Pentole: Scegliere il Materiale Giusto per Ogni Tipo di Cottura -  Consigli per la Pulizia
Attualmente è possibile trovare in commercio una grande varietà di pentole; sono talmente tante che spesso è difficile capire cosa fa al caso nostro. Di solito si finisce per comperare un'intera batteria di pentole scegliendola soltanto in base all'estetica senza considerare che, a seconda di quello che dobbiamo cucinarci dentro, ci sono materiali più idonei di altri. Vedrò di esporre i pregi ed i difetti delle tipologie di pentole più diffuse per semplificare la scelta tra l'infinità delle offerte di mercato. 
Batteria pentole
Pentole in Alluminio
Prima dell'acquisto è importante accertarsi che il materiale sia alluminio puro almeno al 99,5 %, cioè conforme alle norme europee. Ideale per le cotture lente ed a fuoco moderato è ottimo quando abbiamo la necessità di cuocere gli alimenti direttamente dal contatto con le pareti del contenitore,  quindi per la brasatura, l'arrostitura e la cottura al forno. Al primo utilizzo è consigliabile, dopo averla lavata, ungere la pentola con olio o burro.

Vantaggi: l'alluminio è un materiale che ha un'alta capacità di condurre il calore, garantendo un notevole risparmio energetico. Resiste bene agli sbalzi di temperatura e, se di spessore adeguato, agli urti. Non necessita di manutenzione. Ha un buon rapporto qualità/prezzo.

Svantaggi: è sconsigliato conservarci per diverse ore alimenti cotti, specialmente se acidi o salati. Per l'ossidazione spontanea del metallo, con il tempo, all'interno delle pentole si forma una patina scura che non andrebbe eliminata perché rappresenta una "barriera protettiva"ma che non è il massimo sotto il profilo estetico.

Pentola alluminio
Teglia alluminio
Pentole in Acciaio Inox 18/10
Materiale adatto soltanto per la bollitura e le cotture in cui il cibo non è a diretto contatto con il recipiente come le scottature e le affogature.

Vantaggi: ottima resistenza agli urti, agli sbalzi di temperatura,alle abrasioni ed alla corrosione. Non necessita di alcuna manutenzione.

Svantaggi: ha una scarsa capacità di condurre il calore e comporta, di conseguenza, un grosso consumo di energia. E' piuttosto costoso.

Pentola acciaio
Pentola acciaio
Pentole in Antiaderente
Per il rivestimento al teflon che non permette ai cibi di attaccarsi, è un ottimo materiale per cucinare con pochi grassi , per le cotture veloci o al salto.
Vantaggi: permette un grande risparmio energetico per l'elevata capacità di condurre il calore. Resiste agli urti ed alla corrosione e, se di buona qualità, agli shock termici.

Svantaggi: questo materiale si usura con il tempo ed è soggetto alle abrasioni. Facilmente danneggiabile se si usano lame per tagliare il cibo all'interno del recipiente.

Pentole in Rame Stagnato
Tegame antiaderente
Tegame antiaderente
Viene utilizzato moltissimo per le preparazioni pasticcere, è perfetto per tutto quello che richiede precise temperature e cotture lente, quando il calore deve essere trasmesso direttamente dalle pareti del contenitore, dai risotti alla polenta, dalle creme al caramello.

Vantaggi: consente un notevole risparmio energetico perché dotato di eccellente conduttibilità del calore. Resiste agli urti, agli sbalzi termici,alle abrasioni ed alla corrosione. Si può usare per servire a tavola grazie alla preziosa estetica della pentola.

Svantaggi: è necessario lucidarne l'esterno perché tende a scurirsi. Periodicamente l'interno andrebbe ristagnato. Abbastanza costoso.

Pentola rame
Pentola in rame
Padelle in Ferro
Padella ferro
Ottimo materiale per le cotture brevi ed a calore elevato quindi per le fritture e le cotture al salto.

Vantaggi: prezzo molto contenuto.

Svantaggi: non può essere usato per la conservazione dei cibi ed è soggetto ad abrasioni se si usano ingredienti acidi come il succo di limone o l'aceto. Tende ad arrugginirsi ed è necessaria una costante manutenzione.

Padella in ferro
Pentole in Pietra Ollare
E'  idonea per le cotture lunghissime a fiamma molto moderata: zuppe, brasati, stracotti e polenta. Prima di usarla la prima volta và unta con olio, lasciata ad impregnarsi per almeno tre giorni di grasso e poi risciaquata.

Vantaggi:  sebbene impieghi molto tempo per scaldarsi, la struttura ricca di intercapedini di questo materiale naturale permette di mantenere e conservare il calore per molto tempo. La pietra ollare è estremamente impermeabile e non necessita di alcuna smaltatura a vantaggio dell'igiene.

Svantaggi: è un materiale soggetto a rotture per gli urti. Poco pratica da maneggiare.

Pentola in pietra ollare
Pentola  pietra ollare
Pentole in Terracotta
La terracotta è indicata per le cotture lunghe ed a temperature costanti come il risotto, lo spezzatino, il ragù, i legumi ed i minestroni. Và sempre usato lo spargifiamma di rete per distribuire il calore uniformemente ed evitare che la fiamma del fornello sia a diretto contatto con il coccio. Prima dell'uso la pentola nuova và lasciata in ammollo per 12 ore per permettere alla terracotta, seccata durante la cottura, di reidratarsi.

