Home / Spiritualità / Il Natale mi Mette Tristezza

Il Natale mi Mette Tristezza

Il Natale mi Mette Tristezza

In questo periodo dell’anno non faccio altro che sentire questa frase: il Natale mi mette tristezza. Da quel che vedo, sempre più persone vivono il periodo natalizio con ansia e malinconia.

Il Natale mi mette tristezza
Il Natale mi mette tristezza

Molti del Natale non sopportano gli obblighi sociali. Sentirsi moralmente costretti a fare dei regali ed a partecipare a pranzi e cene familiari mette addosso una certa disarmonia.

Per altri il nucleo della tristezza del Natale sta nella solitudine. Chi non ha, o non ha più, una famiglia con la quale condividere questa festa, vive il Natale con malinconia. Perché il momento in cui ci si sente più soli è proprio quello in cui si vorrebbe condividere qualcosa di bello.

Poi ci sono quelli che dicono: il Natale mi mette tristezza perché è la fiera dell’ipocrisia. In questa festosa circostanza scorgono solo finzione ed un’umanità ed un’unione che in realtà non ci sono.

E poi c’è il solito discorso del consumismo che certamente toglie credibilità al Natale.

E mentre cammino tra lo sfavillio di alberi di Natale e vetrine addobbate a festa, sono tentato anche io di pensare che il Natale mi mette tristezza. Perché mai come in questo periodo dell’anno mi accorgo che con il nostro cinismo, non siamo più abituati alla bellezza. Non crediamo più nella bellezza delle cose semplici e dei valori buoni della vita.

Non è il Natale che Rende Tristi

Il Natale non è un albero con le lucine, non è Babbo Natale che beve coca-cola.

Natale è la nascita di Cristo, di quello che rappresenta. E questa festività ci continua a ricordare dei valori e dei sentimenti che non riconosciamo più. Perché in fondo la tristezza durante il Natale è dovuta alla carenza di buoni sentimenti  durante il resto dell’anno.

Se vengo lasciato solo durante l’anno, a Natale mi sentirò ancora più solo. Se durante l’anno vengo ignorato e poi a Natale tutti si mostrano gentili, lo percepirò come una farsa. Anche se dietro ci sono delle reali buone intenzioni.

Tutta la magia legata al Natale, fatta di bontà, disponibilità e famiglie riunite, brucia a chi ha imparato a fare a meno di queste cose a sue spese.

Assumiamoci quindi l’impegno di dimostrare a chi non vede più la bellezza dei buoni sentimenti che questi esistono. A chi dice il Natale mi mette tristezza facciamo vedere che le cose belle possono accedere ogni giorno.

Non lasciate che la capacità di sognare, di credere e di amare scompaia dal cuore degli uomini.

Buon Natale.

Il Natale mi Mette Tristezza

Lettura consigliata: La tregua di Natale di Ypres di Cataldo BevacquaAcquista La tregua di Natale

Amazon

 

55 commenti

  1. Non mi mette tristezza ma non lo vivo bene…Un abbraccio e buone feste Mr Loto! 65Luna

    • Mi dispiace molto, perché il Natale può essere un’ottima occasione per sentire un po’ di contentezza nel cuore. Posso chiederti il motivo?
      In ogni caso ti auguro di ritrovare quest’anno tutta la gioia e la magia del Natale dentro di te!
      Un abbraccio.

  2. Sai penso che il Natale sia una festa un po’ particolare che viene vissuto in maniera molto soggettiva, è comprensibile la malinconia e la tristezza perché ognuno ha i suoi morivi….ma per quello che riguarda il consumismo e l’obbligo dei pranzi ecc. credo che siano un po’ luoghi comuni. Siamo noi a decidere in che modo viverlo e cosa comprare oppure no….quindi, come sempre, dipende da noi scegliere il modo pià giusto. Penso che, soprattutto in questa festa, occorra sincerità e la necessità di stare vicino alle persone che amiamo e che ci fanno stare bene, e anche gli altri sevono comprendere….gli obblighi non devono esistere.
    Tanti cari Auguri di Buon Natale a te e famiglia, un abbraccio! 🙂

    • Brava Silvia, mi piace il tuo pensiero. Perché quello che conta è la sincerità e “siamo noi a decidere in che modo viverlo e cosa comprare oppure no”.
      Chi vive male questo periodo dell’anno per la presunta ipocrisia, per gli obblighi sociali o per il consumismo dovrebbe avere il coraggio per primo di tirarsi indietro scegliendo un Natale diverso, sincero e di vera partecipazione. E non limitarsi a non festeggiarlo! Altrimenti sono solo scuse, eh!
      Buon Natale anche a te, ti abbraccio anche io!

