Alimentazione e Salute

Cherimoya: Proprietà e Benefici

Tutte le proprietà della cherimoya, un frutto quasi sconosciuto

Cherimoya

La cherimoya è un frutto tropicale anche noto col nome di cirimoia. Ha diverse proprietà terapeutiche in grado di apportare benefici alla salute, vediamo quali


La cherimoya o cirimoia, è un frutto dalle interessanti proprietà che viene prodotto dalla pianta Annona cherimola. L’albero, appartenente alla famiglia delle Annonaceae, è originario del Perù, Bolivia, Ecuador e Colombia. (1)

Cherimoya: Proprietà e Benefici
Cherimoya: Proprietà e Benefici

Il frutto ha la polpa bianca e contiene al suo interno molti semi. Molto particolare il fatto che è attaccato all’albero non tramite un peduncolo ma con un vero e proprio pezzo di ramo.

Indice

La cherimoya è un frutto abbastanza raro da trovare in commercio nel nostro paese. Dove presente, il suo prezzo è abbastanza caro in quanto è venduta come frutta esotica. Generalmente viene importata dalla Spagna.

La polpa ha una consistenza cremosa e, grazie a questo fatto, il frutto è anche noto col nome di crema di mele. Infatti si consuma freddo e con un cucchiaio come fosse crema pasticcera. Il suo sapore è dolce e molto fruttato. Chi lo ha assaggiato riferisce di un frutto con un gusto dolce che richiama allo stesso tempo un misto di mango, ananas e fragola.

Molto significativa in proposito l’affermazione del botanico Berthold Carl Seemann:

Se mi chiedessero quale sia il frutto migliore, sceglierei senza esitazione, la cherimoya: il suo sapore, infatti, supera quello di ogni altro frutto e Haenke aveva perfettamente ragione quando lo chiamava il capolavoro della Natura

Cherimoya: Composizione Chimica

Composizione chimica per 100 g di cherimoya
Acqua g 79,39
Proteine g 1,57
Carboidrati g 17,71
Zuccheri g 12.87
Grassi g 0,68
Fibre g 3
Ceneri g 0,65
Minerali
Calcio mg 10
Rame mg 0,069
Ferro mg 0,27
Magnesio mg 17
Manganese mg 0,093
Fosforo mg 26
Potassio mg 287
Sodio mg 7
Zinco mg 0,16
Vitamine
Vitamina A IU 5
B1 mg 0,101
B2 mg 0,131
B3 mg 0,644
B5 mg 0,345
B6 mg 0,257
Vitamina C mg 12,6
Vitamina E mg 0,27
Luteina Zeaxantina mcg 6
Beta Carotene mcg 2
Folati mcg 23

Fonte: Nutrionvalue

Amminoacidi: acido aspartico e acido glutammico, alanina, arginina, cistina, glicina, fenilalanina, istidina, isoleucina, leucina, lisina, prolina, metionina, serina, tirosina, triptofano e valina.

Calorie

100 grammi di frutto hanno una resa calorica pari a 75 Kcal.

Cherimoya: Proprietà e Benefici

Salute degli Occhi

Il frutto ha un buon contenuto di luteina, uno dei principali antiossidanti presenti negli occhi e che ne preservano la salute. (2)

Ci sono diversi studi che associano l’assunzione di luteina ad un minor rischio di degenerazione maculare. (3, 4) La luteina fornisce anche altri benefici agli occhi permettendo loro di mantenersi in salute più a lungo.

