Alimentazione e Salute

Calamari: Proprietà, Benefici, Valori Nutrizionali

Anche il loro inchiostro ha proprietà terapeutiche

Calamari Proprietà

I calamari, nome scientifico Loligo vulgaris, sono dei molluschi cefalopodi appartenenti alla famiglia Loliginidae. Questi organismi marini hanno una particolare proprietà, ovvero emettono una sorta di inchiostro nero quando si sentono minacciati. Il loro nome infatti, deriva dal latino kalamos, che nel medioevo indicava il vasetto di inchiostro che si usava per scrivere.

Calamari: Proprietà, Benefici, Valori Nutrizionali
Calamari: Proprietà, Benefici, Valori Nutrizionali

I calamari hanno un corpo allungato che contiene una sorta di conchiglia chiamata gladio. Dalla testa si diramano 8 braccia e 2 tentacoli, quest’ultimi sono più lunghi e vengono usati per cacciare. Il calamaro può raggiungere una lunghezza di 40 cm. Generalmente i maschi sono più grandi delle femmine. I maschi vivono in media da 3 a 3,5 anni, mentre le femmine vivono in media da 1,5 a 2 anni.

I calamari sono diffusi nel mar Mediterraneo, nel mar Adriatico, nell’Oceano Atlantico e lungo le acque costiere del Mare del Nord, fino alla costa occidentale dell’Africa. Si possono trovare sia in superficie che fino ad una profondità di 500 metri.

I calamari sono una specie marina molto importante dal punto di vista commerciale. A tale scopo vengono pescati con le reti a strascico durante tutto l’anno. In California la pesca dei calamari rappresenta una delle maggiori attività ittiche del paese. La maggior parte del pescato però viene spedita in Cina dove viene lavorata e ridistribuita in oltre 42 paesi in tutto il mondo.

L’Inchiostro

Negli ultimi anni è stato studiato l’inchiostro prodotto dai calamari e le sue proprietà. I primi risultati degli studi hanno concluso che l’estratto etanolico di L. vulgaris ha molte proprietà terapeutiche come ad esempio attività antimicrobiche, antiossidanti e antinfiammatorie. (1)

Uno studio giapponese condotto sui topi ha invece suggerito che l’inchiostro di calamaro ha proprietà antitumorali. (2)

I calamari contribuiscono in modo significativo all’assunzione giornaliera di minerali. Nonostante la loro bassa concentrazione di grassi, sono ricchi di acidi grassi omega 3, in particolare DHA e EPA. Ecco la loro composizione chimica. (3)

Valori Nutrizionali del Calamaro

Tabella nutrizionale per 100 gr di calamaro cotto
Acqua g 64,5
Proteine g 17,9
Carboidrati g 7,79
Grassi g 7,48
Ceneri g 1,59
Omega 3 mg 646
Omega 6 mg 1468
Colesterolo mg 260
Minerali
Calcio mg 39
Ferro mg 1,01
Magnesio mg 38
Fosforo mg 251
Potassio mg 279
Selenio mcg 51,8
Sodio mg 306
Zinco mg 1,74
Rame mg 2,114
Manganese mg 0,070
Vitamine
Vitamina A IU 35
Vitamina A, RAE mcg 11
B1 mg 0,056
B2 mg 0,458
B3 mg 2,602
B5 mg 0,510
B6 mg 0,058
B12 mcg 1,23
Vitamina C mg 4,2
Folati mcg 14

Fonte: USDA

Amminoacidi: acido aspartico e acido glutammico, alanina, arginina, cistina, glicina, fenilalanina, istidina, isoleucina, leucina, lisina, prolina, metionina, serina, tirosina, triptofano e valina.

Calorie dei Calamari

100 grammi di calamaro cotto hanno 175 kcal.

Calamari: Proprietà e Benefici

Colesterolo

Come la maggior parte dei molluschi anche i calamari hanno un elevato contenuto di colesterolo. Questo però non dovrebbe impedirti di mangiarli, infatti il colesterolo viene scarsamente assorbito dall’organismo. Inoltre il calamaro è povero di grassi e, secondo gli studi, il suo consumo contribuisce piuttosto a ridurre il colesterolo. (4)

L’omogeneizzato di calamari, un prodotto di recente sviluppo, ha la proprietà di ridurre i grassi. Questo avviene principalmente attraverso un ridotto assorbimento di acidi biliari nell’intestino tenue e la soppressione della lipogenesi nel fegato. (5)

