Riflessioni

Dare Tutto per Scontato

Abbiamo molto e spesso senza alcun merito

5 Condivisioni

Dare Tutto per Scontato

Ad avere troppo si finisce con il dare tutto per scontato.

Mi rattrista molto vedere le persone lamentarsi di continuo riguardo a tutto quello che non hanno e che vorrebbero. Senza alcun riguardo, continuano a dare tutto per scontato, ciò di cui dispongono e le persone che gli sono vicine.

Dare tutto per scontato

Certo, è vero che questo è un momento difficile per il nostro Paese, un momento in cui per moltissima gente manca anche lo stretto indispensabile. A maggior ragione, se facciamo parte di quelli che possiedono almeno il necessario, dovremmo cercare di non considerare ovvio nemmeno quello.

Non facciamo che lamentarci del prezzo della benzina non tenendo conto che possedere un’auto è un privilegio. Ci si arrabbia con i familiari per sciocchezze e si finisce per dimenticare che là fuori c’è qualcuno che non ha più nessuno. Si pensa che sia normale avere un tetto sulla testa, un lavoro o semplicemente godere di ottima salute. Tutte queste cose vengono considerate dei diritti o normale quotidianità, quando invece non ci sono dovute ma ci sono regalate dal Cielo.

Tendiamo a dare tutto per scontato e non pensiamo nemmeno che la maggior parte di questi doni non sono nemmeno meritati. È un caso se sei nato in una società benestante e in pace che ti ha permesso di non dover fuggire per cercare di sopravvivere. Non è merito tuo se sei venuto al mondo in una famiglia che, seppure con sacrifici, ti ha permesso di studiare e trovare un lavoro. Allo stesso modo è solo fortuna se il tuo corpo non ha difetti congeniti o gravi malattie genetiche.

Dare Tutto per Scontato Rende Aridi

Con tutto questo discorso non voglio dire che nella vita bisogna sempre e solo accontentarsi. È un nostro diritto ricercare la felicità e un nostro dovere cercare di migliorare quello che nella nostra esistenza non riteniamo giusto o accettabile.

Il punto è che non bisognerebbe mai considerare ovvia la situazione dalla quale si parte e quello che già si possiede. Solo quando si smette di dare tutto per scontato si inizia a vedere ed apprezzare la propria intera vita in modo molto diverso. Solo così si può iniziare a considerare la propria esistenza per quella che realmente è, un dono. Invece di lamentarci sempre, dovremmo ringraziare per quello che ci è concesso di avere e vivere ogni volta che riapriamo gli occhi al mattino.

Se ci pensiamo bene, perfino le cose più semplici e automatiche, quelle che facciamo senza neppure farci caso, sono preziosissime. Camminare, poter avere delle scarpe o un letto comodo nel quale riposarsi, non sono cose ovvie perché molte, moltissime persone nel mondo non ne dispongono. Perfino quando apriamo il rubinetto dovremmo pensare a quanta gente percorre decine di chilometri per avere qualche litro d’acqua.

La nostra vita, con tutte le sue difficoltà e le sue mancanze, è meravigliosa e dovremmo stupirci per ogni istante di semplicità e bellezza. Se smettessimo di dare tutto per scontato, forse, riusciremmo anche a capire meglio chi non ha avuto la nostra stessa fortuna.

Lettura consigliata: Gratitudine di Oliver Sacks

Gratitudine

Tasto Amazon

5 Condivisioni
Tags

Articoli correlati

10 Commenti

  1. Caro Mister hai toccato un tasto dolente
    Mi vengono tanti esempi in mente e tante provocazioni alla tua domanda
    Manco i talenti non fossero stati dati ad ognuno di noi
    Spesso mi chiedo perché la fatica non mi fa paura, perché non mi stanco mai di cercare di realizzarmi nel mio fare
    Perché ogni mattina ringrazio di una notte trascorsa e della luce che spesso viene mentre ancora ho da raggiungere i miei boschi e l’unica compagnia è il ruggito del trattore ?
    Grazie di gioire per lo stornello di un merlo o del volteggio di un falco o ancor più di poter dissetarmi con una manciata di acqua sorgiva che ti rabbrivida tanto è ghiaccia.

    1. Credo che tu sia avvantaggiato, per la tua gratitudine, dal vivere in montagna, a stretto contatto con la natura. Chi vive in città fa più fatica a vedere quanta bellezza e grazia ci circonda e, allo stesso tempo, è dentro di noi… ciao Andrea, buona domenica!

  2. E’ proprio quando perdiamo, o rischiamo di perdere, ciò che pensavamo fosse scontato, che ci accorgiamo di quanto fosse meraviglioso ciò che avevamo!
    Basta guardarsi intorno per rendersi conto di quanto abbiamo ed esserne felici. Chi non si accontenta mai non sarà mai felice, anche se avesse tantissimo. Basta pensare ai nostri padri e ai nostri nonni che avevano poco, ma erano felici, perché sapevano cosa fosse veramente importante nella vita: salute, una casa, un lavoro, una famiglia, delle buone amicizie e buoni occhi e buone orecchie per vedere la bellezza della natura e dei suoi suoni.

    1. È assolutamente così. Hai mai fatto caso che nei luoghi del mondo in cui la gente è più povera è anche tendenzialmente molto più sorridente? È come se la vita nelle società “civilizzate” ci togliesse la capacità di apprezzare la vera bellezza della vita, costringendoci a volere sempre altro o di più di ciò che abbiamo.
      Il punto è, secondo me, che c’è bisogno di riflettere un po’ di più, sottoponendosi, di tanto in tanto, a un sano esame di coscienza! 😉
      Ciao, buona domenica.

  3. Quando non si da tutto per scontato non si smette mai di credere nella bellezza, vero?

    A volte la bellezza si insinua ovunque …bisogna solo portare pazienza per riuscire a coglierla.

    *La vera bellezza,quella che non sfiorisce mai, è quella che riguarda i nostri principi,il nostro cuore,la nostra serietà e ciò che siamo oltre al corpo.Tutto questo resterà con noi per l’ intera durata della nostra vita.

    Ops …mi sa che sono uscita fuori post:) o forse è la continuazione di un altro senza risposta:))

    Notte.

    1. Proprio così. Del resto c’è un detto famosissimo che dice: “La bellezza è negli occhi di chi la guarda”. Se diamo tutto per scontato i nostri occhi non riusciranno più a vederla questa bellezza…
      Buona settimana.

  4. E’ vero si dovrebbe imparare ad accontentarsi un pò di più di ciò che si ha. A me basterebbe poter uscire a correre 🙂 … spero veramente che dopo il 4 maggio si riesca, altrimenti do di matto!!! Serena giornata

      1. Hanno fatto un accordo provincia di Trento e di Bolzano … con oggi fino al 3 maggio si può!!! Poi si vedrà! Sono al settimo cielo … ecco mi accontento e alla grande con una notizia così 🙂 serena giornata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

Back to top button