Psicologia

La Vera Natura di una Persona

Come capire chi hai davanti

Per capire la vera natura di una persona bisogna scalfirne la superficie.

In una metafora sull’animo umano, Sant’Agostino diceva: Se agitati con uguale movimento, la melma esala un orribile fetore, l’unguento espande una soave fragranza.

La vera natura di una persona

Questa metafora mi sembra molto appropriata per capire la vera natura di una persona, basta rapportarla alla realtà di tutti i giorni. Nello specifico, bisognerebbe fare caso al comportamento delle persone quando sono messe sotto pressione. Mi spiego meglio.

Mi è capitato diverse volte di avere a che fare con gente che faceva di tutto per dare una buona impressione e apparire al meglio. Probabilmente tutti noi vorremmo essere visti nel migliore dei modi, apparendo buoni, comprensivi, intelligenti e giusti. Il problema nasce se la vera natura di una persona non è quella. Quando la tua opinione non coincide con quella di chi hai davanti, viene fuori il tuo reale essere.

Sant’Agostino scriveva che è sufficiente scuotere un liquido per sentirne l’odore. Allo stesso modo basta scuotere, sollecitare e punzecchiare qualcuno per far emergere chi è davvero.

Discutere per Capire la Vera Natura di una Persona

Ogni volta che ho avuto il sospetto che qualcuno fingesse di essere chi non era per i propri interessi, ho messo in pratica questo semplice suggerimento. Per rendermi conto della vera natura di una persona, mi è sempre bastato punzecchiare chi avevo davanti ed osservarne la reazione.

Fortunatamente la maggioranza della gente di fronte ad una provocazione reagisce in modo intelligente. Quando davanti a delle critiche non si diventa arroganti e superbi, si conferma la buona qualità di ciò che abbiamo dentro.

Siamo così abituati alla superficialità che ormai non esprimiamo più nemmeno il nostro disappunto di fronte a situazioni evidentemente sbagliate. E sai perché? Perché abbiamo paura del giudizio altrui.

Quando avete dei dubbi sulla vera natura di una persona, provate a toccarla sul vivo con una critica veritiera o qualche piccola provocazione. Non abbiate paura di farlo nemmeno con amici, fidanzati, parenti, e colleghi. Dalla loro reazione capirete subito se la vera natura del loro animo è un unguento profumato o una melma maleodorante. Vedrete chiaramente la verità, al di là di quello che vogliono farvi credere con le belle parole.

Lettura consigliata: La città di Dio di Sant’Agostino

La città di Dio

 

Guarda

Tags

Articoli correlati

27 Commenti

  1. Mi piace questo tuo consiglio, sebbene talvolta ci si renda conto quasi subito della stoffa della persona che si ha davanti, a meno che questa non simuli e dissimuli alla perfezione.

  2. accenni di discutere per iniziare a esplorare chi hai difronte…ma tra il dire e il fare …
    Ritengo di avere un sesto senso per capacitarmi di chi ho difronte. E’ difficile che sbagli è una sensazione a pelle.
    Il sorriso è determinate come l’uso di certe parole ma se lo vedo muoversi nel lavoro o nel ricercare tra scartoffie non sbaglio. Mister mi fido molto di più delle donne…

    1. In certe cose non è questione di sesso ma di autenticità. Purtroppo la nostra società incita alla dissimulazione, al politicamente corretto e ad un crescendo di rabbia da tenere però ben nascosta agli occhi degli altri. In una discussione cadono tutte le nostre sovrastrutture mentali e viene fuori la vera natura di una persona. Provare per credere.
      Ciao, buona giornata.

  3. Spesso le persone hanno atteggiamenti molto diversi tra la vita privata e quella sociale e ci vuole molto tempo per conoscerle realmente. Punzecchiarle sul vivo può servire, ma non sempre è sufficiente. Ormai sono tutti molto bravi a nascondersi dietro ad una maschera. Forse è proprio la società che lo richiede, al fine di non soccombere, oppure per fare carriera, chissà!. Non è una bella società, purtroppo!…

    1. Tutti sono bravi ad indossare una maschera, è vero, per questo colpire qualcuno sul vivo crea quel momento di instabilità emotiva necessaria per farle cadere queste maschere! Non è raro vedere persone che pensano di andare d’accordo per anni, non sopportarsi più dopo una semplice lite…
      Ti auguro una lieta giornata.

  4. E’ proprio vero, ..è un ottimo suggerimento per capire la vera natura di un individuo. Grazie di questi preziosi consigli ripresi dalla letteratura e dalla filosofia.. Buonanotte Mr. Loto

    1. Mi piace condividere le cose interessanti che scopro e sapere cosa ne pensano gli altri. La condivisione arricchisce sempre!

