Linguaggio

Il Linguaggio del Corpo

La comunicazione non verbale dice più delle parole

Il linguaggio del corpo è il principale mezzo di comunicazione che utilizziamo quotidianamente, spesso in modo inconsapevole, per interagire con gli altri.

Il linguaggio del corpo

Sono stati condotti degli studi in questo ambito e i risultati sono sorprendenti. Il linguaggio del corpo veicola dal 60 al 70% del totale delle informazioni che ci scambiamo quando ci relazioniamo fisicamente con gli altri. Quello che comunichiamo infatti, passa anche attraverso i segni, la gestualità, la postura, il modo in cui teniamo le gambe e altro.

A livello istintivo tutti noi siamo in grado, almeno approssimativamente, di attribuire un significato alla comunicazione non verbale delle persone con cui ci relazioniamo. Approfondire l’argomento però, aiuta senza dubbio a districarsi meglio nelle relazioni interpersonali. Il linguaggio del corpo, se correttamente interpretato, può rivelarci molti indizi utili riguardo alla gente che ci troviamo davanti.

Osservare con attenzione i movimenti di chi ci parla ci permette di andare oltre le parole. Questo aggiunge preziosi elementi all’idea che ci facciamo delle altre persone.

Per esempio è molto interessante osservare come la comunicazione non verbale sia in grado di indicarci che una persona probabilmente sta mentendo. Questo vale anche se si è bugiardi navigati e quindi molto a proprio agio nel dire delle bugie.

Ci sono reazioni fisiche che la volontà non è in grado di controllare ed alcune di queste sono del tutto inconsapevoli. L’arrossamento del viso, la dilatazione delle pupille, l’aumento del battito di ciglia ad esempio, potrebbero smascherare un bugiardo. Ovviamente queste reazioni fisiche non sono delle prove inconfutabili. Possono venir prese però seriamente in considerazione quando si verificano nel soggetto almeno tre o quattro segnali contemporaneamente.

Interpretare il Linguaggio del Corpo Svela Molto

Interpretare il linguaggio del corpo può aiutarci a decodificare un altro interessante aspetto della socialità. Può infatti farci capire chiaramente se una persona si trova a proprio agio in nostra compagnia oppure no.

Cosa vuol dire se chi hai davanti si morde le labbra, incrocia le braccia o si gratta il naso? Sono tutti segnali di tensione, difesa e fastidio, come lo schiarirsi la voce con un colpo di tosse o evitare lo sguardo.

Se invece si passa la mano tra i capelli, tira su le maniche o giocherella con un anello o l’orologio possiamo stare tranquilli. Sono tutti indice di apertura e rilassamento, così come sfregarsi le mani e tenere le braccia aperte.

Questi ed altri segnali di apertura vengono usati da molti nella seduzione. Quando una persona si dimostra rilassata e disponibile nei tuoi confronti è facile, ad esempio, capire se è attratta da te.  Basta avvicinare la propria mano alla sua ed osservare il suo comportamento. Se ritrae la sua mano non è un buon segno.

Il linguaggio del corpo può darci utili indizi anche, semplicemente, attraverso una stretta di mano. Se sei interessato all’argomento puoi trovare un piccolo approfondimento qui.

Considerando tutto ciò che si può capire, è bene dunque fare attenzione alla comunicazione non verbale.

Lettura consigliata: Giù la maschera di Paul Ekman e Wallace V. Friesen

Giù la maschera. Come riconoscere le emozioni dall'espressione del viso

Guarda

Tags

15 Commenti

  1. Penso che il linguaggio del mio corpo dica poche cose buone di me. In primis che non mi piaccio. Basta guardare come vengo in foto. Sorriso forzato e voler essere altrove. Solo quando sono insieme a un animale mi si illumina lo sguardo 🙂

    1. È comunque interessante che tu ne sia consapevole… ma perché “non ti piaci”? A me sembri una persona bellissima. Devi solo diventare consapevole anche di questo.
      Gli animali non ti giudicano e soprattutto sono veri al 100%… hai ben ragione a stare bene con loro, per me è lo stesso. Non è che bisogna ignorare certe sensazioni e certi pensieri, è che bisogna imparare ad essere sempre una spanna sopra.
      Un abbraccio, anche da parte della mia gatta.

