Home / Noce Moscata: Proprietà e Benefici

Noce Moscata: Proprietà e Benefici

Noce moscata Proprietà e Benefici

Noce moscata proprietà e benefici

 

La noce moscata è il seme con marcate proprietà aromatiche racchiuso nel frutto macis di una pianta sempreverde originaria dell’Indonesia e chiamata Myristica fragrans. Oltre alla spezia prodotta dal seme, che è appunto la noce moscata, anche dal frutto viene ricavata un’altra spezia molto pregiata e più delicata che prende il nome di macis.

L’albero del Myristica fragrans appartiene alla famiglia delle Myristicaceae, può raggiungere un’altezza di 20 metri e fiorisce tutto l’anno fruttificando anche tre volte in un anno. I suoi frutti sono simili a grandi albicocche che quando giungono a maturazione si aprono a metà lasciando intravedere il seme, ovvero la noce moscata.

Composizione Chimica

Contiene acqua nella percentuale del 6,2%, il 36,1 % di grassi, il 20% di fibre alimentari, il 5,9 % di proteine, il 28,5 % di zuccheri ed il 2,2 % di ceneri.

I minerali: sodio, calcio, ferro, potassio, fosforo, magnesio, zinco, rame, manganese, selenio.

Le vitamine: la vitamina A, le vitamine B1, B2, B3, B6, B9, la vitamina C e la vitamina J. Sono inoltre presenti il beta-carotene e la criptoxantina-beta.

Proprietà e Benefici della Noce Moscata

Noce moscata proprietà e benefici
Noce moscata proprietà e benefici
  • Antiossidanti: contiene sostanze con proprietà antiossidanti come ad esempio il beta-carotene, la criptoxantina-beta, le vitamine, tutti composti utili per il mantenimento della salute del nostro organismo.
  • Digestiva: anche se macinata la noce moscata mantiene inalterate le sue fibre alimentari ed ha quindi proprietà digestive, combatte i dolori muscolari, aiuta in caso di spossatezza ed è riequilibrante dello stato psicofisico.
  • Diarrea: ha anche proprietà utili in caso di diarrea ed apporta benefici in caso di infezioni dell’intestino.
  • Ansia e depressione: la spezia viene utilizzata in aromaterapia per contrastare gli stati depressivi, l’ansia e l’affaticamento mentale.
  • Insonnia: da sempre la tradizione popolare ha utilizzato questa spezia per curare i problemi di insonnia mettendo un po’ di spezia in un bicchiere di latte caldo. Il buon contenuto di magnesio stimola la produzione di serotonina che provoca una sensazione di rilassamento in tutto il corpo alleviando così i problemi di insonnia. A questo si aggiunge anche l’effetto delle sostanze stupefacenti che, se assunte in modiche quantità, contribuiscono ad indurre il sonno.
  • Depura il fegato: ha proprietà depurative per il fegato in quanto lo aiuta ad eliminare le tossine.
  • Antidolorifico: contiene una sostanza simile al mentolo che ha effetti analgesici naturali, il suo moderato consumo può influire positivamente su alcuni tipi di dolore come ad esempio quello causato dall’artrite.
  • Fa bene al cervello: un costituente del suo olio essenziale, la miristicina, ha dimostrato di contrastare  il degrado dei percorsi neurali e della funzione cognitiva, sintomi tipici di malattie come la demenza e l’Alzheimer.
  • Combatte l’alito cattivo: la noce moscata contiene composti ad attività antibatterica che sono in grado di uccidere i batteri responsabili dell’alito cattivo con benefici anche per denti e gengive. Per questo motivo la noce moscata viene spesso utilizzata come ingrediente di dentifrici e collutori.
  • Pressione arteriosa: il potassio è un elettrolita vasodilatatore, rilassa le pareti dei vasi sanguigni e permette un maggior afflusso di sangue con effetti benefici sull’ipertensione.

