Funghi

Amanita gemmata – Amanita gialla

Un fungo velenoso ma considerato commestibile per molto tempo

Funghi Velenosi

Amanita gemmata – Amanita Gialla

Fungo Velenoso
Velenoso

L’Amanita gemmata è un fungo velenoso che per molto tempo è stato considerato commestibile. Infatti questo fungo, anche noto come amanita gialla, fino agli anni ’60 veniva consumato come un normale fungo commestibile.

Amanita gemmata - Amanita gialla

Photo Credit: Dick Culbert@Flickr

In seguito ad alcuni casi di avvelenamento, anche se leggeri, l’Amanita gemmata è stata però successivamente inclusa nell’elenco dei funghi velenosi. La velenosità di questo fungo si manifesta soprattutto a fronte di una cottura leggera.

Aspetto

Il cappello dell’amanita gialla può misurare fino a 10 cm di diametro. All’inizio è convesso per poi diventare più piano, con una lieve depressione al centro. La sua superficie è spesso umida con un colore che va dal giallo dorato al color crema ed è ornata da verruche bianche tipiche di questo fungo. Le lamelle sono fitte e di colore bianco.

Il gambo è di forma cilindrica ingrossata alla base e può raggiungere i 12 cm di altezza. Alla base è presente il classico bulbo (volva) di colore bianco. Nella parte alta è presente un anello membranoso molto fragile.

La carne è bianca con sfumature giallognole sotto la cuticola.

Habitat

L’Amanita gemmata cresce dalla primavera all’autunno nei boschi di latifoglie e di aghifoglie. Per la crescita questo fungo predilige terreni sabbiosi e calcarei.

Amanita gemmata - Amanita gialla

Photo Credit: Wikimedia Commons

 

Commestibilità

Si tratta di un fungo velenoso, si ritiene che la sua assunzione sia responsabile della pericolosa sindrome panterinica.

Curiosità

L’amanita gialla può essere confusa dai meno esperti con la velenosa A. Pantherina dalla quale però si differenzia per il colore.

Diversi autori hanno classificato questo fungo come commestibile e altri invece come velenoso. Si ritiene anche che ci sia la possibilità che l’Amanita gemmata cambi la sua composizione chimica in base alla stagione. Secondo alcuni studiosi il fungo sarebbe velenoso da Aprile a Maggio e sarebbe commestibile a giugno.

Chi decide di consumare l’Amanita gemmata (noi lo sconsigliamo) deve farlo dopo una lunga cottura e dopo l’eliminazione dell’acqua di cottura. Inoltre ne va consumata solo una piccola quantità.

Il fungo è anche noto con il nome di amanita junquillea.

Amanita gemmata – Amanita gialla

Attenzione:

La classificazione dei funghi e della loro relativa commestibilità vanno affidate a micologi esperti o al personale specializzato degli enti sanitari competenti. Informazioni errate o atteggiamenti superficiali in merito potrebbero arrecare gravi danni da intossicazione o avvelenamenti anche mortali. Non consumare funghi se non si ha l’assoluta certezza della loro commestibilità. Le immagini riportate sul sito www.mr-loto.it sono puramente indicative, si tenga presente che gli stessi funghi da un anno all’altro o da un luogo ad un altro possono presentarsi sotto forme e sfumature di colori leggermente diverse.

Tags

Articoli correlati

Back to top button