Le proprietà di questo composto infatti aiutano a proteggere gli occhi anche dalla cataratta. (5, 6) Secondo la ricerca, le persone con i più alti livelli di luteina nel sangue hanno un rischio inferiore del 27% di sviluppare la cataratta. (7)

Pressione Sanguigna

La cherimoya è ricca di magnesio e potassio, due minerali le cui proprietà agiscono positivamente sulla pressione sanguigna. Infatti la loro azione favorisce la dilatazione dei vasi sanguigni con conseguenti benefici sulla pressione. (8)

Ci sono diversi studi che riportano i benefici di questi due oligoelementi sulla pressione sanguigna. (9, 10)

Tumori

La cherimoya ha un alto contenuto di composti con proprietà antiossidanti che sono in grado di contrastare l’attività dei radicali liberi. Come è ormai risaputo, alti livelli di radicali liberi possono causare gravi malattie come i tumori e le patologie cardiache. (11, 12)

Tra gli antiossidanti più potenti presenti nel frutto troviamo la vitamina C, i flavonoidi e i carotenoidi. (13) Oltre alla polpa anche la buccia contiene diversi antiossidanti utili a prevenire il danno ossidativo. (14)

Cherimoya: Proprietà e Benefici

Tra i flavonoidi presenti nel frutto ci sono la catechina, l’epicatechina e l’epigallocatechina. Tali composti durante gli studi hanno dimostrato di bloccare la crescita delle cellule tumorali. (15, 16)

Secondo uno studio condotto in Michigan, le catechine sono in grado di arrestare del tutto la crescita cellulare del carcinoma mammario. (17)

In ultimo, la ricerca ci informa che chi consuma molti flavonoidi ha un rischio inferiore di sviluppare tumori come quello allo stomaco e al colon. (18)

Infiammazione

Tra le proprietà della cherimoya c’è anche quella antinfiammatoria. Un composto in particolare, l’acido kaurenoico, sembra fornire i principali benefici da questo punto di vista. Negli studi sugli animali questo composto ha dimostrato forti proprietà antinfiammatorie. (19, 20)

Le stesse proprietà vengono attribuite ai due composti antiossidanti citati in precedenza, la catechina e l’epicatechina. (21, 22)

Sistema Immunitario

Grazie al buon contenuto di vitamina C, la cherimoya si rivela un valido alleato del sistema immunitario. Gli studi infatti confermano che la carenza di vitamina C è associata a una ridotta immunità con un maggior rischio di infezioni. (23)

Controindicazioni

La cherimoya contiene piccole quantità di annonacina, una tossina che può agire negativamente sul cervello e sul sistema nervoso. (24)

Diversi studi suggeriscono che l’elevato consumo di questi frutti è associato con lo sviluppo del morbo di Parkinson. (25) La tossina è presente in tutte le parti della pianta ma è più concentrata nei semi e nella buccia. (26)

Se vuoi consumare la cherimoya in tutta tranquillità, assicurati di eliminare i semi e la buccia prima di mangiarla.

Curiosità

La cherimoya è difficile da trovare in commercio in Italia ma la si può trovare a Reggio Calabria e in Sicilia, le uniche regioni italiane dove il frutto viene coltivato.

Una volta maturo, il frutto può essere conservato in frigorifero per un massimo di tre giorni.

Le foglie di Cherimoya sono risultate essere una potenziale fonte di composti bioattivi. Per questo motivo vengono usate nella medicina tradizionale per il trattamento di malattie gastriche, intestinali, cardiovascolari, cutanee e oculari. (27)

Oggi, con una superficie totale coltivata di circa 3.000 ettari, la Spagna è il maggiore produttore mondiale. (28)

A causa dell’aumento dell’interesse commerciale per i suoi frutti, la coltivazione di questa pianta è stata estesa a diverse aree, comprese altre regioni del Mediterraneo, come la Sicilia. (29)

Cherimoya: Proprietà e Benefici

Disclaimer:

Questa non è una testata medica, le informazioni fornite da questo sito hanno scopo puramente informativo e sono di natura generale, esse non possono sostituire in alcun modo le prescrizioni di un medico o di altri operatori sanitari abilitati a norma di legge. Le nozioni sulle posologie, le procedure mediche e le descrizione dei prodotti presenti in questo sito hanno un fine illustrativo e non consentono di acquisire la necessaria esperienza e manualità per la loro pratica o il loro uso. Se ti sono state prescritte delle cure mediche ti invito a non interromperle né modificarle, perché tutti i suggerimenti che trovi su www.mr-loto.it devono essere sempre e comunque confrontati con il parere del tuo medico curante.

Articoli correlati

Back to top button