ScienzaSpiritualità

Vedere l’Aura

Cos’è e a Cosa Serve

4 Condivisioni

Riuscire a vedere l’aura delle persone sarebbe un buon modo per capire subito di che pasta sono fatte.

Ma cos’è l’aura? È un alone, in genere colorato, che si irradia per circa sessanta centimetri dal corpo degli esseri viventi, in particolare dal capo. È una sorta di corpo sottile che varia da individuo a individuo e può cambiare a seconda di molti fattori.

Vedere l'aura è un modo per capire di più di una persona

Pare che possa dirci molto di noi, ma sono davvero in pochi quelli che sostengono di vedere l’aura su sé stessi e sugli altri.

Il primo a parlarne fu Zarathustra, presumibilmente intorno all’800 a.C. Se ne trovano chiari riferimenti nell’Antico Testamento, in merito a Mosè che scendendo dal monte Sinai, ricoperto dalla grazia di Dio, “risplendeva”. L’aura di Gesù era talmente chiara e lucente da essere visibile a molti, infatti viene rappresentato ovunque attorniato dalla luce.

Anche se non hai mai pensato a questo concetto, hai avuto modo di vedere l’aura rappresentata in molti capolavori. Le aureole dipinte per secoli intorno alle teste dei Santi ne sono un chiaro esempio. Ma non riguarda solo l’arte pittorica cristiana.

I dischi che circondano il Budda e la fiamma che ricopre tradizionalmente il corpo di Maometto sarebbero tutte interpretazioni di questo misterioso corpo sottile.

Molti sostengono che, a seconda del colore di questo alone irradiato dalle persone, sia possibile percepirne le caratteristiche spirituali.

L’aura blu definisce persone pacifiste e compassionevoli, quella verde appartiene alle persone ambiziose. Se è rossa indica una persona coraggiosa, se è arancio qualcuno che è positivo e creativo. Vedere l’aura viola intorno a chi abbiamo davanti significa che questo è un idealista e molto intuitivo. Quella bianca, non a caso attribuita a santi, profeti e divinità, appartiene a chi è molto spirituale, illuminato e trascendente.

È Possibile Vedere l’Aura?

La scienza spiega l’aura come un campo elettromagnetico. Questo campo viene emanato dal corpo degli esseri viventi e sarebbe generato dalle onde cerebrali e dagli impulsi nervosi. Tale forma di energia viene chiamata dagli scienziati biocampo.

Ma questa energia può davvero essere vista? Esistono molte teorie in merito.

Alcuni sostengono che sia sufficiente per chiunque un po’ di esercizio per riuscire a vedere l’aura. Altri che sia necessario avere un animo pulito per poterlo fare.

Watson sostenne che potevano riuscire a vederla solo le persone con occhi sensibili alle onde luminose a bassa frequenza. S.D. Kirlian inventò un’apparecchiatura in grado di fotografare l’aura di persone inserite in campi magnetici ad alto voltaggio.

Personalmente mi trovo d’accordo con R. Steiner, fondatore dell’antroposofia. Steiner sosteneva che non fosse necessario vedere l’aura con gli occhi perché si poteva percepire con la mente. Quante volte abbiamo delle inspiegabili percezioni positive o negative accanto ad altre persone?

Razionalmente ci sembra inspiegabile eppure certe sensazioni devono avere un’origine. Magari la risposta è proprio in quel corpo sottile che non vediamo ma sentiamo chiaramente.

Lettura consigliata: Le vesti di luce di A. Givaudan e D. Meurois

Le vesti di luce. Leggere l'aura e curare per mezzo dell'amore

Amazon

 

4 Condivisioni
Tags

18 Commenti

  1. Cerco di tenere una mente aperta ma diretta allo stesso tempo ,su questo post!
    Ho trovato velocemente questa spiegazione su wikipedia sul termine pseudoscienza ed incollo
    :Il termine pseudoscienza, nell’epistemologia, indica ogni teoria, metodologia o pratica che afferma, pretende o vuole apparire scientifica ma che tuttavia non mostra i criteri tipici di scientificità ovvero non ha alcuna aderenza al metodo scientifico .