Buona Fonte di Proteine

I calamari sono una fonte completa di proteine in quanto forniscono tutti e nove gli aminoacidi essenziali. La quantità e la qualità delle proteine ​​sono i fattori determinanti dei suoi valori nutrizionali. Un consumo adeguato di proteine ​​di alta qualità da prodotti animali è essenziale per una crescita ottimale. (6)

Salute Cardiovascolare

Molti ricercatori hanno dimostrato che i frutti di mare, grazie agli omega 3, hanno caratteristiche nutrizionali che mantengono e promuovono la salute. (7) Le prove epidemiologiche, raccolte dai villaggi di pescatori della Groenlandia Inuit e giapponesi, hanno dimostrato che l’assunzione di prodotti animali marini è efficace nella prevenzione delle malattie cardiovascolari. (8, 9)

Una meta-analisi ha rivelato che gli individui che consumavano pesce una volta alla settimana avevano un rischio inferiore del 15% di mortalità per malattie cardiovascolari. (10) Il paragone è stato fatto con chi non consumava pesce.

I vari effetti benefici dei frutti di mare come i calamari sono stati principalmente attribuiti agli omega 3, EPA e DHA in particolare. Gli organismi marini sono stati identificati come gli unici alimenti che contengono una quantità naturalmente elevata di questi acidi grassi.

Secondo uno studio italiano, l’assunzione giornaliera di acidi grassi omega 3 come EPA e DHA riduce il tasso di incidenza e morte per malattie del cuore. (11)

Per la prevenzione delle malattie cardiache in generale, l’American Heart Association raccomanda circa 1 g di EPA / DHA al giorno per i pazienti con malattia coronarica. (12) Per le persone sane la raccomandazione è di 500 mg di EPA / DHA al giorno.

Calamari: Proprietà, Benefici, Valori Nutrizionali

Diabete

Uno studio ecologico ha riferito che il consumo di pesce e frutti di mare ad alta frequenza ha ridotto il rischio di diabete di tipo 2 nelle popolazioni con individui in sovrappeso. (13)

Sviluppo Cognitivo

È stato dimostrato che un consumo adeguato di frutti di mare durante l’infanzia, contribuisce a garantire un buon sviluppo dei neuroni fetali e uno sviluppo cognitivo e visivo corretto durante l’infanzia. (14, 15)

Calamari e Mercurio

Negli ultimi anni c’è stata una crescente preoccupazione per quanto riguarda il contenuto di mercurio nei pesci e nei frutti di mare. Secondo la ricerca scientifica il calamaro sembra essere uno dei frutti di mare meno interessati da questo problema.

In base a rilevamenti effettuati fino al 2012, il contenuto medio di mercurio in questi organismi marini era di 0,024 PPM. (16)

Antibatterico

In uno studio indiano l’inchiostro di calamaro ha mostrato proprietà antibatteriche. I risultati dello studio hanno mostrato che l’estratto di inchiostro si è rivelato efficace contro l’ Escherichia coli, il Klebsiella pneumoniae, il Pseudomonas aeruginosa e lo Staphylococcus aureus. (18)

Allergia

Il calamaro è un parente di altri molluschi come le ostriche, le vongole e le cozze. Allo stesso modo dei suoi parenti, anche i calamari possono causare allergie. (19) Uno dei principali allergeni trovato in questi molluschi è la proteina 38 kd. (20)

Chi è allergico ai crostacei può facilmente esserlo anche ai calamari. (21, 22) Tali allergie possono anche avere gravi conseguenze. Se sospetti di essere allergico ai molluschi o ai crostacei parlane subito con il tuo medico.

Consiglio sui Calamari

Il metodo classico in cui i calamari vengono consumati è la frittura. Sicuramente questo tipo di preparazione è molto gustosa e appetitosa. L’aggiunta di farina e olio da frittura però non è una scelta esattamente salutare.

Meglio, quando possibile, cucinarli in altri modi.

Curiosità

In Giappone i calamari vengono cucinati e serviti in innumerevoli modi. Tra questi troviamo il sushi, il sashimi, la tempura, grigliati, ripieni e altro ancora.

In Europa il modo più diffuso e popolare di cucinarli è quello di friggerli. Il loro gusto è particolarmente blando e assorbono gli aromi di qualsiasi altro cibo che gli si cucina insieme.

La loro consistenza è soda e gommosa. Per questo motivo non vanno fatti cuocere troppo perché potrebbero diventare ulteriormente duri e gommosi.

Calamari: Proprietà, Benefici, Valori Nutrizionali

Disclaimer Mr.Loto

Articoli correlati

Back to top button