RiflessioniPsicologia

Il Senso del Dolore

Una Domanda che Tutti ci Siamo Posti

Qual è il senso del dolore? Perché ci sono persone che nel dolore e nelle difficoltà diventano migliori ed altre che invece si perdono? Tutti noi nella vita, prima o poi, conosciamo le sofferenze, le malattie, la perdita delle persone care, le guerre.

Il senso del dolore

È umano chiedersi se esiste una motivazione più alta per tutto questo o se, semplicemente, sono cose che capitano. Anche chi crede in Dio spesso si chiede perché, se è davvero buono e misericordioso, permette che certe cose accadano.

Sant’Agostino affermava che sotto lo stesso fuoco la paglia brucia e l’oro brilla ed effettivamente questa metafora spiega davvero bene il senso del dolore. Quello che siamo davvero, il meglio ed il peggio di ognuno di noi, non si manifesta nella gioia e nella tranquillità ma nel dolore e nelle difficoltà.

Il Senso del Dolore

Il senso del dolore è quello che ci permette letteralmente di vedere la nostra parte interiore, mostrandoci la nostra forza o i nostri limiti. Perché è facile essere buoni quando tutto va bene. Viene quasi naturale amare quando si è amati. Ci vuole poco a pensare positivo quando si è baciati dalla buona sorte.

Dov’è il senso del dolore? Nel riuscire a trovare dentro di noi l’ottimismo quando siamo malati o maltrattati. Nel perdonare chi ci ha fatto del male o ci odia. Nell’avere speranza in un futuro migliore anche quando tutto sembra andare nel verso sbagliato.

Questo è il senso del dolore: separare la paglia dall’oro, elevare il nostro spirito. Ed è per questo che esiste il male, perché ci costringe a fare una scelta, a decidere da che parte stare. Perché ogni esperienza che consideriamo negativa, ogni male, ogni difficoltà, ogni sofferenza può renderci migliori, più forti nello spirito e può essere il seme di un cambiamento per far sbocciare un mondo migliore.

Il senso del dolore è quello di far comprendere agli uomini che anche se la strada del male è la più semplice non è mai la più giusta.

Il senso del dolore non ci sarebbe più nel momento in cui ogni essere umano scegliesse liberamente e con consapevolezza di rinunciare definitivamente al male. Soltanto in quel caso tutte le sofferenze del mondo non avrebbero più alcun senso e, molto probabilmente, cesserebbero di esistere.

Tags

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button