Società

Il Capo Ideale

Carisma, Fermezza, Giustizia ma Anche Amore

Come deve essere il capo ideale? Quali sono le caratteristiche che fanno di una persona che deve comandare una vera guida e non un tiranno detestato da tutti?

Il capo ideale

Il capo ideale deve essere in grado di riconoscere e difendere la giustizia ma deve anche saper volgere il proprio sguardo oltre le cose materiali. Se un uomo nel comandare non è mosso da valori alti e spirituali, non può essere un capo ideale. Prima o poi infatti si lascerà trascinare dalla tentazione dei soldi e del potere.

Nel 410 d.C. Sant’Agostino descrisse in modo perfetto le caratteristiche che dovrebbe avere il capo ideale:

Coloro che comandano « (…) sono “felici” se regnano con giustizia, se non inorgogliscono quando sono circondati dalle più sottili adulazioni e dal servilismo esageratamente ossequioso degli uomini ma ricordano d’esser uomini, (…) se temono, amano, adorano Dio. (…)

Se perdonano facilmente e sono più lenti nel punire. Se ricorrono alla punizione unicamente per la necessità di governo, e non per soddisfare la propria sete di vendetta.

Se la loro clemenza non è per lasciare impunita l’ingiustizia, ma è guidata da una speranza di miglioramento. Se, costretti a decisioni difficili, sanno attenuarle con la dolcezza della clemenza e con la prodigalità dei benefici. (…)

Se preferiscono comandare sulle passioni malvagie che su qualsiasi popolo, e se compiono tutto questo non per l’ardente desiderio d’una inutile gloria, ma per amore della felicità eterna.

Se non trascurano d’offrire al loro vero Dio per i propri peccati il sacrificio dell’umiltà, della pietà, della preghiera.»

Il Capo Ideale e la Spiritualità

In questo scritto sulle caratteristiche che il capo ideale dovrebbe possedere, Sant’Agostino fa riferimento alla fede cristiana e a Dio come a dei punti di riferimento per la coscienza. Penso che, anche per chi non crede o segue una fede diversa, sia comunque facile comprendere quanto sia importante per chi deve comandare fare appello al proprio senso di giustizia ed ai propri valori morali.

Il capo ideale, sostanzialmente, deve essere un uomo di natura spirituale, che ha un profondo senso del Bene, che è umile e comprensivo e che è forte davanti all’ingiustizia ed alle tentazioni.

Se guardiamo i politici o gli industriali di oggi, quelli che hanno l’onere ed il privilegio di comandare, è difficile trovare un capo ideale. Forse proprio perché è evidente che sono più interessati ai soldi che ai valori morali. La cosa triste è che molte persone continuano ad invidiare o maledire chi è lì a comandare ma non cerca il cambiamento perché lo ritiene impossibile. Eppure esistono ancora persone giuste e se fossimo governati da un capo ideale staremmo tutti meglio.

Tags

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button