Salute

Sigarette Elettroniche, Morti Sospette Legate allo Svapo

Gli effetti delle e-cig sulla salute

Sigarette Elettroniche e Morti Sospette

Il rapido aumento dell’uso delle sigarette elettroniche (e-cig), in particolare tra i giovani, aumenta l’urgenza di un approfondimento serio sui loro effetti sulla salute. (1) È notizia recente che le morti per l’uso di sigarette elettroniche sono salite a 5.

Sigarette elettroniche, morti sospette legate al loro uso
Sigarette elettroniche, morti sospette legate al loro uso

Oltre alle morti sospette, le sigarette elettroniche hanno causato molti casi di malattie polmonari gravi. Pochi giorni fa i Centers for Disease Control and Prevention (CDC) americani hanno comunicato che il numero di malattie polmonari legate all’uso delle e-cig è salito a 450 casi in 33 stati.

Le autorità mediche stanno cercando di capire quale sia l’esatta causa di questa ondata di malattie legate all’uso di sigarette elettroniche. La Food and Drug Administration (FDA) ha testato 120 campioni di liquidi per e-cig. Al momento però non è ancora stata identificata alcuna sostanza in grado di spiegare il boom di malattie respiratorie.

La FDA sta analizzando una vasta gamma di sostanze chimiche, hanno detto i funzionari, tra cui nicotina, THC, additivi, pesticidi, oppioidi, veleni e tossine. (2)

La polmonite lipoide è una delle patologie riscontrate nei fumatori di sigarette elettroniche. Una persona può contrarre la malattia se grasso o olio entrano nei polmoni. I liquidi per e-cig contenenti nicotina spesso hanno un qualche tipo di olio, che probabilmente causa una reazione spaventosa.

La dott.ssa Dana Meaney Delman del CDC ha dichiarato:

Il CDC ha consigliato alle persone di considerare di non utilizzare le sigarette elettroniche perché, sin d’ora, questo è il mezzo principale per prevenire questa grave malattia polmonare.

Sigarette Elettroniche: I Morti

I funzionari dell’Oregon hanno dichiarato che a luglio è morta una persona che di recente aveva usato una cartuccia contenente cannabis. Ricordiamo che nell’Oregon la marijuana è legale a livello ricreativo. La droga, se fumata in modo tradizionale con il tabacco, pur essendo dannosa, non mette a rischio la vita. Evidentemente, quando viene inalata tramite la sigaretta elettronica il discorso cambia.

Il Dipartimento della Salute del Minnesota ha dichiarato che il paziente che è morto in quello stato aveva più di 65 anni. Un’indagine ha rivelato che la causa della morte era legata allo svapo di prodotti illeciti contenenti THC, il composto psicoattivo della marijuana.

Il Dipartimento della Salute dello stato dell’Indiana ha confermato l’ennesima morte legata allo svapo il 6 settembre. I funzionari hanno affermato che la morte è avvenuta il 5 settembre e che la persona deceduta aveva più di 18 anni e usava le sigarette elettroniche da tempo.

In California un paziente di età superiore ai 55 anni è stato ucciso dalla misteriosa malattia, dopo aver utilizzato un dispositivo di svapo per consumare THC. Questo è quanto ha riferito il Dr. Muntu Davis del Dipartimento della Sanità Pubblica della contea di Los Angeles.

Un residente dell’Illinois è morto dopo che è stato recentemente ricoverato in ospedale con gravi problemi respiratori legati all’uso della sigaretta elettronica.

Il dr. Muntu Davis del Dipartimento della Sanità Pubblica della contea di Los Angeles ha dichiarato:

Su 12 casi di malattia legati alle sigarette elettroniche a Los Angeles, solo uno non ha coinvolto un prodotto a base di cannabis

Sigaretta Elettronica (e-cig): Funzionamento

Sigaretta elettronica Justfog

Le sigarette elettroniche sono dispositivi elettronici alimentati a batteria. Durante l’aspirazione viene riscaldata una piccola resistenza che vaporizza una soluzione liquida costituita da glicole propilenico, glicerina vegetale, acqua distillata e aromi. Questi composti possono contenere o meno nicotina liquida.

