrire

Dieta Montignac, Come Funziona

Dieta Montignac

La dieta Montignac deve il suo nome a Michel Montignac che l’ha pubblicata nel 1987, riscuotendo un notevole successo. La dieta Montignac più che una dieta è uno stile alimentare che, invece di limitare le dosi e le calorie, preferisce certi alimenti piuttosto che altri all’interno di ogni categoria principale di glucidi (zuccheri e carboidrati), lipidi (grassi) e proteine, scelti in base al loro indice glicemico. Secondo Montignac infatti, due alimenti con la stessa quantità di glucidi possono far ingrassare oppure no a seconda del loro indice glicemico.

Cibi Vietati e Consentiti nella Dieta Montignac

Sono privilegiati gli alimenti con un indice glicemico basso o molto basso.

Quindi no a farine bianche, zucchero, miele, patate, riso, pasta fresca o troppo cotta, carote cotte, peperoni, melone, banane e kiwi. Sono inoltre vietati gli alcolici.

Via libera invece alla pasta al dente, al pane integrale, alle carni bianche o rosse sgrassate,  al pesce, ai legumi, ai latticini ed ai formaggi, a quasi tutti i tipi di frutta e verdura, a noci e mandorle, all’olio extravergine di oliva ed a quello di girasole.

Per Chi è Adatta

Per chi deve dimagrire molto, per chi non vuole preoccuparsi delle calorie e non ama pesare gli alimenti, per chi è a rischio diabete. Inoltre è adatta a chi ha già provato numerose diete ed è sempre ringrassato, perché è una dieta progettata per permettere ai soggetti di mantenere il peso raggiunto a lungo. La dieta Montignac  è l’ideale anche per chi non vuole o non può praticare sport dato che l’attività fisica non è richiesta.

Dimagrire con la dieta Montignac
Dieta Montignac

Cos’è e Come Funziona la Dieta Montignac

La dieta Montignac prevede una struttura dei pasti  suddivisa in una colazione abbondante, un pranzo normale, due spuntini ed una cena molto leggera. Il consumo di frutta è previsto soltanto lontano dai tre pasti principali. Per questa dieta non esiste un menù predefinito perché gli alimenti possono essere consumati a proprio gusto, anche se seguendo abbinamenti specifici.

La dieta Montignac si divide in due fasi:

  1. Fase di dimagrimento: l’obiettivo di questa fase è ottenere dopo ogni pasto la risposta insulinica più bassa possibile. Questo elimina la possibilità di accumulare peso e permette di dimagrire, aumentando il consumo energetico. Per questo scopo si scelgono con attenzione i cibi grassi e proteici e per la categoria dei glucidi è previsto esclusivamente il consumo di alimenti il cui indice glicemico è inferiore o uguale a 50. La durata di questa fase dipende da quanto peso in eccesso dobbiamo perdere.
  1. Fase di stabilizzazione: in questa fase si continuerà a scegliere i glucidi in base al loro indice glicemico ma in modo meno ferreo. In determinate condizioni sarà possibile consumare tutti i glucidi, compresi quelli con un indice glicemico alto.

Dieta Montignac acquista il libro

I Vantaggi della Dieta Montignac

La dieta Montignac permette di dimagrire molto, fino a 15 kg in tre mesi, previene l’insorgenza del diabete di tipo 2, aiuta in caso di sindrome metabolica e, se seguita coscienziosamente, riduce il rischio di patologie legate al sistema cardiovascolare.

Svantaggi e Controindicazioni Dieta Montignac

La dieta Montignac, se ben bilanciata, non presenta particolari svantaggicontroindicazioni. L’unico rischio è quello di scegliere costantemente alimenti proteici o troppo grassi che metterebbe a rischio il sistema cardiocircolatorio.

In generale questa dieta è sconsigliata alle donne incinte ed agli sportivi che non reggerebbero il sistema molto rigido della prima fase.

Alcuni sostengono che, senza un controllo delle porzioni, questa dieta non possa far dimagrire perché la risposta insulinica di una porzione di alimento a basso indice glicemico non è la stessa di una doppia porzione di quello stesso alimento.

Inoltre anche se questa dieta può ridurre un’iperglicemica cronica senza eliminare i carboidrati, molti sostengono che non abbia senso per le persone sane, soprattutto senza porre un limite alle porzioni.

Curiosità

Michel Montignac è stato il primo a pensare agli indici glicemici degli alimenti per dimagrire. Ha sperimentato la dieta Montignac su stesso riuscendo a dimagrire di 15 kg in tre mesi e non riacquistandoli mai più nel corso della sua vita.

La dieta Montignac è stata pubblicata per la prima volta nel libro “Dimagrire per sempre mangiando normalmente”ed ha venduto, fino ad oggi, oltre 16 milioni di copie in quaranta paesi.

Dieta Montignac cos’è e come funziona

Torna a Come dimagrire