      Buona giornata Alidada. 🙂

  5. Ciao Mr.Loto
    Buon anno, spero che sia un anno di tante belle cose per te e per tutti.
    Certamente la natura umana tende a nascondere di se, per vari motivi e mescolare l’acqua di superficie provoca il ritorno a galla di vari strati. Capire è sempre molto difficile: io tendenzialmente sono quel che sono, sempre, sincera e se qualche volta tendo a chiudermi a riccio: di solito è quando ho di fronte qualcuno che si crede di essere al di sopra di tutto e di tutti con chiacchere e azioni, lo capiaco a pelle, normalmente però, sono sempre fiduciosa e un libro aperto.
    Un abbraccio e ancora auguri per tutto
    Chiara

    1. Credo di assomigliarti molto! Il punto è che chi abbiamo di fronte deve anche avere l’interesse di scoprirci, ti pare?
      Ricambio l’abbraccio e gli auguri con tanto affetto.

  6. Mi piace come è riuscito a mettere a confronto la metafora di S. Agostino con la vita reale!

    Far cadere le “sovrastrutture mentali” punzecchiando mi mette comunque un po’ di tristezza ,anche se fatte a buon fine …come se tirassi la maschera da un viso con la mia coscienza non con la sua … Sarebbe bello ed interessante prendere atto personalmente che le “sovrastrutture” ci rubano l’autenticità …e quindi un risveglio dove ognuno inizi da sé.

    Sinceramente credo mi sia capitato in rete di subire qualche punzecchiatura,perché comprendo la maschera o il muro tecnologico ..Solo che io personalmente sento che è il momento migliore per essere autentica,mi sento quasi stimolata ad essere “imitata”..
    Bella la condivisione fatta così ,sono d’accordo anche su questo o perché sento che sente come condividere.😉

    Buona serata mister…

    1. Anche se ti sembra “triste” in realtà è un buon modo anche per far prendere coscienza alle persone che hai davanti della loro vera natura. Se si fa senza cattiveria ed in pieno controllo della situazione, quindi senza mai esagerare, non è raro vedere negli altri una successiva riflessione sulle proprie reazioni.

      Buona serata anche a te.

  7. un poco rischioso ma agostino ha ragione 😀 io ho un altro criterio: appena sento odor di ipocrisia, e se hai buon fiuto lo senti subito, cancello…ciaoo mr loto

    1. Tu hai ragione ma ti assicuro che spesso l’ipocrisia è difficile da stanare… perché nemmeno chi ce l’ha se ne rende conto!
      Ciao, a presto.

  8. Ottimo consiglio, penso che sia davvero così, comunque nel tempo la vera natura viene sempre fuori!
    Buona serata 🙂

  9. Vuoi vedere che con le “punzecchiature” e le sovrastrutture mentali anche il suo post lievitera’?

    Eppure c’ è dello “spirituale e” nel suo post che sarebbe interessante da cogliere..
    Perché siamo spesso di cattivo umore…?

    Ha mai fatto un post sull’umore ,umorismo …la capacità di un “sorriso “?Si credo di si …magari sotto forma di positività o leggerezza nella vita.

    Grazie di cuore…

    1. L’umore dipende da così tante cose ed è generalmente così negativo che, in effetti, sarebbe interessante rifletterci sopra.
      Grazie a te, buona serata.

  10. Chiedo scusa, ma mi sembra un metodo un po’ semplicistico. Ad una provocazione si risponde in un modo o in un altro -a scelta tra centinaia- a seconda se quella notte si è dormito bene, se ciò che hai mangiato ti è rimasto sullo stomaco, se sei contento perché una donna ti ha detto “sì”, se hai appena vinto 10.000 euro al gratta e vinci, se il tuo datore di lavoro ti ha licenziato o ti ha concesso un aumento, se ti si è appena spezzata la chiave nella serratura della serranda del garage, se… insomma continua tu. Io, più che sant’Agostino, citerei Eraclito: nessun uomo può bagnarsi due volte nello stesso fiume. In questo senso ogni uomo è un fiume: cambia di carattere da un’ora all’altra e pochi sono i tratti della sua personalità che rimangono inalterati nel tempo e pure poco affidabili. Quante volte ho dovuto dire: caspita, non mi aspettavo proprio che reagisse in quel modo! A volte mi sono perfino meravigliato di me stesso per come ho reagito in quel caso. Un saluto cordiale.

    1. Qui non stiamo parlando di stati d’animo ma di essenza. Gli stati d’animo non fanno cambiare la natura di ciò che sei nel profondo ma soltanto la tua capacità di controllo su ciò che vuoi mostrare oppure no.

  11. Che bella citazione! Una metafora davvero calzante.
    Direi che la cosa più difficile, poi, sia di far rendere conto alla persona in questione che i suoi pensieri e le sue azioni non corrono lungo gli stessi binari. Quante volte ci sono persone convinte di essere sensibili, attente, ecc.; mentre non si accorgono di quando giudicano gli altri, di quanto siano arroganti nei loro pensieri, e di quanto siano in effetti anche loro prede del proprio ego.
    Serve davvero tanta consapevolezza per guardarsi dal di fuori di se stessi.

    1. È vero, ho notato spesso anche io come molte persone siano davvero convinte di essere in un determinato modo quando invece il loro comportamento dice ben altro. Una giusta sollecitazione serve anche a far prendere coscienza alle persone di ciò che sono davvero.
      Ciao, buona serata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button