Home / Shiitake: Proprietà e Benefici

Shiitake: Proprietà e Benefici

Condividi

Shiitake Proprietà e Benefici

Shiitake proprietà e benefici
Shiitake proprietà e benefici

Il fungo shiitake, nome scientifico Lentinus Edodes, è un fungo commestibile che, grazie alle sue proprietà terapeutiche, è molto conosciuto ed utilizzato nel continente asiatico, in particolar modo in Cina e Giappone.

Lo shiitake cresce normalmente in primavera ed in autunno su tronchi di alberi con legno duro, in particolar modo sulla quercia, meno su faggi, castagni ed altri ancora. È uno dei funghi più consumati al mondo, non solo per le sue proprietà terapeutiche ma anche grazie al suo gusto che generalmente è molto apprezzato.

In Italia lo si trova in commercio nelle erboristerie o nei negozi etnici generalmente secco, oppure in capsule contenenti il suo estratto. Negli ultimi anni viene coltivato con successo anche nel nostro Paese.

Composizione Chimica dello Shiitake

Il fungo essiccato contiene l’11 % di acqua, il 14,2 % di proteine, il 2,7 % di proteine, il 2,7 % di grassi, il 2,8 % di ceneri, il 62 % di zuccheri ed il 6,5 % di fibre alimentari.

Contiene le vitamine B1, B2, B5, B6, B12, D e la vitamina E.

I minerali: sodio, ferro, potassio, magnesio, alluminio, calcio, zinco, zolfo e fosforo.

Contiene tutti gli aminoacidi essenziali, metionina, lisina, arginina, metionina e fenilalanina. Il fungo contiene eritadenina e colina, due sostanze che hanno proprietà che apportano benefici alla nostra salute.

Contiene inoltre l’egosterolo e molti polisaccaridi dei quali il lentinano rappresenta il componente principale.

Proprietà e Benefici dello Shiitake

Shiitake proprietà e benefici
Shiitake proprietà e benefici
  • Potenzia il sistema immunitario: grazie ai principi attivi contenuti nel fungo, una delle principali proprietà riconosciute allo shiitake è quella di rinforzare il sistema immunitario, in questo modo protegge l’organismo dalle infezioni virali e batteriche.
  • Abbassa il colesterolo: grazie alla presenza dell’eritadenina, abbassa i livelli di colesterolo cattivo LDL nel sangue, mantiene le arterie elastiche ed abbassa la pressione arteriosa. Abbassando i livelli di colesterolo previene la formazione di pericolose placche nei vasi sanguigni, abbassa il rischio di sviluppare malattie cardiovascolari come l’arteriosclerosi, l’infarto e l’ictus. Uno studio condotto in Giappone ha dimostrato che l’assunzione del fungo shiitake aumenta la concentrazione del colesterolo presente nelle feci a conferma di questa qualità del fungo.
  • Radicali liberi: una ricerca condotta presso l’American Chemical Society Meeting di Washington nel 2005 i ricercatori hanno confermato che i funghi hanno un alto contenuto di un composto antiossidante particolarmente attivo nel contrastare i radicali liberi. Il nome di questa sostanza è ergotioneina.
  • Antitumorale: da recenti studi pare che il lentinano, un polisaccaride contenuto nel fungo, abbia proprietà antitumorali e che si sia rivelato efficace anche nella protezione del fegato. Le proprietà antivirali dello shiitake vengono utilizzate anche nella cura dell’HIV e dell’epatite.
  • Carie: uno studio del 2002 compiuto sui ratti suggerisce che l’assunzione di questo fungo è utile nel ridurre il rischio di carie. Come sappiamo però l’organismo degli animali è diverso dal nostro e di conseguenza anche le reazioni non solo le stesse. Si attendono quindi esperimenti compiuti su esseri umani per poter confermare questa proprietà dello shiitake.
  • Artrite: uno studio pubblicato su The Journal of Nutrition nel 2011 suggerisce che lo shiitake potrebbe contribuire a ridurre il rischio di artrite o perlomeno limitarne l’avanzamento. Questi benefici sono da imputare ad una tipologia di fibra chiamata beta-glucano.
  • Perdita di peso: lo shiitake ha un alto contenuto di fibra ed è molto basso in calorie, la sua assunzione provoca un senso di sazietà abbastanza duraturo che impedisce così di assumere cibo in eccesso. Questo lo rende ideale per le persone che vogliono perdere peso.
  • Anemia: è un fungo particolarmente ricco di ferro, un minerale che migliora la distribuzione dell’ossigeno attraverso il flusso sanguigno e che viene utilizzare per trattare l’anemia ed i suoi sintomi.
  • Trombosi: è stato dimostrato che il consumo di olio di shiitake è in grado di prevenire con successo la trombosi, una patologia causata da coaguli di sangue che limitano l’afflusso di sangue. I funghi shiitake hanno un buon contenuto di lentionina, un composto in grado di inibire l’aggregazione piastrinica.

