Home / Fichi: Proprietà e Benefici

Fichi: Proprietà e Benefici

Condividi

Fichi Proprietà e Benefici

Fichi: proprietà e benefici
Fichi: proprietà e benefici

I fichi, frutti dalle proprietà lassative, sono il prodotto della pianta Ficus carica, appartenente alla famiglia delle Moraceae che ha origini molto antiche che la fanno collocare in medio oriente.

La pianta può raggiungere la ragguardevole altezza di otto metri e si divide in due tipi principali: quella che produce i fichi fioroni che giungono a maturazione all’inizio della primavera o, al massimo, alla fine dell’estate e l’altra che produce i cosiddetti fichi normali che giungono invece a maturazione alla fine dell’estate.

Vengono coltivati in molti paesi tra cui, i principali, sono: Stati Uniti, Grecia, Turchia, Spagna e Portogallo.

Le varietà sono moltissime, oltre 150 e si distinguono, oltre che per le dimensioni anche per i colori che possono essere verdi, marroni, viola e neri. Le varietà più apprezzate e commercializzate sono quelle verdi e nere.

Composizione Chimica

Contengono il 79 % di acqua, il 16 % di zuccheri, lo 0,8 % proteine, il 2,9 % di fibre alimentari, lo 0,7 % di ceneri e lo 0,3 % di grassi.

I minerali sono: calcio, potassio, ferro, sodio, fosforo, manganese, magnesio, rame, zinco, e selenio.

Queste le vitamine: vitamina A, vitamine B1, B2, B3, B5, B6, vitamina C, vitamina E, J e K. È grazie alla presenza di queste sostanze che ai fichi vengono riconosciute buone proprietà terapeutiche e nutritive riconosciute ed apprezzate fin dall’antichità. Contengono beta-carotene, luteina, zeaxantina, acidi grassi Omega 3 ed Omega 6.

Gli aminoacidi sono: acido aspartico e glutammico, alanina, arginina, cistina, glicina, fenilalanina, istidina, isoleucina, leucina, prolina, metionina, serina, tirosina, triptofano, valina e treonina.

Proprietà e Benefici dei Fichi

Fichi: proprietà e benefici
Fichi: proprietà e benefici
  • Fa bene ad ossa e denti: La discreta presenza di vitamina A, in abbinamento al potassio, al ferro ed al calcio risulta avere proprietà benefiche e rinforzanti nei confronti di ossa e denti.
  • Fa bene ad occhi e pelle: anche la vista e la pelle sono in grado di trarre benefici dalle sopracitate sostanze. Uno studio pubblicato sull’ Archives of Ophthalmology sostiene che mangiare tre porzioni di frutta al giorno può ridurre del 36 % il rischio di degenerazione maculare legata all’età.
  • Lassativi: un’ altra proprietà nota dei fichi è quella lassativa dovuta principalmente alla presenza nei fichi di fibre e mucillagini.
  • Energizzanti: i fichi hanno un alto contenuto di zuccheri facilmente assimilabili e per questo motivo rappresentano una fonte di energia prontamente utilizzabile dal nostro organismo. Naturalmente va consumato con moderazione da quelle persone che hanno problemi di linea.
  • Antinfiammatorio: Il decotto di fichi secchi ha un’azione lenitiva nei confronti degli attacchi di tosse. Il fico ha anche proprietà antinfiammatorie, viene infatti utilizzato come impacco sugli ascessi e sui foruncoli ed ha effetti benefici su infiammazioni dell’apparato urinario e circolatorio.
  • Regola la pressione sanguigna: il buon contenuto di potassio rende il fico un alimento con proprietà utili a controllare la pressione sanguigna e a contrastare quindi gli effetti della grande quantità di sodio che introduciamo nel nostro organismo quotidianamente quando mangiamo alimenti trasformati a livello industriale. Ricordiamo che un consumo elevato di sodio abbinato ad uno scarso apporto di potassio può portare all’ipertensione.
  • Diabete: in Italia non siamo abituati a pensare alle foglie di fico come un qualcosa di commestibile ma in  alcune parti del mondo invece le foglie vengono regolarmente consumate. È stato ripetutamente dimostrato infatti che le foglie di fico hanno proprietà utili alle persone che soffrono di diabete in quanto sono in grado di abbassare la quantità di insulina richiesta nelle persone che necessitano iniezioni di questa sostanza.
  • Acne: hanno anche proprietà utili a curare l’acne, a tal proposito si può applicare sul viso una purea ottenuta con fichi freschi e lasciarla asciugare per 20 minuti circa.
  • Protettivi per tumore al seno: uno studio che ha coinvolto più di 50.000 donne in post menopausa ha dimostrato che quelle che avevano un dieta più ricca di fibre alimentari riducevano del 34 % la possibilità di sviluppare un tumore al seno. Alcuni frutti ricchi di fibra alimentare oltre a fico sono i datteri, le prugne e le pere.
  • Tumore al colon:  la presenza di fibre alimentari aiuta l’organismo a contrastare l’attività dei radicali liberi e di altre sostanze cancerogene. In pratica legandosi nel’intestino alle sostanze nocive la fibra ne facilita l’espulsione.
  • Salute del cuore: contengono Omega 3 ed Omega 6, questi acidi grassi sono in grado di ridurre il rischio di malattie coronariche. Le sue foglie inoltre contengono composti in grado di ridurre i trigliceridi a tutto vantaggio della salute del cuore.
  • Radicali liberi: sono ricchi di composti antiossidanti come polifenoli e flavonoidi la cui proprietà contrastano quelle dei radicali liberi.
  • Disfunzioni sessuali: per moltissimi anni i fichi sono stati consigliati per la cura delle disfunzioni sessuali come la sterilità e la disfunzione erettile. Per ottenere questi benefici la tradizione popolare riporta che bisogna mettere a bagno nel latte alcuni fuchi per una notte e consumarli il mattino seguente.
  • Altre proprietà: sono utili per il trattamento dell’asma, della stipsi e del mal di stomaco. Vanno bene anche come rimedio di emergenza per la febbre, il mal d’orecchi, ascessi e per le malattie veneree.

