Home / Ravanelli: Proprietà e Benefici

Ravanelli: Proprietà e Benefici

Ravanelli Proprietà e Benefici

Ravanelli proprietà e benefici
Ravanelli proprietà e benefici

Il ravanello, nome scientifico Raphanus sativus, conosciuto anche col nome di rapanello, è una pianta erbacea appartenente alla famiglia delle Crocifere originaria dell’Asia.

Il suo ciclo vegetativo è molto breve tanto che i suoi piccoli fiori sbocciano già  tre mesi dopo la semina dando origine in seguito ai suoi frutti dal caratteristico colore rosso scuro. Il ravanello viene coltivato in tutte le zone d’Italia e, grazie alle colture sviluppate in serra e all’importazione da paesi esteri, lo possiamo trovare sulle nostre tavole in tutti i periodi dell’anno.

La sua disponibilità in natura corrisponde al periodo primaverile estivo, aprile e luglio sono i mesi migliori per la sua raccolta.

I ravanelli, già conosciuti all’epoca dell’impero romano, erano impiegati per favorire il sonno, questo grazie alla presenza della vitamina B e delle sue proprietà tranquillanti.

Composizione Chimica

I ravanelli contengono il 95 % d’acqua, lo 0,7 % di proteine, lo 0,6 % di ceneri, l’1,9 % di zuccheri e lo 0,1 % di grassi. Contengono gli acidi grassi omega 3 e omega 6.

I minerali: sodio, ferro, potassio, calcio, fosforo, magnesio, zinco, fluoro, rame, selenio e manganese.

I ravanelli contengono vitamina A, le vitamine B1, B2, B3, B5, B6,  vitamina C, K e J. Contengono inoltre beta-carotene, luteina e zeaxantina.

Gli zuccheri si dividono in destrosio e fruttosio.

Gli aminoacidi: acido aspartico, acido glutammico, alanina, arginina, cistina, glicina, fenilalanina, istidina, isoleucina, leucina, lisina, prolina, metionina, serina, tirosina, triptofano, valina e treonina.

Proprietà e Benefici dei Ravanelli

Ravanelli proprietà e benefici
Ravanelli proprietà e benefici
  • Depurativo: sono ormai molto note le proprietà depurative e diuretiche dei ravanelli ma non solo, è stata dimostrata anche la sua efficacia come alimento calmante della tosse.
  • Apparato urinario: le sue proprietà diuretiche aumentano la produzione di urina e contribuiscono a lenire la sensazione di bruciore durante la minzione e l’infiammazione dell’apparato urinario.
  • Fa bene al fegato: in caso di problemi al fegato si consiglia di assumere una tazzina del suo succo prima di qualsiasi pasto.
  • Ittero: hanno proprietà disintossicanti che li rendono utili per la salute dello stomaco e del fegato in quanto facilitano l’eliminazione delle tossine. La loro assunzione facilita l’eliminazione della bilirubina ed è quindi consigliata per il trattamento dell’ittero.
  • Problemi respiratori: il ravanello, grazie alle sue vitamine e le sue proprietà disinfettanti, può essere utilizzato come aiuto naturale nella cura di diverse patologie come l’asma, le affezioni polmonari in generale e l’inappetenza.
  • Perdita di peso: i ravanelli hanno una buona quantità di fibre alimentari ed un basso indice glicemico. Hanno un buon effetto saziante e allo stesso tempo un basso apporto calorico, queste proprietà li rendono ideali per chi vuole perdere qualche chilogrammo di troppo.
  • Punture di insetto: hanno proprietà anti pruriginose che possono essere utili in caso di punture d’insetti. Il caso di puntura d’ape si può utilizzare il succo di ravanelli per lenire il dolore.

La Semina dei Ravanelli

Il periodo giusto per la semina dei ravanelli all’aperto va da aprile fino a luglio, mentre se si decide di seminarli nei primi mesi dell’anno, la semina va fatta in un ambiente riparato. Durante la crescita si consiglia di estirpare le piantine più deboli per permettere alle altre di crescere più rigogliose e produrre così ravanelli di qualità.

La pianta del ravanello teme solo due cose: la siccità e le alte temperature. Questo il motivo per cui si consiglia di irrigare frequentemente le piantine di ravanello.

Le Calorie dei Ravanelli

Molto basse le calorie per quanto riguarda il ravanello, ogni 100 gr. di parte edibile ne abbiamo solamente 16.

Ravanelli Curiosità

Ravanelli proprietà e benefici
Ravanelli proprietà e benefici

In Giappone si coltiva una varietà di ravanello, denominata Daikon, che può raggiungere il peso di 4 chilogrammi e la lunghezza di un metro.

Pare che già nell’epoca dell’antico Egitto, questi ortaggi venivano consumati crudi insieme a gustosi spicchi d’aglio.

Nella composizione di insalate, dove i ravanelli trovano facilmente posto, visto il loro particolare gusto, è possibile aggiungere anche le loro foglie, a patto naturalmente che siano ancora verdi e fresche.

Quando si acquistano dei ravanelli è bene prendere in considerazione le loro dimensioni e preferire quelli più piccoli in quanto quelli di maggiori dimensioni potrebbero risultare troppo “legnosi” da masticare. È bene fare attenzione anche allo stato delle foglie, quelle non ancora appassite stanno ad indicare la freschezza del prodotto.

Con le loro 16 calorie rappresentano una delle verdure meno caloriche in assoluto.

Per accentuare la loro croccantezza si possono immergere un paio d’ore in acqua fredda prima di consumarli.

I ravanelli possono essere conservati in frigorifero avvolgendoli in un canovaccio umido riposto all’interno di un sacchetto aperto, possono essere conservati anche per una decina di giorni.

Ravanelli: Proprietà e Benefici

Ultimo aggiornamento 22/03/2016

Disclaimer:

Questa non è una testata medica, le informazioni fornite da questo sito hanno scopo puramente informativo e sono di natura generale, esse non possono sostituire in alcun modo le prescrizioni di un medico o di altri operatori sanitari abilitati a norma di legge. Le nozioni sulle posologie, le procedure mediche e le descrizione dei prodotti presenti in questo sito hanno un fine illustrativo e non consentono di acquisire la necessaria esperienza e manualità per la loro pratica o il loro uso. Se ti sono state prescritte delle cure mediche ti invito a non interromperle né modificarle, perché tutti i suggerimenti che trovi su www.mr-loto.it devono essere sempre e comunque confrontati con il parere del tuo medico curante.