  2. Io generalmente non posso fingere … la mia faccia fa capire solitamente le cose che penso alle persone. Poi per l’amor del cielo, riesco anche ad essere diplomatica ma in generale sono così. Poi mi dicono spesso che gli occhi sono lo specchio dell’anima e tutto sommato credo sia un complimento. A livello gestualità sì credo anche che parlo parecchio 🙂

    1. Per me è lo stesso. Mi hanno sempre detto che si capisce lontano un miglio ciò che penso. Anche per me questo è un complimento perché chi non sa fingere non può avere scheletri nell’armadio!
      Un caro saluto, a presto.

  3. – Il linguaggio del corpo, se correttamente interpretato, può rivelarci molti indizi utili riguardo alla gente che ci troviamo davanti.

    A me tutto questo mette una tristezza infinita…forse l’intero post mi mette una tristezza infinita!

    Questo studio della esteriorita’ nelle persone,mette l’osservatore in un grado di superiorità mascherata da un senso di perfezione che non appartiene a lui come al malcapitato!

    Forse quando ci libereremo completamente dal giudizio/pregiudizio sui difetti altrui che automaticamente fanno emergere i propri…percepiremo la nostra essenza davvero per come siamo!

    È questo lo chiamo il linguaggio dello spirito!

    Ricordo di amici che provavano piacere a torturare un amico di scuola che arrossiva in volto per una eccessiva timidezza…nemmeno sfiorato il pensiero che lui fosse un falso ,anzi percepivo più sincerità in lui così quanta cattiveria in altri!

    Dalle mie parti si dice :è la vita!Per chiudere un discorso su cui non vale nemmeno la pena continuare a cercare risposte…grazie

    1. È un modo come un altro per cercare di conoscere (e capire) chi hai di fronte, non per giudicarlo, quello dipende dal tuo spirito. Nessuna superiorità, solo ricerca del vero, anche in questo caso.
      Lara non fare l’errore di escludere tutto il materiale alla ricerca dell’immateriale. Nella nostra realtà esistono entrambi e se c’è chi ignora l’invisibile a me pare che tu possa cadere facilmente nell’esatto contrario.
      Le nostre espressioni hanno un valore, così come il nostro corpo e il nostro modo di muoverci, che non può essere ignorato.
      non farti venire la tristezza per cose del genere, altrimenti per quelle che valgono davvero la tua tristezza che farai?
      Cerca sempre l’equilibrio.
      Un caro saluto.

  4. Perdonami,ma del tuo commento ho colto proprio quell’aspetto spirituale che ti contraddistingue.Lo so che quel pezzo di verità va colto in ogni aspetto di vita e spesso cercare l’equilibrio è il modo migliore per non farsi e non fare del male né al corpo e nemmeno allo spirito…ma non deve essere una ricerca di rimedio all’equilibrio stesso!

    Quando percepisco quel senso di manipolazione nel provare interesse verso chi ci sta di fronte se sia persona vera o falsa con tecniche e linguaggi del corpo…il mio spirito corre…salta da quella bilancia confortevole dell’equilibrio che lo vede come attimo di riposo e mai soluzione!

    Non temo la forza materiale Mr.Loto…temo la debolezza dello spirito ,perché nel primo sono consapevole abbastanza che in un modo o nell’altro andrà in frantumi e disperso nello spazio…nel secondo la forza è proprio lo spazio che ne occupa indistruttibile.