Olio Essenziale di Noce Moscata

Noce moscata proprietà e benefici
Noce moscata proprietà e benefici

Dal seme dell’albero Myristica fragrans si ricava l’olio essenziale di noce moscata che trova largo impiego a scopo terapeutico grazie alle proprietà delle sostanze in esso contenute come ad esempio il sabinene, la miristicina, il pinene, il canfene, il cineolo, il linalolo, il safrolo, il limonene, l’eugenolo, il geraniolo, il borneolo e la canfora.

Attenzione: l’olio essenziale non va mai applicato puro sulla pelle e va utilizzato in quantità minime. Ad alte dosi l’olio essenziale è tossico e può provocare allucinazioni e convulsioni per cui è sempre d’obbligo rivolgersi ad un medico in caso di dubbi e perplessità.

Anche la spezia in polvere deve essere usata con molta attenzione: quantità oltre i 5 grammi possono provocare avvelenamento, oltre i 10 grammi i danni possono essere molto gravi.

Controindicazioni

Purtroppo, negli ultimi anni, i casi di avvelenamento da noce moscata sono aumentati. Una volta che si è diffusa la notizia che dosi elevate di questa spezia possono indurre allucinazioni ed avere effetti narcotici e psicotropi, molte persone hanno voluto sperimentare di persona queste caratteristiche della noce moscata.

La noce moscata è fatta per essere utilizzata in piccole quantità, dosi elevate possono causare convulsioni, vomito, tachicardia ed altri spiacevoli inconvenienti anche gravi. Non fatevi quindi tentare dall’idea di fare una trasgressione con la noce moscata, non c’è nulla da guadagnare ma tutto da perdere.

Noce Moscata e Calorie

Ogni 100 grammi di noce moscata abbiamo un apporto calorico pari a 520 calorie.

Curiosità Noce Moscata

Nei tempi antichi si riteneva avesse proprietà afrodisiache.

Se utilizzato a dosi elevate, in gravidanza, può provocare l’aborto.

Nel ‘900, a causa dei suoi effetti allucinogeni, ovviamente se assunta in grandi quantità, divenne la droga dei poveri.

L’olio essenziale, mescolato con altri oli, viene utilizzato per massaggi muscolari.

I maggiori paesi produttori sono l’Indonesia, la Nuova Guinea, il Brasile, il Madagascar, e l’India.

Per stabilirne la qualità, le noci moscate sono classificate in base alla loro grandezza, più la noce è grande e migliore è la sua qualità.

La noce moscata si consuma in polvere utilizzando una piccola grattugia.

In Italia viene anche utilizzata per aromatizzare il vin brulè  e la grolla valdostana.

In Olanda la noce moscata è molto utilizzata e viene impiegata per aromatizzare carni, verdure, pesce, zuppe e salse.

La pianta entra in piena produzione dopo il ventesimo anno di vita.

La noce moscata, prima di essere messa in commercio, viene fatta essiccare per un paio di mesi circa.

Si presume che il nome della noce moscata derivi da “noce di Mascate” che è il nome del luogo in cui venne commercializzata per la prima volta.

Noce moscata Proprietà e Benefici

Ultimo aggiornamento 18/01/2016

Disclaimer:

Questa non è una testata medica, le informazioni fornite da questo sito hanno scopo puramente informativo e sono di natura generale, esse non possono sostituire in alcun modo le prescrizioni di un medico o di altri operatori sanitari abilitati a norma di legge. Le nozioni sulle posologie, le procedure mediche e le descrizione dei prodotti presenti in questo sito hanno un fine illustrativo e non consentono di acquisire la necessaria esperienza e manualità per la loro pratica o il loro uso. Se ti sono state prescritte delle cure mediche ti invito a non interromperle né modificarle, perché tutti i suggerimenti che trovi su www.mr-loto.it devono essere sempre e comunque confrontati con il parere del tuo medico curante.