Vantaggi: le pentole di terracotta permettono di mantenere il cibo a temperatura uniforme con piccole variazioni di fiamma; sono belle da portare a tavola. Si lavano molto facilmente, anche senza l'uso di detergenti.

Svantaggi: sono abbastanza fragili, sensibili agli shock termici e piuttosto ingombranti. Dopo essere state lavate queste pentole non possono essere subito riposte ma devono essere lasciate ad asciugare rovesciate per far si che l'umidità possa evaporare dal fondo che, contrariamente alle pareti del recipiente, non è smaltato. Sconsigliato l'uso di strumenti metallici per mescolare il cibo per evitare di graffiare la smaltatura.

Pentola coccio
Pentola terracotta
Questo sito utilizza la Creative Commons License l Privacy e Note Legali l Author Mist. Loto
Creative Common License
Iscriviti ai feed dei consigli
Iscriviti ai feed dei consigli
Link Utili Pentole
PULIZIA PENTOLE
Alluminio: Per la pulizia di pentole e padelle in alluminio e farle tornare come nuove è sufficiente cuocervi dentro della salsa di pomodoro per circa 20 minuti, dopodiché, la padella o pentola, và lavata normalmente con detersivo, i risultati sono ottimi.
In alternativa si può usare il sapone di Marsiglia abbinato ad una paglietta abrasiva dura.
Rame: Per pulire le pentole in questo materiale e farle tornare come nuove  seguire questo procedimento: 
- esterno: mettere un cucchiaio di sale in una scodella  aggiungere dell'aceto e far scogliere il sale. Fatto questo, prendete una spugnetta e strofinate la parte da pulire; anche qui risultati ottimi.
- interno: una spugnetta morbida con detersivo per piatti e acqua bollente sono il metodo migliore per pulire a dovere l'interno delle pentole in rame.
Padelle con Rivestimento in Ceramica
Acciaio inox: Contro i depositi di bruciato che si formano nelle pentole è necessario lasciare le pentole in ammollo per circa 15 minuti in acqua bollente con un goccia di detersivo liquido per stoviglie; a questo punto si può rimuovere lo sporco con una spugnetta normale o con una che abbia il rivestimento abrasivo in nylon. Per rimuovere il calcare lasciate in ammollo la pentola in una soluzione composta per il 50% di acqua e per il 50 % di aceto; aspettate che il calcare si sciolga e sciacquate. Anche per l'acciao molto valido il metodo del pomodoro.
Contro i depositi di bruciato e di grasso che si formano nelle varie pentole dopo la cottura degli alimenti si può usare questo metodo, adatto un po' a tutti i tipi di pentole:
prendere un bicchiere d'acqua, mezzo d'aceto, due cucchiai di bicarbonato di sodio e far bollire il tutto per dieci minuti nella pentola da pulire. Sciacquare.
Antiaderente: acqua bollente e detersivo liquido, uniti ad una spugnetta morbida rappresentano il metodo migliore per la pulizia dell'antiaderente. Attenzione a non usare spugnette abrasive metalliche che potrebbero rovinare, scalfire lo strato di smalto antiaderente delle pentole, danneggiandole irrimediabilmente.
Terracotta: per la pulizia di pentole in terracotta usare una soluzione composta da acqua e bicarbonato ( 100 g bicarbonato 300 cl acqua) e fregare con una spugna per circa 1 minuto. Sciacquate e passate sulle pareti della pentola una spazzola imbevuta di sale e aceto, otterrete così una pentola sgrassata ed igienizzata.
Ollare: Per procedere con la pulizia di una pentola in pietra ollare è necessario innanzitutto lasciarla raffreddare completamente, onde evitare rotture dovute a sbalzo termico;  dopodiché lavarla  con acqua e sapone e una normale spugna per piatti non troppo abrasiva.


Il materiale giusto per ogni tipo di cottura - Pulizia -
Pulizia pentole
Pentole, scegliere il giusto materiale - Consigli pulizia pentole
Google
Padella in ceramica
Padella con rivestimento in ceramica
Sono le pentole di ultima generazione; il loro rivestimento interno è ricoperto da uno strato di ceramica ( da non confondere con lo smalto ceramico molto in voga negli anni '60 ) che permette di cucinare in modo leggero e veloce, rendendo il cibo dorato e croccante.

Vantaggi: Il rivestimento in ceramica, se è di buona qualità, resiste agli shock termici, alle alte temperature, alle abrasioni ed è abbastanza difficile da graffiare. Il rivestimento in ceramica è facile da pulire e si adatta ai piani di cottura a gas, elettrici o in vetroceramica. Di solito la produzione di pentole e padelle con rivestimento in ceramica è eco-compatibile

Svantaggi: Le pentole con l'interno in ceramica sono più costose delle antiaderenti tradizionali e, purtroppo, risentono degli urti; in caso di cadute accidentali è possibile che si scheggino irrimediabilmente, rendendo la pentola inutilizzabile. Pur essendo antiaderente, il rivestimento in ceramica non è antiaderente quanto il teflon ed è quindi necessario un minimo di condimento per cucinare senza che il cibo si attacchi.
Guarda i prezzi
Guarda i prezzi
->
->
->
->
->
->
Iscriviti ai feed dei consigli
Segui su Twitter
.....................................................
Segui via email i Consigli di Mist. Loto
.....................................................
.....................................................
.....................................................
.....................................................
Ricerca sul Web
Vai al blog
Contatti
->