  3. A me il natale mi lascia completamente indifferente, è un giorno come tutti gli altri e lo vivo come SEMPRE in pieno entusiasmo, positività e ottimismo, idem per l’ultimo dell’anno

    • Se per te il Natale è un giorno come tutti gli altri presumo che tu non sia credente, quindi è giusto così. Il fatto che tu viva ogni giorno con entusiasmo ed ottimismo è un grande merito perché così porti entusiasmo ed ottimismo al mondo… e ce n’è davvero tanto bisogno!
      Un saluto e buone feste!

  4. Conservo tanti flash del Natale: il presepe costruito insieme a mio padre da piccola, i biscotti prepaparati insieme ad una signora che mi ha cresciuta, i “porcedduzzi” di mia madre che non mi sono mai piaciuti (per fortuna ci sono le pettole). Da parte mia mi predispongo ad una serenità interiore con tutto ciò che comporta. Accetto la frenesia inevitabile, il regalo non azzeccato….Solitamente vengo ripagata! Buon Natale Mr. Loto e un grazie per gli argomenti di meditazione che propone durante l’anno!

    • Forti dei nostri bei ricordi legati al Natale della nostra infanzia dovremmo fare il modo di trasmettere la stessa gioia ai bimbi di oggi che purtroppo, con adulti cinici e disinteressati, finiscono col non provare mai questo genere di semplice contentezza.
      Buon Natale anche a te.

  5. Non credo c’entri il Natale in sé. Non sono cattolica per cui ho vissuto solamente l’aspetto tradizione/consumo della festa da adulta. La vita ci presenta motivi di cruccio, vedi fatti recenti, sentirsi allegri e lieti risulta sempre più difficile. E siccome la festa dà spunti di riflessione ancor maggiori, ecco l’effetto tristezza. Forse si salva ancora chi ha bambini piccoli che, volere o volare, ti tirano dentro il loro entusiasmo. La cosa non mi tange più. Anyway……….buon Natale!

    • Se per esser contenti si aspetta che nel mondo non esista più il male si finisce per passare la vita a piangere.
      Ma non è così che funziona.
      La gioia interiore, nonostante tutto, può aiutarci a costruire un mondo migliore.
      Buon Natale anche a te, che sia un momento di riflessioni positive.

      P.S. Volevo dirti che non avendo un account su libero non posso più commentare sul tuo blog ma di tanto in tanto passo comunque a leggere quello che scrivi.

  6. Caro Mr. Loto, ti ringrazio degli auguri che ricambio di cuore. Mi spiace che gli impegni non mi permettano di essere più presente sul blog, ma gli amici almeno a Natale vanno ricordati. Ti auguro uno strepitoso 2017.Spero che anche a me riservi un po’ più di tempo per mantenere i contatti.

  7. Ciao MrLoto, ho già scritto cosa ne penso nel mio post :-)). Il Natale ha la sua magia, una magia che non si sa più cogliere per diverse ragioni.
    Ti faccio i miei auguri e ti mando un abbraccio.

  8. Io conosco diverse persone che vivono male il Natale, alcune per i motivi che adduci, altre perché non hanno più le persone o la famiglia con cui lo passavano in precedenza, altre ancora perché forzate letteralmente a festeggiarlo, soprattutto quando erano bimbi, con il risultato di averne quasi repulsione.
    Buon Natale, caro Mr Loto 🙂

    • …come si fa da bambini a sentirsi costretti a festeggiare il Natale?
      Vedi cosa intendo? Noi adulti non siamo più in grado di trasmetterne la gioia neppure ai bimbi, che per la loro natura ingenua e pura sono naturalmente portati a sentire la “magia”.
      Ciao Wolfghost, grazie, a presto!

