Home / Lenticchie: Proprietà e Benefici

Lenticchie: Proprietà e Benefici

Condividi

Lenticchie proprietà e Benefici

Lenticchie: proprietà e benefici
Lenticchie: proprietà e benefici

Le lenticchie rappresentano uno dei più antichi legumi della storia e, grazie alle loro proprietà nutritive, venivano coltivate già nel 7.000 a.C. in Asia.

La sua pianta appartiene alla famiglia delle Papilionacee e può raggiungere l’altezza di 40 cm. Questo legume non può essere consumato crudo in quanto contiene sostanze non digeribili che vengono eliminate però dal calore della cottura.

Le lenticchie hanno dimensioni, colori e sapori diversi a seconda della varietà a cui appartengono e che possiamo dividere in due grandi gruppi: le lenticchie a seme piccolo e quelle a seme grande. In Italia sono molto conosciute le varietà di Altamura a seme grande e quella di Castelluccio a seme piccolo, varietà questa molto apprezzata in quanto particolarmente saporita.

La pianta trae le sue origini in Mesopotamia in tempi antichissimi tanto che nella Bibbia, precisamente nella Genesi, vengono citate in riferimento a Giacobbe ed Esaù. Nel museo del Louvre sono esposte antichissime lenticchie provenienti dalle tombe dei faraoni egizi.

Composizione Chimica delle Lenticchie

Sono composte dal 10 % da acqua, dal 22,7 % da proteine, dall’1 % di grassi, dal 13 % fibre alimentari, dal 2,6 % ceneri e dal 2% da zuccheri.

minerali presenti sono: potassio, fosforo e magnesio, calcio, sodio, ferro, zinco, rame, manganese e selenio.

Sul fronte delle vitamine le lenticchie contengono vitamina A, le vitamine B1, B2, B3, B4, B6, B9, vitamina C, vitamina E, K e J. Contengono folati e beta-carotene.

Gli zuccheri presenti si dividono in fruttosio, maltosio e saccarosio.

Gli aminoacidi: acido aspartico e acido glutammico, alanina, arginina, cistina, glicina, fenilalanina, istidina, isoleucina, leucina, lisina, prolina, metionina, serina, tirosina, triptofano, valina e treonina.

Proprietà e Benefici delle Lenticchie

  • Idoneo per i celiaci: al giorno d’oggi questo tipo di legume è consigliato dai dietologi in quanto, oltre a contenere una buona percentuale di fosforo e potassio, è molto digeribile e non contiene ne grassi ne colesterolo. Un’altra proprietà delle lenticchie è che non contengono glutine e sono quindi da considerarsi un ottimo alimento per i celiaci.
  • Antitumorali: le lenticchie sono considerate tra i legumi quelli contenenti maggiori proprietà antiossidanti e, insieme all’alto contenuto di isoflavoni rappresentano un ottimo alleato nella prevenzione di alcune forme di tumore con tutti i benefici che ne conseguono per la salute.
  • Sostituiscono carne e pesce: come tutti i legumi le lenticchie sono ricche di proteine vegetali e per questo motivo rappresentano una valida alternativa agli alimenti di origine animale che contengono invece colesterolo. Possono quindi essere consumate come secondo piatto in sostituzione della carne o del pesce.
  • Abbassano il colesterolo: il buon contenuto di fibre alimentari contribuisce a regolarizzare l’attività dell’intestino e a tenere sotto controllo il tasso di colesterolo nel sangue. Grazie al fatto che contengono pochissimi grassi insaturi permettono di prevenire alcune patologie cardiovascolari.

  • Zucchero nel sangue: l’assunzione di lenticchie rallenta l’assorbimento dei carboidrati da parte dell’organismo venendo così in aiuto a chi soffre di diabete. Lo zucchero proveniente dalla digestione viene assorbito dall’organismo molto lentamente così da evitare picchi di glicemia.
  • Sistema nervoso: l’equivalente di una tazza di lenticchie cotte fornisce quasi l’intero fabbisogno di acido folico (vitamina B9) per una persona adulta. Questa vitamina è utile per il buon funzionamento del sistema nervoso, nella produzione di energia ed è necessaria per la sintesi del DNA.
  • Anemia: sono anche ricche di ferro, un minerale utilizzato dal corpo per la produzione di globuli rossi. Una carenza di ferro può portare a sviluppare l’anemia o anche problemi neurologici come  il deficit dell’attenzione.
  • Senso di sazietà: a differenza degli altri alimenti che causano improvvisi picchi di zuccheri nel sangue costringendo l’organismo a bruciare grandi quantità di zucchero in poco tempo, le lenticchie possono mantenere i livelli di zucchero stabili per lungo tempo e di conseguenza anche il senso di sazietà.
  • Digestione: gli studi hanno dimostrato che la fibra insolubile non solo è utile per la prevenzione della stitichezza ma favorisce anche il processo digestivo e previene la sindrome dell’intestino irritabile.
  • Malattie cardiache: uno studio pubblicato su Archives of Internal Medicine ci suggerisce che una dieta ricca di fibra aiuta a prevenire le malattie cardiache. Lo studio ha preso in considerazione 10.000 persone per un periodo di 19 anni. I risultati hanno confermato che le persone che assumevano più fibra attraverso l’alimentazione riducevano del 12 % il rischio di sviluppare malattie cardiovascolari. Non è però solo la fibra ad apportare benefici alla salute del cuore, le lenticchie contengono anche buone quantità di folati e di magnesio che sono importanti per mantenere in salute le pareti dell arterie.
  • Muscolatura: i nostri organi ed i muscoli in particolare necessitano di un costante rifornimento di proteine per funzionare correttamente. Le lenticchie sono un alimento ideale per il nostro organismo in quanto contengono molti dei costituenti di cui il nostro organismo ha bisogno per funzionare bene. In particolar modo le lenticchie contengono tutti gli aminoacidi essenziali.
  • Arteriosclerosi: uno studio condotto dal Department of Cereal and Foods Sciences nel nord Dakota, ha dimostrato come gli antiossidanti presenti nelle lenticchie diminuiscono sensibilmente il rischio di sviluppare l’arteriosclerosi.
  • Donne in gravidanza: sono ricche di acido folico la cui presenza nella giusta quantità previene i difetti della nascita. Uno studio condotto al Rowett Research Institute di Aberdeen, in Inghilterra, ha dimostrato come molto spesso una carenza di acido folico ha spesso come conseguenza un difetto al tubo neurale.