    Allora dovrebbe esserci una notevole differenza tra pseudoscienza e scienza.. termine ultimo di cui incollo il significato sempre dalla stessa fonte,wikipedia:

    Per scienza si intende un sistema di conoscenze ottenute attraverso un’attività di ricerca prevalentemente organizzata e con procedimenti metodici e rigorosi (il metodo scientifico), avente lo scopo di giungere, attraverso delle prove, a una descrizione, verosimile, oggettiva e con carattere predittivo, della realtà e delle leggi che regolano l’occorrenza dei fenomeni.

    E da qui scaturisce uno dei pensieri umani del tipo”:
    Riuscire a vedere l’aura delle persone sarebbe un buon modo per capire subito di che pasta sono fatte.”

    Sarà che sono attratta da quel che sta dentro che mi ha poco interessato il fuori..che non vuo dire incuriosirsi!

    Più che “vedere l’aura nelle persone” questo post è affascinante per “sentirne lo spirito” delle/nelle stesse!

    P.s corrono voci che alcuni blog siano infetti,ma la scienza credo che si stia già attivando😋
    Buona serata

    1. Conoscevo la distinzione tra scienza e pseudoscienza.
      Certamente su questo tema ci sono ancora molti dubbi sotto il profilo scientifico, ma il concetto di biocampo è stato definito scientificamente per la prima volta nel ’95 in una relazione del National Institutes of Health, negli States. Sostanzialmente questo fenomeno non è stato ancora studiato a fondo ma ne è stata evidenziata l’esistenza,
      Buona serata.

      1. “Conoscevo la distinzione tra scienza e pseudoscienza.”

        Certamente ,come io conosco che tu sai andare oltre i presumibili dubbi su cose che non vengono scritte per sminuirti in nessun modo…
        Non è che io sia totalmente a sfavore della scienza ma dovrebbe tacere su cause che non riesce materialmente per sua natura
        a dimostrare .

        Ad esempio ci sono stati dei casi di pazienti che sono guariti senza poter dimostrare nulla oltre che la diagnosi di una malattia e la guarigione inspiegabile!

        Anche questo è vero e va detto evidenziandone l’esistenza!

        Buona giornata

        1. Infatti la scienza lo fa! Tutti gli scienziati ammettono che ci sono cose che la scienza non può spiegare del tutto, almeno per il momento.
          Ciao, buona giornata.

  2. credo che con un pizzico di amore, un cuore terso e il sorriso dell’amata sono già una aurora che si palesa ogni magico incontro. Credo che l’idea degli infrarossi che emettiamo con la nostra energia sia qualcosa di simile. Pensare ai paranormali e il loro fluido…
    I veggenti di Megjugory forse potrebbero dirne di più.
    Prometto che ci penserò perché l’argomento l’ho trattato con amici tempo fa.

    1. Credo che la natura delle persone si percepisca anche senza vederne l’aura… anche se magari serve avere una certa sensibilità per riuscirci. Si, pensaci perché è un tema interessante. Ciao, buona serata.

    1. Se anche dovessero vederla dubito che riuscirebbero a darne una giusta interpretazione. Però basterebbe chiederglielo! I bambini sono sempre molto affascinati da argomenti di questo tipo! 😉 Ciao, a presto!

  3. E’ vero molte volte hai delle percezioni particolari con alcune persone. Potrebbe proprio essere l’aura. Serena giornata

  4. Ora so cos’è l’aura.. Non l’ho mai vista splendere dal corpo di qualcuno….e non indovino mai chi mi potrebbe essere amica/o
    sincera…….mi fido e poi prendo delle cantonate meravigliose. però faccio sogni premonitori.. Non sempre……mi innamoro delle persone senza particolari fini….così. Buona settimana Mr. Loto.Ciao.

    1. Certo, riuscendo a vedere l’aura sarebbe tutto più facile, ma sono in pochi quelli che dicono di riuscirci. Però possiamo imparare ad affinare il nostro istinto… spesso ci vede meglio della nostra ragione! Ti auguro una lieta settimana.

    1. Diciamo che è qualcosa che, anche se si dovesse vedere, resta poco convincente per natura… dato che non è tanto materiale da poter essere “toccata con mano”! 😉
      Buon Natale anche a te.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close