  9. A Natale si festeggia un compleanno molto importante.
    La sua ricorrenza si rinnova ogni anno proprio a ricordarci l’insegnamento dato: Umiltà e Amore!
    Questi due importantissimi elementi… pochi lo sanno, ma se praticati donano una gioia incredibile!
    Ecco perché per me, il significato del Natale è, e resterà sempre “Amore donato”.
    Donare, donare… e ancora donare, ma non solo a Natale!
    Alcuni pensano: “Io non ho mai ricevuto Amore, quindi non ne posso avere da donare agli altri”.
    Niente di più sbagliato!
    Esso non si trova dentro di noi in base all’Amore che abbiamo ricevuto, ma all’Amore che coltiviamo giorno dopo giorno.
    Oggi il mio campanello ha suonato… non suona tanto spesso, e già questo è stato un dono…
    Era la bimba marocchina che abita nella mansarda del mio palazzo, e che praticamente io e mio marito abbiamo “adottato” insieme alla sua famiglia.
    Mi riportava indietro la scatola che avevo dato alla sua mamma dicendo: “sei stata troppo generosa quest’anno…”
    Io allora le ho risposto: “Ricordati una cosa N………. , l’amore che ricevi devi a tua volta donarlo, e vedrai che sarai sempre felice!”
    Lei mi ha guardato con i suoi grandi occhioni lucidi, dicendo: “Si, lo farò!”
    Poi mi ha abbracciato forte sussurrandomi all’orecchio: “Betty… ti voglio bene!”
    Ecco… stasera ho ricevuto il mio regalo di Natale! Il più bello che si possa ricevere!
    Quel “Ti voglio bene” arrivato da una bimba timida e riservata, che mai e poi mai l’avrebbe pronunciato se non sentito, e la sua promessa… Dio che meraviglia!!
    Questo fa dimenticare gli affanni, le delusioni, i ricordi tristi…
    Dopo averla salutata ho richiuso la porta e ho pianto… ma erano lacrime di gioia…
    Grazie M.r Loto, il tuo è un post meraviglioso! Un incitamento a ritrovare la strada dove abitano i veri sentimenti.
    Ci siamo persi, ma chi davvero lo vuole, troverà quella via.
    Ti lascio un grande abbraccio augurandoti tanta gioia nel cuore!
    Un sereno Natale a te e ai tuoi cari. 🙂

    • Ah che bella storia di Natale! Sembrerà strano ma ogni anno vengo a conoscenza di almeno una storia come la tua. Esperienze che possono sembrare piccole cose ma che, in realtà, nascondono la vera essenza del Natale.
      Ricambio con tanto affetto il tuo abbraccio, grazie Betty, a presto!

    • Ciao Betty.
      Veramente una bella storia, la tua. Un fatto che fa capire quanto ci siamo allontanati dalla semplicità, annegando in un mondo costruito su stereotipi basati sul consumismo, ma privi della capacità di trasmettere piacevoli sensazioni.
      Auguro a te, e a tutti, di poter rivivere spesso queste sensazioni, e non solo a Natale.
      Un saluto e un augurio di Buone Feste a tutti.

      • Ciao Loris,
        ti ringrazio di cuore per il meraviglioso augurio.
        Auguro a te e alle persone che ami, un Santo Natale colmo di armonia e portatore di tanta luce e forza nello spirito.
        BUON NATALE A TUTTI!

  10. A me è sempre piaciuto il Natale e ho vissuto come una magia la sua atmosfera. Purtroppo, negli ultimi anni è stato sempre più difficile viverlo con gioia, perché ho avuto tante preoccupazioni che mi hanno impedito di godere appieno di questo momento di festa. Anche quest’anno sarà un Natale sotto tono, perché mi si sono prospettati problemi di salute piuttosto importanti che mi preoccupano. E allora penso a quei Natali quando ancora c’erano i miei genitori, i suoceri, e mio figlio era piccolo. Eravamo tutti insieme, uniti, senza troppi problemi, ed era bello condividere questa festa con serenità e tranquillità.
    Tantissimi Auguri a te e alla tua famiglia! Che sia un Natale ricco di serenità, salute e pace.