    Le tecniche di seduzioni tra uomini e donne includono anche questo linguaggio su cui ho tanto contestato !Ma evidentemente ci piace commercializzare il corpo sotto vendita di libri e comprare la mente di chi sotto tecniche e consigli pensa di riuscire a modellare la sua naturalezza aprendo il portafogli. Questa materialità non farà mai parte di un mio equilibrio ,questa manipolazione la percepisco solo come ulteriore fonte di crescita del mio spirito.E credo che nemmeno sulla bilancia si sentirà mai libero di salirci …Boh forse da qui parte la mia patologia di *squilibrio e non equilibrio.Aspetto la cartella clinica 🙂
    Grazie a te

    1. Io non vedo alcuna manipolazione nell’interpretare dei gesti. Non ho parlato di tecniche di seduzione che mirano a far fare all’altro ciò che vorresti tu ma solo di una seduzione che gioca con le informazioni che l’altro ti dà senza accorgersene. Che male c’è, se una persona ti piace, nell’avvicinare una mano alla sua per vedere se il piacere di stare insieme è reciproco? Che male c’è nel vedere una persone che si morde le labbra e capire che gli piaci? Di quale manipolazione parli? Lara, per favore, non cercare la bruttura dove non c’è… che il mondo è già colmo di cose e comportamenti realmente spiacevoli.
      Buon fine settimana.

  5. – Non ho parlato di tecniche di seduzione che mirano a far fare all’altro ciò che vorresti tu ma solo di una seduzione che gioca con le informazioni che l’altro ti dà senza accorgersene.

    Beh che dirti complimenti… si vede che sei un “professionista”,se avevo qualche dubbio adesso sei stato esaustivo,grazie!La mia traduzione resta però che ti piace giocare con la naturalezza umana a sua insaputa!

    – Che male c’è, se una persona ti piace, nell’avvicinare una mano alla sua per vedere se il piacere di stare insieme è reciproco?

    Na per carità nulla di male finché non ti rispondo cosi da manuale:
    – Anche la stretta di mano, per quanto riguarda il linguaggio del corpo, ci può fornire qualche informazione sulle persone.

    Quando ci capita di stringere una mano molle, che non oppone un minimo di resistenza, ci troviamo probabilmente di fronte ad una persona priva di personalità. Una persona non molto decisa e facilmente manipolabile.

    E mo viene perfino facile pensare che consapevolmente pigiando il ” qui “sono interessata all’argomento! O caspita mi sa che sono sotto osservazione verbale adesso o sono troppo sospettosa!

    – Di quale manipolazione parli?

    Che ne so forse di quella su cui ci abbiamo giocato a vicenda verbalmente!…perché stai certo che a un incontro di persona con te io mi preparero’ come ad un esame di laurea ,studiando tutto ciò che mi hai fornito tu stesso dalle ” informazioni che mi hai dato senza accorgertene”!

    Ci siam fatti quattro risate ,e forse qualche commentatore e amministratore nascosto se la ride pure li dietro 🙂

    Questa è lo spazio della psicologia vero?Il blog era diviso tra psicologia ,spiritualità e comportamento!

    Secondo te cosa hanno in comune queste tre voci?

    Non fa per me questo post …ma evidentemente la persona fortemente spirituale che comunicava ha dovuto allontanarsi da tante incompatibilità o no?

    Grazie per il contributo in commenti o visualizzazioni che mi sono offerta spontaneamente di lasciare!

  6. Le reazioni gestuali e fisiche, poichè istintive, non tradiscono e, a saper interpretare i segni, sono più eloquenti di qualsiasi altro elemento di comunicazione, che può essere filtrato, controllato e persino simulato. Non per caso i più accreditati corsi per dirigenti d’azienda ne tengono conto e insegnano agli iscritti sia a simulare, sia a interpretare tali segnali nei loro interlocutori Ma per gli individui comuni… funziona.

    1. Esatto, per gli individui genuini funziona. Ti dirò di più, certe reazioni istintive non possono essere né simulate né controllate quindi neppure chi conosce il linguaggio del corpo può controllarlo fino in fondo.
      Ciao, buona serata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button