RiflessioniSocietà

Siamo sulla Stessa Barca

Siamo Tutti un Unico Grande Corpo, Collaboriamo

0 Condivisioni

È strano come sia facile per noi esseri umani dimenticare che siamo sulla stessa barca. Ci siamo dimenticati che ci assomigliamo tutti molto più di quanto siamo disposti ad ammettere.

Siamo sulla stessa barca, in molti l'hanno capito

Sono un curioso osservatore del l’umanità e così, quando mi capita di trovarmi in luoghi affollati, non posso fare a meno di sbirciare le persone che mi circondano. È probabilmente da questa abitudine che è cresciuta in me la reale comprensione che siamo sulla stessa barca. A volte il modo di camminare o di vestire della gente mi lascia immaginare che tipo sia. Altre volte mi chiedo a quali problemi siano rivolti i pensieri che si nascondono dietro a certi sguardi tristi.

Alcune volte ho sorriso per delle scene buffe o affettuose, altre mi sono intristito per gesti di arroganza o egoismo. Ed ogni volta nei miei pensieri ha preso forza la consapevolezza che la vita degli uomini è questa, che siamo sulla stessa barca. Piove infatti sui buoni e sui cattivi, splende il sole sui buoni e sui cattivi. Ed i cattivi possono diventare buoni e chissà, forse anche viceversa. Ma tutto, comunque, si muove in perfetta armonia.

Siamo sulla Stessa Barca: Molti hanno Capito

È infatti confortante vedere che là dove c’è il dolore c’è chi porta la comprensione. Dove c’è l’ingiustizia arriva un gesto di solidarietà. Dove c’è paura giunge l’attimo di coraggio per andare avanti. È come se l’umanità fosse un unico grande corpo. Siamo tutti sulla stessa barca e dovremmo collaborare piuttosto che farci sempre la guerra.

In fondo siamo tutti esseri umani con i nostri difetti, i pensieri limitati, le nostre speranze ed gli affetti.

Pensare che siamo sulla stessa barca ci aiuterà a vedere sotto un’altra prospettiva anche coloro che si comportano in modo scorretto o che non ci piacciono. Sono esseri umani anche loro, fatti di carne, sentimenti e pensieri. Vivono, soffrono, gioiscono, combattono, sperano …  proprio come te e me. E come te e me sono pure i malati, i vecchi, i mendicanti, gli immigrati. Emarginare altri esseri umani equivale a rischiare di rovesciare questa barca, andando tutti dritti verso la fine.

Il valore di un uomo sta nel trasformare la consapevolezza che siamo sulla stessa barca in empatia ed altruismo, anche nei confronti delle persone che sembrano non avere nulla in comune con noi.

L’umanità è come se fosse un unico grande corpo. La linea che separa chi offre aiuto e comprensione da chi ha bisogno di riceverli si sposta continuamente, invertendo i ruoli in un moto continuo.

Siamo sulla Stessa Barca

Lettura consigliata: Gaza. Restiamo umani di Vittorio Arrigoni

Acquista Restiamo umani

Amazon

0 Condivisioni
Tags

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button