    • Questo tipo di malinconia è più che lecita. Comprendo anche le tue preoccupazioni per la salute, spero che siano cosa che si possano risolvere in fretta.
      Cerca di trovare comunque un po’ di serenità in questi giorni. Il periodo natalizio può aiutarti a trovare la giusta energia positiva per affrontare le sfide quotidiane.
      Grazie Katherine, ti abbraccio.

  11. Sono molto vere le tue parole.
    E quindi ti auguro che sia un Natale autentico di valori per te e per i tuoi cari, di cuore, Mr.

    Grazie per la tua attenzione per me,
    con un sorriso
    ciao
    Ondina 🙂

  12. E’ una menzogna, anche sulla nascita del “povero” Cristo, che si ripete costante negli anni; condita con tante “menzogne sociali”.
    Io preferisco e porgo gli auguri per il Nuovo Anno, costano poco, come quelli per il Natale, ma c’è messaggio di speranza per un miglioramento della razza umana. Non ci credo, ma non si sa mai che …

    Ciao da luigi

  13. Buon Natale per Te e alla tua famiglia.
    .
    Per me l’Avvento e Natale il periodo della attesa il tempo contemplativo, il tempo dei racconti, e il tempo del ascoltare.. I miei genitori mi hanno fatto fatto vivere il l’Avvento e Natale senza stress … era il periodo più sereno, pacifico e colmo d’amore..
    Natale in se non mi rende triste, anzi mi porta indietro e mi rende felice… l’unica cosa che mi rende triste e il natale dei nostri tempi che ha perso il suo vero amore e significo..
    A casa mia mi sono creato il mio natale d’infanzia .. ma dentro nel mio cuore attendo ad un mondo in cui ogni giorno sarà il natale della umanità la nascita di una nuova coscienza ..
    Natale non e solo regali e decorazione.. Natale e una cosa spirituale che ognuno deve prima sentire dentro in se stesso.. per concludere lascio qui tre frasi degli nativi americani..
    Il nostro primo insegnante è il nostro cuore (Proverbio Cheyenne) Cerca la saggezza, non la conoscenza. La conoscenza è il passato, la saggezza è il futuro. (Proverbio Lumbee) Condividere e dare sono le vie di Dio. (Proverbio Sauk)

    … Buon Natale …da Rebecca

    • Proprio così. Il Natale è una cosa spirituale, molto oltre le decorazioni e i regali.
      Molto belle le frasi dei nativi americani… quanta saggezza! Oggi invece ci siamo un po’ persi, le nostre preoccupazioni sono legate solo agli aspetti materiali della vita…

      Grazie Rebecca, buon Natale anche a te, con tutto il cuore.

  14. Ciao Mr.Loto
    buon Natale a te e famiglia. Ho sempre vissuto il Natale come attesa, l’attesa dell’amore. Anche quest’anno è così, anche se è mancata da poco mia mamma (due mesi fa) so che lei è con noi sempre, nel cuore e più ancora oggi. Attesa del bello dell’amicizia del donare, ogni attimo è gioia. So che per chi è solo è più difficile viverlo, ma condividere anche la malinconia può essere attesa di questa meraviglia che ogni anno torna a salvarci dai nostri egoismi. Non posso però, nascondermi dietro una mano, so che il mondo non è perfetto e ogni giorno c’è dolore e sofferenza, prego per questo.Io non sono perfetta ma cerco di migliorarmi, certo con difficoltà e discontinuità, ogni giorno è diverso e più faticoso, si, ma questà attesa rende tutto magico. Auguri di un sereno e magico S.Natale, per tutti.
    Chiara

    • La tua riflessione è davvero bella. Mi spiace molto per la tua mamma, ma sono certo che è e resterà saldamente nel tuo cuore.
      Nel mondo c’è tanto da fare e per far si che diventi un posto migliore la cosa principale da fare è iniziare da se stessi, proprio come hai detto tu.
      Contrariamente alla tendenza generale, io ho molta fiducia nel genere umano. Bisogna solo ritrovare la strada giusta.
      Grazie Chiara, un abbraccio.