La Lenticchia Rossa

Lenticchie: proprietà e benefici
Lenticchie: proprietà e benefici

La lenticchia rossa, conosciuta anche col nome di lenticchia egiziana, è molto diffusa in Medio Oriente dove normalmente viene venduta senza pelle ( decorticata ). Questo legume è molto povero di grassi e i pochi in esso contenuti sono chiamati ” grassi buoni “, conosciuti come Omega 3 in possesso di proprietà antiossidanti ed in grado quindi di apportare benefici al nostro organismo.

Le lenticchie rosse sono anch’esse prive di colesterolo e per questo motivo sono un alimento consigliato nella dieta dei bambini. Hanno la particolarità di cuocere in breve tempo e non richiedono, diversamente da altri legumi, il periodo di ammollo prima di essere cotte.  Grazie all’assenza della pellicina che le ricopre, sono molto digeribili e non causano fastidiose fermentazioni.

Le Calorie delle Lenticchie

Ogni 100 grammi di lenticchie abbiamo un apporto calorico pari a 116 calorie.

Controindicazioni

Le lenticchie non presentano particolari controindicazioni ma sono da utilizzare con moderazione nei soggetti che soffrono di colite, l’abbondanza di fibre potrebbe infatti aumentare l’irritazione delle mucose.

Le lenticchie contengono purine, i soggetti con problemi di gotta devono astenersi dal consumare alimenti ricchi di purine in quanto queste potrebbero determinare un accumulo di acido urico nell’organismo.

Bisogna però puntualizzare che recenti studi hanno dimostrato che sono le purine di origine animale (carne e pesce) ad aumentare il rischio gotta.

Curiosità  Lenticchie

Lenticchie: proprietà e benefici
Lenticchie: proprietà e benefici

Il nome deriva dalla parola latina “lenticula” che è il diminutivo di lente e che prende spunto dalla forma caratteristica di questo legume.

Le lenticchie, per tradizione, rappresentano un simbolo di fortuna e di ricchezza tipico delle feste natalizie e soprattutto del cenone di capodanno. Mangiarne un piatto dopo il brindisi  all’anno nuovo ha un significato di augurio in termine di ricchezza e prosperità.

In alcuni luoghi la tradizione e la credenza popolare sostengono che le lenticchie andrebbero consumate senza olio per evitare che i soldi scivolino via.

Attualmente le lenticchie vengono coltivate un po’ in tutto il mondo, in Asia, in Africa, in America settentrionale ed in Turchia, ma quelle di maggior qualità risultano essere prodotte nel nostro paese che è l’Italia.

Le regioni maggior produttrici sono la Puglia, l’Abruzzo, il Lazio e la Campania.

Questo legume si trova principalmente in vendita sotto due forme: le lenticchie cotte, pronte per essere consumate e solitamente conservate in barattoli metallici o di vetro.

Le lenticchie secche, conservate in sacchetti o scatole di cartone che necessitano di essere cotte prima di essere consumate senza però aver bisogno di essere messe in ammollo prima.

Quando si intende acquistare lenticchie cotte è meglio assicurarsi che il prodotto non contenga conservanti e coloranti mentre per quelle secche è bene verificare che non vi sia, all’interno della confezione, la presenza di organismi parassiti.

Alcuni semi di lenticchie vecchi di 8.000 anni sono stati ritrovato in siti archeologici in Medio Oriente.

Lenticchie: Proprietà e Benefici

Ultimo aggiornamento 11/01/2016

Versione lingua inglese

Disclaimer:

Questa non è una testata medica, le informazioni fornite da questo sito hanno scopo puramente informativo e sono di natura generale, esse non possono sostituire in alcun modo le prescrizioni di un medico o di altri operatori sanitari abilitati a norma di legge. Le nozioni sulle posologie, le procedure mediche e le descrizione dei prodotti presenti in questo sito hanno un fine illustrativo e non consentono di acquisire la necessaria esperienza e manualità per la loro pratica o il loro uso. Se ti sono state prescritte delle cure mediche ti invito a non interromperle né modificarle, perché tutti i suggerimenti che trovi su www.mr-loto.it devono essere sempre e comunque confrontati con il parere del tuo medico curante.