I Fichi Secchi

Fichi: proprietà e benefici
Fichi: proprietà e benefici

I fichi secchi si ottengono dalla raccolta del frutto quando è giunto a piena maturazione e dalla sua conseguente essiccazione al sole a cui fa seguito un trattamento chimico di disinfestazione da eventuali parassiti. Affinché il fico raggiunga un grado di essiccazione ottimale è necessario che perda circa il 35% dell’acqua in esso contenuto.

In Italia le varietà di fichi maggiormente utilizzate per ottenere i fichi secchi sono: Brogiotto, Dottato, Farà.

Fichi e Calorie

I fichi freschi forniscono 65 calorie ogni 100 gr. di polpa a differenza di quelli secchi che arrivano a 280 calorie per la stessa quantità di polpa.

Conservazione

Il fico è un frutto particolarmente delicato e bisogna quindi fare attenzione quando, non volendolo consumare subito, si intende conservarlo. Nel frigorifero i fichi possono essere conservati per un massimo di tre giorni ma è bene riporli in qualche contenitore chiuso onde evitare l’assorbimento di odori provenienti da altri cibi presenti nel frigorifero.

Un’altra soluzione di conservazione può essere il congelamento ma, in questo caso, bisogna ricordarsi che potranno essere conservati per non più di trenta giorni.

I fichi secchi invece possono essere conservati più a lungo, l’unica attenzione è quella di conservarli in un luogo non accessibile agli insetti che potrebbero essere attirati dalla presenza di zuccheri.

Controindicazioni dei Fichi

I fichi sono uno dei pochi frutti a contenere ossalati, sostanze presenti nelle piante che quando diventano troppo concentrati nei fluidi corporei possono dare luogo a problemi di calcoli renali o alla cistifellea. Per questo motivo chi è già interessato da queste patologie dovrebbe astenersi dal consumare i fichi.

Anche chi deve subire un’operazione chirurgica è meglio che non consumi troppi fichi nelle due settimane che precedono l’operazione. Nelle persone sensibili può provocare il sanguinamento del tratto digestivo.

Curiosità Fichi

Da sottolineare che il fico non è un vero e proprio frutto ma un ricettacolo della pianta contenente al suo interno dei granellini che rappresentano i veri frutti.

Secondo la medicina popolare il lattice contenuto nelle foglie è un ottimo rimedio per la cura e l’eliminazione delle verruche.

Nella Bibbia viene riportato che Adamo ed Eva, per coprire le proprie nudità a causa della vergogna che il peccato determinò, staccarono alcune foglie dall’Albero della Conoscenza del Bene e del Male. L’albero è quello del fico.

Si narra che a Platone, essendo un grande estimatore dei fichi, venne dato il nome di “mangiatore di fichi“, inoltre egli sosteneva che cibarsi di fichi contribuiva ad accrescere l’intelligenza.

Anche Plinio si era dimostrato sensibile alle virtù dei fichi ed infatti era solito affermare che mangiarli aumentava la forza dei giovani e manteneva la salute degli anziani.

Una ricerca svolta presso Università di Innsbruck in Austria ha evidenziato che i fichi raggiungono la maggior quantità di antiossidanti quando sono completamente maturi.

La fibra vegetale contenuta nei fichi prende il nome di lignina, essa è molto utile per combattere i disturbi intestinali.

In passato, il lattice presente nelle foglie di fico veniva utilizzato per cagliare il latte e per la  produzione di diversi formaggi.

Secondo un’antica leggenda il lupo che nutriva Romolo e Remo, i fondatori di Roma, riposava sotto una pianta di fico e nei secoli seguenti il fico nell’antica Roma era considerato un frutto sacro.

Fichi: Proprietà e Benefici

Ultimo aggiornamento 15/03/2016

Versione lingua inglese

Disclaimer:

Questa non è una testata medica, le informazioni fornite da questo sito hanno scopo puramente informativo e sono di natura generale, esse non possono sostituire in alcun modo le prescrizioni di un medico o di altri operatori sanitari abilitati a norma di legge. Le nozioni sulle posologie, le procedure mediche e le descrizione dei prodotti presenti in questo sito hanno un fine illustrativo e non consentono di acquisire la necessaria esperienza e manualità per la loro pratica o il loro uso. Se ti sono state prescritte delle cure mediche ti invito a non interromperle né modificarle, perché tutti i suggerimenti che trovi su www.mr-loto.it devono essere sempre e comunque confrontati con il parere del tuo medico curante.