L’utente inala quindi una sorta di aerosol che è il risultato della vaporizzazione della soluzione liquida. Le sigarette elettroniche non contengono tabacco, non fanno fumo e non si basano sulla combustione per funzionare.

Questi dispositivi hanno guadagnato rapidamente il consenso dei consumatori per diversi motivi.

  • Permettono di smettere di fumare
  • Alternativa meno dannosa rispetto alle sigarette classiche
  • Prezzo competitivo
  • Permettono ai fumatori di continuare a “fumare senza fumare”

Sigarette Elettroniche: Gli Studi

Sebbene le sigarette elettroniche siano state pubblicizzate come un’alternativa meno dannosa rispetto alle sigarette con il tabacco, c’è la preoccupazione che il loro uso a lungo termine possa causare rischi per la salute.

Uno studio ha seguito per 3 anni e mezzo alcuni giovani a cui è stata fatta fumare quotidianamente la sigaretta elettronica. I risultati hanno evidenziato che è improbabile che un uso a lungo termine delle sigarette elettroniche provochi morti o causi gravi problemi di salute. (3)

Uno studio greco del 2018 invece suggerisce che sia i vapori delle sigarette elettroniche che il fumo di quelle tradizionali hanno impatti negativi sulla biologia polmonare. (4)

Le e-cig sono state immesse sul mercato da pochi anni. Secondo i ricercatori e secondo l’ International Respiratory Societies, l’uso di questi dispositivi dovrebbe essere evitato fino a quando non ci saranno studi ufficiali che ne certifichino la sicurezza. (5, 6)

Uno studio condotto in Malesia ha analizzato sostanze chimiche specifiche tra le quali la nicotina e i metalli pesanti presenti nei vapori delle e-cig. I risultati suggeriscono che tali composti possono  potenzialmente rappresentare un pericolo per la salute. (7)

Conclusioni

Questi studi riferiscono di alcuni rischi per la salute nell’uso a lungo termine delle sigarette elettroniche. Nessuno degli studi però ha rilevato un rischio di morti imminenti e repentine associate all’uso di questi dispositivi.

Evidentemente le cause di queste morti vanno ricercate in un uso anomalo e non previsto delle sigarette elettroniche. Al momento i maggiori imputati che sembrano essere responsabili di queste morti sono i liquidi contenenti THC acquistati per strada o attraverso mercati illegali.

Il Dipartimento della Salute Americano ha dichiarato che i test di laboratorio hanno mostrato livelli estremamente alti di acetato di vitamina E in quasi tutti i campioni di prodotti che contenevano cannabis. Allo stesso tempo ha messo in guardia la popolazione contro l’uso di prodotti per e-cig acquistati al mercato nero. (8)

L’acetato di vitamina E non è stata trovato nei prodotti alla nicotina. Ad ogni modo le cause delle morti non sono ancora state accertate. Per quanto ci riguarda provvederemo ad aggiornare questo articolo quando nuove notizie ufficiali saranno disponibili.

Sigarette Elettroniche, Morti Sospette Legate allo Svapo

Disclaimer:

Questa non è una testata medica, le informazioni fornite da questo sito hanno scopo puramente informativo e sono di natura generale, esse non possono sostituire in alcun modo le prescrizioni di un medico o di altri operatori sanitari abilitati a norma di legge. Le nozioni sulle posologie, le procedure mediche e le descrizione dei prodotti presenti in questo sito hanno un fine illustrativo e non consentono di acquisire la necessaria esperienza e manualità per la loro pratica o il loro uso. Se ti sono state prescritte delle cure mediche ti invito a non interromperle né modificarle, perché tutti i suggerimenti che trovi su www.mr-loto.it devono essere sempre e comunque confrontati con il parere del tuo medico curante.

Tags

Articoli correlati

Back to top button