Home / Recensioni Libri / Personaggi Condannati da un Autore – Recensione Libro

Personaggi Condannati da un Autore – Recensione Libro

Condividi

Personaggi Condannati da un Autore – Recensione Libro

Personaggi Condannati da un Autore

di Moreno Tubia

Personaggi condannati da un autore - Recensione libro
Personaggi condannati da un autore

 

 

Genere: Narrativa

Anno di pubblicazione: 2015

Editore: 96, rue de–La-Fontaine Edizioni

Recensione libro: sufficiente

Trama

Personaggi condannati da un autore” è una raccolta di racconti brevi di vario genere. Le storie sono dodici e vanno dalla semplice narrativa all’horror, dal thriller al fantasy. Così troviamo personaggi singolari come un Babbo Natale giustiziere, un ragazzo in grado di decidere la morte di qualcuno soltanto immaginandola, un padre di famiglia alle prese con un gatto resuscitato e molti altri che trovano la loro sistemazione nelle storie create per loro da Moreno Tubia.

Incipit

«Certo che la vita è strana. Ti svegli ogni mattina per andare a lavorare… studiare… giocare…. contare i petali delle margheritine, pensando che la giornata sarà uguale a quella precedente. Infatti, dalle scuole superiori mi era arrivata quella consapevolezza: tutto qui. Ogni giorno è lo stesso? Ma la vita è imprevedibile.»

Recensione

È abbastanza difficile scrivere la recensione di un libro come “Personaggi condannati da un autore” perché, essendo una raccolta di racconti, ogni racconto dovrebbe essere trattato a parte.

Proprio perché non si tratta di una storia ma di dodici storie diverse, in questa recensione non potrò parlare della trama di questo libro o di un personaggio in particolare.

Diciamo che lo stile di Moreno Tubia è estremamente giovanile e spontaneo. Tutte le storie sono raccontate in modo diretto e colloquiale, quasi come se fosse un amico a parlarcene. “Personaggi condannati da un autore” è un libro che si legge molto velocemente e che è adatto a chi non legge di frequente, proprio perché è una lettura semplice e poco impegnativa.

In “Personaggi condannati da un autore” Tubia si è cimentato in diversi generi letterari. Visto che in questo libro ho preferito alcune storie piuttosto che altre, trovo che questo autore sia particolarmente dotato per l’horror ed il fantasy mentre mi è sembrato meno a sua agio con le storie di semplice narrativa. Nonostante qualche spunto già trito e ritrito, in linea generale ho apprezzato la creatività di Tubia nella scelta dei personaggi insoliti e delle storie strane ed inaspettate.

Ho notato più volte che gli autori emergenti tendendo ad usare troppe ricercatezze letterarie oppure, al contrario, scrivono esattamente come parlano.

Nel caso di “Personaggi condannati da un autore” avrei preferito un linguaggio un po’ più elegante. Trovo che diverse storie contenute in questo libro avrebbero potuto avere un impatto molto più gradevole se fossero state raccontate con termini meno espliciti, meno comuni.

Credo che per questa pecca Tubia sia stato tradito dalla sua passione per il cinema. È come se l’autore avesse immaginato le storie di questo libro come dei cortometraggi. C’è una buona descrizione delle scene e degli stati d’animo ma il linguaggio che supporta delle immagini visive non è sempre adatto ad una storia scritta, che non può essere vista ma deve essere immaginata.

La lettura non dovrebbe soltanto essere un modo per conoscere una storia ma dovrebbe essere in grado di arricchire oppure di generare un piacere nel momento stesso in cui si legge e si immagina quello che viene raccontato. Se la storia è di puro intrattenimento insomma, deve essere scritta in modo impeccabile.

Non ho comunque dubbi sul fatto che Moreno Tubia possa limare il suo stile personale fino a raggiungere ottimi livelli, perché ha dalla sua parte una grande fantasia che nel panorama dei giovani scrittori ultimamente manca un po’.

Concludo la recensione di “Personaggi condannati da un autore” consigliando questo libro a chi vuole scoprire un nuovo autore ed a chi preferisce il cinema alla letteratura.

Citazione

«Tutto è al suo posto ma tutto è completamente diverso. Tutto è cambiato… più grande… vecchio…come me.»

Curiosità

Moreno Tubia, l’autore di “Personaggi condannati da un autore” è appassionato di cinema ed ha diretto un cortometraggio amatoriale, Au Revoir, che nel 2012 ha partecipato allo Skepto International Film Festival.

Moreno Tubia ha vinto come migliore Podcast il Web Radio Festival nel 2015 con il programma Dubita Radio.

Personaggi condannati da un autore” è il secondo libro di questo autore emergente.

Personaggi Condannati da un Autore – Recensione Libro