  15. Topina di Biblioteca

    Passo ad augurare un Buon Natale a lei, Mr. Loto, e ai suoi affezionati lettori-commentatori.
    Purtroppo la mia condizione di vita con le sue pesanti incombenze raramente mi lascia il tempo e la serenità necessarie per commentare. Ma leggo (e apprezzo) tutte le volte che posso le sue interessanti riflessioni.
    E già che ci siamo… buon 2017!

    • Ti ringrazio, è molto bello sapere che apprezzi quello che scrivo.
      Ti auguro anche io un buon Natale, magari con un po’ di quello stupore che avevamo tutti da bambini.
      A presto.

  16. M.Loto ciao, adoro le luci di Natale, adoro la neve che purtroppo non è caduta. Si, penso ai Natali trascorsi con i miei cari ma ora i ricordi sono belli e semplici, mi danno gioia. Io come ben sai non sono credente ma credo profondamente nei valori di cui parli, essere buoni sempre, onesti, non ipocriti…….Ecco il giorno di Natale ho invitato una amica speciale e sua madre, sto’ cuocendo il ragu’ proprio ora, io ne sono felice e non ho fatto nessun regalo…………sinceramente mi piace tanto questo periodo ma vissuto in tutta libertà, come tutto il resto dell’anno………..A te M.Loto auguro un sereno Natale e un altrettanto sereno fine e inizio…….Con affetto e stima sempre…

    • Che meraviglia! Il tuo è sicuramente l’entusiasmo giusto per affrontare queste festività! 🙂
      Trovo anche molto bello che, pur non essendo credente, durante il Natale tu festeggi i valori in cui credi…
      Grazie, un abbraccio cara Lulù, ti auguro un Natale circondata di pace, sorrisi sinceri e tanto affetto.

  17. Auguri M.Lotto ma non di obbligo ma di cordiale condivisione di tanti righi che sono rimbalzati dai miei monti a ….te. Per tanti come scrivi questi giorni sono di riapertura di armadi con tanti ricordi.
    Anche nel mio di armadi ci sono tanti scatoloni non solo marroni ma anche gialli pieni di energia da dare appena li apro. Nelle feste apro solo quelli gialli e segnandomi ricorderò chi mi ha lasciato ma non con tristezza ma chiedendo da loro energia vitale e perseveranza nel lavoro e nel progettare il futuro. Di nuovo Buon Santo Natale.

  18. Nell’attesa della notte Santa, ti auguro un Natale di pace e serenità.
    Gloria a Dio nell’alto dei cieli e pace in terra agli uomini di buona volontà,
    Buon Natale
    Dani

  19. A me fa piacere notare quanti hanno partecipato a questo tuo post. Perché anche questo è NATALE, quello più vero, anche se “elettronico”, che unisce un po’ tutti.
    Pertanto, e lo scrivo in maiuscolo, quasi un grido… BUON NATALE A TUTTI.
    Ciao.

  20. Anche a me mette tristezza, semplicemente perché’ vorrei essere con la mia famiglia, i miei parenti tutti ed i miei amici d’ infanzia e purtroppo non capita da tanti anni.
    La mia assenza e’ dipesa da 3 mesi di problemi di salute, che mi hanno preoccupato molto, sopratutto perché non avevo la mia famiglia vicino. Ma ormai e’ tutto passato e tornerò’ sul mio blog prestissimo…intanto ti auguro un felicissimo Natale amico mio :*

    • Mi spiace per i tuoi problemi di salute, non potevo immaginare che tu non stessi bene. Però sono lieto che sia tutto passato.
      Ti auguro di passare comunque un Natale di grazia. Anche se sei lontana dalla tua famiglia e dai tuoi amici di infanzia spero comunque che ti arrivi tutto il loro affetto e… sono certo che avrai nuovi amici con i quali festeggiare. Nel caso invece tu fossi sola , se posso darti un suggerimento, dedicati al volontariato in questo giorno di festa. C’è sempre tanto da fare nelle mense dei poveri ed in quei luoghi si sente davvero tutta la magia del Natale.
      Ti abbraccio con tanto affetto.

