Comportamento

Avere un Atteggiamento Positivo

Esistono due strade diverse per approcciarsi alla vita nel modo migliore

Avere un Atteggiamento Positivo

Ho sostenuto spesso che avere un atteggiamento positivo nei confronti della vita e degli altri aiuta a star bene. Essere positivi aiuta a trovare l’equilibrio e l’armonia interiore ed è la strada più facilmente percorribile per essere felici, giorno dopo giorno.

Avere un atteggiamento positivo
Avere un atteggiamento positivo

Avere un atteggiamento positivo significa ovviamente avere la capacità di mantenere sempre il proprio stato d’animo lontano dalla negatività. Implica anche riuscire ad evitare di abbandonarsi alla disperazione e ai pensieri pessimistici che, se alimentati, rovinano la vita a chiunque.

Attraverso delle letture interessanti e con l’osservazione delle persone mi sono accorto che esistono due modi per avere un atteggiamento positivo nei confronti della vita. Uno è “attivo” mentre l’altro potremmo definirlo “passivo”. La cosa che trovo divertente è che se due individui che praticano queste diverse modalità per essere positivi si incontrano, spesso non si capiscono. Possono perfino arrivare ad uno scontro! Eppure entrambi gli atteggiamenti rendono migliore la vita di chi li adotta e hanno sicuramente un senso.

Vediamo di approfondire questi due modi di vivere in modo positivo.

Due Modi per Avere un Atteggiamento Positivo

L’ atteggiamento positivo attivo è quello che spinge le persone a cercare costantemente di migliorare quello che le circonda. Per capirci seguono questa modalità quelli che tentano di recuperare un rapporto finito male, quelli che fanno beneficienza, quelli che consolano.

Sposano questa filosofia anche quelli che, instancabilmente, aiutano e sostengono le persone in difficoltà. Questo tipo di comportamento spinge le persone che vedono il male a lavorare affinché quello che ritengono sbagliato possa essere in qualche modo corretto. L’atteggiamento positivo attivo è il tipo di atteggiamento positivo più diffuso in Occidente.

L’atteggiamento positivo passivo, invece, è quello che vivono le persone che riescono a trovare la pace interiore nella totale accettazione della realtà. Adottano questo tipo di positività passiva tutti quelli che vedono e accettano pienamente la vita anche nei suoi aspetti più difficili.

Chi nutre questo genere di pensiero, vede un equilibrio nelle forze generate dal bene e dal male. Per questo motivo queste persone non trovano alcun interesse nel cercare di cambiare il mondo in meglio. Loro lo trovano già perfetto così com’è. L’atteggiamento passivo è il più diffuso in Oriente.

Il modo migliore di avere un atteggiamento positivo sembra essere quello attivo. Dal punto di vista sociale probabilmente è il comportamento più utile. Ma sotto il profilo individuale potrebbe non essere ugualmente utile.

Quale di questi due modi di pensare e quindi di vivere rende una persona più felice?

Chi cerca costantemente di cambiare le cose non è né potrà mai essere mai pienamente soddisfatto. Al mondo ci sarà infatti sempre qualcosa da aggiustare e la propria pace interiore sarà sempre legata a qualcosa da realizzare in futuro.

Pensa invece a chi è allenato ad accettare la realtà semplicemente per quella che è. Chi sa riconoscere la bellezza e la completezza dell’esistenza, trovandone piena soddisfazione, è già in equilibrio, è già felice, nel suo presente. Si può avere un atteggiamento positivo migliore di questo?

Lettura consigliata: La via dello zen di Alan W. Watts

La via dello zen

Tasto Amazon

Articoli correlati

8 Commenti

  1. Diciamo che la soluzione migliore sia quella di vedere il bicchiere dalla parte del “mezzo pieno”, accettando ciò che non va, ma apprezzando molto di più ciò che funziona. A volte, alla lunga, anche situazioni difficili e dolorose portano qualcosa di buono, bisogna solo saper aspettare.

  2. Avevo letto un libro che parlava della felicità e perchè le persone non sono felici. E’ stato illuminante. Non che sia sempre facile accettare appunto la realtà, ma è proprio vero. Tu sei infelice e soffri perchè non riesci ad accettare le cose come vanno. Nel momento in cui ne prendi atto e superi … smetti di soffrire. Serena giornata

      1. Sì concordo. Si dovrebbe vivere meno superficialmente e prendere coscienza di se stessi. Speriamo veramente che le persone consapevoli aumentino!!! Serena giornata

        1. Sta anche a noi cercare sempre di dare il buon esempio. A volte basta poco per spingere chi ci circonda a farsi qualche domanda in più!
          Ciao, buona serata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

Back to top button