Shiitake: Un po’ di Storia

Lo shiitake, anche grazie alle sue proprietà terapeutiche, è il secondo fungo più utilizzato al mondo. Ancora oggi in Giappone lo shiitake viene chiamato fungo della foresta proprio per la sua caratteristica di crescere sui tronchi di determinate piante. In Cina invece viene chiamato fungo profumato.

Pare che in Cina e Giappone il fungo fosse conosciuto già 2.000 (citazioni dello shiitake compaiono anche in documenti della medicina cinese risalenti a quel periodo) anni fa dove faceva già parte della normale alimentazione di alcune popolazioni. In Cina la coltivazione di questo fungo è addirittura antecedente a quella del riso e, negli ultimi decenni sempre la Cina è diventata il primo paese produttore di shiitake togliendo il primato al Giappone.

Shiitake e Calorie

Ogni 100 grammi di shiitake si ha una resa calorica pari a 34 calorie.

Controindicazioni

I funghi shiitake potrebbero causare reazioni allergiche in individui particolarmente sensibili. I sintomi più comuni di questo tipo di allergia sono l’orticaria, gonfiore a viso, collo e gola, difficoltà respiratorie e aumento del battito cardiaco.

In alcuni casi i funghi potrebbero causare diarrea, mal di stomaco, nausea, vomito e problemi digestivi in generale. Questi disturbi sono associati ad un consumo eccessivo di funghi e all’incapacità dell’organismo di metabolizzarli tutti in una volta.

In rari casi si sono verificate dermatiti e problemi di fotosensibilità.

Shiitake Curiosità

La parola shiitake deriva da due parole giapponesi che significano fungo e quercia, o perlomeno un albero simile.

Una leggenda attribuisce ad un boscaiolo la scoperta del metodo di coltivazione dello shiitake.

I funghi shiitake hanno un aroma gradevole e nella cucina orientale sono parte integrante della dieta quotidiana.

Alcuni principi attivi estratti dal fungo vengono impiegati in cosmesi per la preparazione di creme anti invecchiamento.

Secondo le antiche credenze orientali il fungo è in grado di mantenere viva la vitalità di chi se ne ciba.

Nella tradizione popolare cinese è utilizzato da sempre per contrastare gli stati influenzali.

Negli ultimi anni, grazie al molto parlare che se ne è fatto, anche in Europa sono stati condotti diversi studi sulle proprietà di questo fungo che nella maggior parte dei casi sono state confermate.

Negli anni 60′ in Giappone, durante alcuni studi sui tumori, si scoprì che vi era una regione in cui si coltivava in modo intensivo lo shiitake i cui abitanti erano pressoché immuni da questo tipo di male. Venne stabilita una relazione tra questi due fattori e si scoprì che una sostanza chiamata lentinano, aveva proprietà antitumorali.

I maggiori produttori di questo fungo a livello mondiale sono Cina e Giappone anche se ultimamente il Brasile sta intensificando la sua portata produttiva e non è lontano dagli altri due paesi come quantitativo prodotto.

Shiitake: Proprietà e Benefici

Ultimo aggiornamento 24/03/2016

Disclaimer:

Questa non è una testata medica, le informazioni fornite da questo sito hanno scopo puramente informativo e sono di natura generale, esse non possono sostituire in alcun modo le prescrizioni di un medico o di altri operatori sanitari abilitati a norma di legge. Le nozioni sulle posologie, le procedure mediche e le descrizione dei prodotti presenti in questo sito hanno un fine illustrativo e non consentono di acquisire la necessaria esperienza e manualità per la loro pratica o il loro uso. Se ti sono state prescritte delle cure mediche ti invito a non interromperle né modificarle, perché tutti i suggerimenti che trovi su www.mr-loto.it devono essere sempre e comunque confrontati con il parere del tuo medico curante.