  21. Ciao, proprio perché lo provi sul campo, per strada tra la gente, quanti la settimana prima non ti salutano nemmeno e magicamente la settimana del Natale ti sorridono a 44 denti e a 100 metri. Poi rifletto e aggiungo che vivo il resto dei 364 giorni e non solo il 25 dicembre. Non è personalmente che il Natale mi metta malinconia, in fondo la malinconia è un sentimento umano, che induce alla riflessione. E’ la società attuale che riconosco più vicina al titolo del tuo post piuttosto che al contenuto. Sfiducia, pessimismo? Può darsi, però anche questo Natale non lo vedo come un Buon Natale. Però non si può fare torto a quanto auspichi. Sereno Natale e non per obbligo sociale, a tutti anche a chi ha fatto in modo che questo Natale, non sia da ricordare.

    • Coraggio Henry! Il male c’è sempre stato, così come gli uomini in male fede e quelli ipocriti. Ma questo non deve farci perdere fiducia nella bontà del genere umano.
      Cerchiamo di celebrare la bellezza invece che le cose brutte! Ed il Natale è un’ottima occasione.
      Buon Natale anche a te.

  22. SERENO NATALE A TUTTI VOI, A VOLTE NON SERVE “GRIDARE” PER FARSI ASCOLTARE ……SE SI PERCEPISCE CHE QUALCUNO HA LA CAPACITÀ DI ” SENTIRCI”…..CI SI ACCORGE ,MAGAR,I RIMANENDO STUPITI DI NON ESSERE POI COSÌ UNICI E SOLI…

    Buonaserata Mr…..

  23. Meglio vivere il Natale da soli piuttosto che avere forzatamente accanto persone che non schiodano, piene di rancore e di odio. Buon Natale a tutti

    • Quanto hai ragione, zzileda.
      E pensare che, a volte, basterebbe così poco…
      E visto che Natale è ormai passato… Beh, buon Santo Stefano, che almeno, forse, ci lascia liberi da un po di quelle persone, no? 🙂

    • @zzileda
      Per la serenità d’animo è sicuramente così. Magari però a Natale sono proprio quelle persone piene di odio e rancore la nostra “missione”. Magari possiamo trasmettere loro qualche sentimento positivo, visto che loro non riescono a provarne.
      Ciao, tanti auguri di buone Feste.

      • Difficile che queste persone provino sentimenti positivi finchè non prendono coscienza di ciò che sono e del loro agire, ammettendo si avere delle colpe anzichè persistere nel trovarle negli altri.
        Facendo un passo indietro, quando hai parlato di “Lotta tra il Bene e il Male”, il seguente passo lo trovo fondamentale:

        “Trovo che sia sempre bene cercare di comprendere le cause della cattiveria ma bisogna anche stare molto attenti a non giustificarla sempre.
        Anche l’educazione alla consapevolezza è importante. Quando i bambini compiono una cattiva azione ad esempio, bisognerebbe sempre chiedere loro perché l’hanno fatto, oltre a metterli in castigo. Bisogna aiutarli a comprendere che anche se si sentono arrabbiati o frustrati possono agire diversamente. Sembra assurdo, ma al giorno d’oggi c’è una grave mancanza di educazione ai sentimenti! I bambini vengono istruiti su tutto ma non viene loro insegnato come gestire quello che provano.”
        Purtroppo anche molti adulti sono fermi là, all’infanzia e non hanno mai progredito. Anzichè lavorare su se stessi, certo fa più comodo scaricare sugli altri e fare le vittime.

        • È vero, ma una certa forma di “educazione” in questo senso è sempre possibile. Si può chiedere anche ad un adulto perché sceglie di comportarsi in un certo modo. Ovviamente con la delicatezza dovuta. A volte basta instillare un ragionevole dubbio in queste persone per far si che si rendano conto del loro operato. Altre volte non basta, ma almeno ci si è provato.
          Credo sia bello ed importante dare un’occasione di cambiamento a tutti. Perché assecondare o tollerare non è sempre una scelta dettata dall’amore.

          Buon Santo Stefano, a presto.

  24. Buon Natale a tutti

  25. E’ vero. Aiutiamo chi abbina il Natale alla tristezza. Sicuramente i motivi ci sono, ma cerchiamo con amore, con un abbraccio, con aprire la casa e dividere il calore dei pensieri buoni di far vedere oltre e sopratutto di scoprire che la vita va sempre vissuta con passione.
    Un abbraccio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *