Riflessioni

L’Ordine delle Cose

C’è un senso in tutto ciò che siamo e facciamo

L’Ordine delle Cose

Mi accorgo che, spesso, le persone faticano a riconoscere l’ordine delle cose nella loro esistenza. Per alcuni, addirittura, tutto che esiste e che accade è il semplice frutto del caso.

L'ordine delle cose
L’ordine delle cose

Eppure, anche se non sempre è facile riconoscerlo ad un primo sguardo, c’è un ordine che contraddistingue la vita degli uomini sulla terra. È possibile intravederlo facendo un po’ di attenzione e andando oltre la superficialità con cui viviamo i nostri giorni.

Quello che ci impedisce di vedere l’ordine delle cose è proprio un nostro limite. Ci accontentiamo di valutare ciò che è e ciò che accade nel mondo da un punto di vista esclusivamente terreno e materialista. Eppure, in tutto quel caos che sembra essere l’esistenza, c’è un senso anche se non riusciamo sempre a coglierlo.

Ma cos’è l’ordine al quale mi riferisco?

Con questi termini intendo l’adeguata disposizione di tutte le esistenze e di tutti gli accadimenti, buoni o cattivi che siano, volta ad un fine ultimo. Questa disposizione assegna a ciascuno di noi e a tutto ciò che ci accade il proprio posto.

In pratica tutte le persone e ciò che succede loro rientrano nell’ordine delle cose.  E questo vale per tutti, anche per quelli arroganti, violenti, infelici, non in pace con loro stessi. Anche se presi singolarmente questi individui sembrano essere “sbagliati” e fuori posto, in realtà, visti nell’insieme, hanno un senso e un ruolo nel tessuto della vita.

Anche il Male ha un Ruolo

Lo stesso discorso vale per tutte le disgrazie e le ingiustizie alle quali assistiamo ogni giorno. Al mondo capitano sicuramente molti eventi dolorosi ma il loro scopo ed il loro significato va molto al di là delle sofferenze che provocano. Tra l’altro, tutto è destinato a finire nel tempo.

Invecchiando, sono sempre più propenso a credere che tutto quello che accade, e che spesso sconvolge l’animo umano, non sia mai frutto del caso. È piuttosto il risultato delle interazioni tra le anime delle persone, che danno origine all’ordine delle cose, assegnando ad ognuno il proprio posto nel mondo.

Può capitare, ad esempio, che una persona che ruba abbia un ruolo nell’ordine del mondo finendo in carcere. Può però anche succedere che una persona che ruba di più, rientri nell’ordine delle cose senza finire in galera. Ovviamente io mi aspetto che tutti quelli che rubano finiscano in prigione. Allo stesso tempo però sono convinto che chi commette crimini e resta a piede libero, abbia comunque un valido motivo per esistere. Sicuramente avrà una qualità di vita nemmeno minimamente paragonabile a quella di una persona onesta ma comunque con un ruolo importante. Anche se magari, guardandola da fuori, non riesco a capirlo del tutto.

Tutti noi tendiamo ad indignarci nell’immediato per ciò che riteniamo sbagliato. Non ci prendiamo mai la briga di tentare di capire l’ordine delle cose che sta sopra a tutto quello che accade. Senza contare che la nostra vita quaggiù ha una data di scadenza, mentre l’ordine misterioso del tutto sarà per sempre.

Lettura consigliata: L’ordine dell’universo di Agostino d’Ippona

L'ordine dell'universo

Tasto Amazon

Articoli correlati

20 Commenti

  1. Caro Loto, spesso lo facciamo senza volerlo, le cose che poi vediamo fatte non bene!!!
    Ciao e buona domenica ciao un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

  2. È un interrogativo che mi sono posto più volte che ci sto a fare su questi Monti a mandare avanti la tradizione della mia famiglia il percorso che i miei Javi mi hanno tracciato mi sono accorto che facevo parte di un grande disegno non solo contro la miseria Ma perché il mondo circostante fosse curato e progredisce Nella logica umana chissà se la logica umana è quella voluta dal creato?

    1. Spesso la vita, i suoi percorsi e i casi che l’hanno contraddistinta, si capiscono guardandosi indietro. Altre volte bisogna aspettare quello che verrà dopo per capire davvero l’ordine delle cose e il senso del tutto.
      Sinceramente credo che la nostra logica sia molto limitata nei confronti dei misteri di cui facciamo parte, dubito che qualcuno possa essere in grado di capire proprio tutto anche se ci sono menti illuminate che riescono a coglierne un’intuizione… ed è già tanto! 🙂
      Buona settimana.

  3. Mr buon Ferragosto un bel interrogativo poni alla discussione non tanto tempo fa
    Mi chiedevo tempo fa che cosa ci si sta a fare qui
    la risposta più immediata e quella di conservare la specie ma mi sembrava molto molto limitativa
    Io credo di far parte di un grande disegno e noi si uomini la specie animali più evoluta siamo chiamati a completarla, le variabili del nostro comportamento sono tante e Speriamo che quelle serie e intelligenti siano le primarie

    1. Sono d’accordo con te, siamo gli animali più evoluti e questo sicuramente comporta la responsabilità di fare più di tutti gli altri e meglio. Ho la tua stessa speranza.
      Un abbraccio, buon Ferragosto anche a te.

  4. Molto interessante la tua riflessione. Sono d’accordo con te: l’ordine delle cose non lo facciamo noi e non lo conosciamo nemmeno. Possiamo solo fare del nostro meglio per dare un senso alla nostra vita e quindi al mondo. Di una cosa sola sono convinto: che quando noi siamo veramente pronti dentro di noi per fare una certa cosa che è proprio vera e autentica per noi, l’ordine delle cose ci risponde positivamente.

    1. È strano, l’ho notato anche io. È come se l’ordine di ciò che ci gira intorno potesse in qualche modo essere connesso a quello che abbiamo dentro. Alcuni concetti sono davvero difficili da esprimere a parole, la nostra esistenza è un grande mistero…
      Buon Ferragosto, a presto.

  5. Bello quello che dici “sull’ordine delle cose”. Farei un distinguo tra l’ordine generale delle cose e l’ordine delle cose per lo specifico della nostra vita.
    Questo discorso mi torna soltanto se in fondo, ci metto un vita nell’aldilá finalmente giusta ed equa e che anzi contrappesa le ingiustizie subite di qua, altrimenti non mi spiegherei la tanra povertá (anche materiale) e le tante malattie e le tante vite umane che non hanno la fortuna di poter svolgere una vita degna di tale nome. Se dietro a tutto questo, non ci fosse un disegno positivo e “risanatore” che appunto definisce l’ordine delle cose, riordinandole nel giusto modo, allora sarebbe davvero difficile da accettare, almeno per me.
    Per quanto riguarda l’ordine delle cose nella vita di ciascuno di noi, è vero ci sono delle “priorita” ovvero cose piu importanti di altre da seguire, a cui far riferimento, a cui dedicare tempo (che è la cosa piu preziosa che abbiamo). E non sempre viviamo seguendo questo ordine importante, ma anteponiamo cose di poco valore seguendo altri interessi. Peró, l’ordine delle cose, alla fine torna sempre a galla e ristabilisce un’equitá … ritorna l’ordine giusto se lo assecondiamo. In qiesto periodo sto apprezzando questo… un periodo di riappacificazione con tante cose, ma riappacificazione che mi da un senso di rinascita e sto assecondando cio che accade senza voler intervenire direttamente – quasi fidandomi dell’ordine delle cose che suggerisce una strada che sento farmi bene. Riappacificazione col senso di “rinascita” non solo ridando a valore al passato ma sentendo che si stanno piantando altri semi – il continuo dei precedenti che tanto amavo – che mi da quel senso di contonuita che tanto amo e che tanto mi suggerisce “sei sulla strada, segui la strada” … Non importa inventarsi chissa quali sentieri solitari nel bosco – puo essere molto pericoloso – ma procedere passo dopo passo seguendo in qyalche modo quello che la Vita ti suggerisce, che tanto qualcosa suggerisce sempre, e da qualche parte, si arriva. Dunque credo che ristabilire e capire quale sia l’ordine naturale delle cose sia molto, molto importante. Ci si sente cullati dalla vita quando glielo lasciamo fare! Ci si sente amati dalla vita, in debito con cosi tanta bellezza che ci viene donata!

    1. Per quanto riguarda la prima parte del commento direi che hai ragione, deve esserci qualcosa aldilà per dare un ordine a ciò che accade qui… anche se si nota una sorta di “karma” anche sulla terra, ben più spesso di quanto si creda. basta solo farci attenzione.
      Per quanto riguarda la seconda parte del tuo commento… beh, è bellissimo! Ed è esattamente la sensazione da cui sono partito per scrivere questo post! 🙂
      Buona serata e buon Ferragosto.

  6. In una società in cui conta soprattutto l’Io, non ci si pone molto la questione dell’ordine delle cose. Un saluto

  7. Sì suppongo proprio che ci sia un ordine delle cose e che tutto abbia un senso. Nel male e nel bene anche se forse è difficile a volte riuscire a dare un senso a questo ordine per l’essere umano. Serena giornata

    1. La maggior parte delle volte è difficile. Alcune volte però, guardandosi indietro, si scorge nella propria vita una specie di filo conduttore che dà un senso a tutto ciò che ci è successo e che abbiamo scelto, così come alla nostra esistenza…

  8. Non riesco proprio a concepire la vita senza sentirne quell’ordine preciso delle cose,anche quello che non comprendiamo e che regna come disordine ha un senso ,si.

    La vita per me è una scuola teorica e pratica e cercare di equilibrare le due cose traendone continuamente insegnamento è anche una questione di scelta per dare la possibilità al nostro spirito di evolvere e di sprigionare la sua essenza.Se non perdiamo la sana curiosità e il fascino delle lezioni si arriva a cogliere molto bene quest’ordine,questa connessione tra noi e tutto ciò che facciamo e siamo ,ma necessitiamo di un ottimo collante,quale l’Amore!
    Cercare di rapportarci con gli altri allievi cogliendo quella piccola parte di verità che ci forniscono con le proprie vedute ,anche contrastanti ,senza prevaricare è il passo di apertura migliore.Quello che sta accadendo e che è sempre accaduto (inserendo anche il post successivo) è la dimostrazione di chi vede la vita non come scuola o maestra ma come opportunità per ergersi a maestri.E’ un po’ la similitudine di questi tempi e il rapporto con la scuola formativa.Una volta però esistevano le bocciature,per fare maturare nell’allievo la possibilità di impegnarsi per andare avanti e guardare la vita(scuola) con più interesse.Oggi pare che non si bocci più dando meno valore alla(vita) scuola e maggiore potere ai falsi maestri.

    E in questo disordine come paradosso si percepisce quell’ordine.

    Mi auguro che quella ” bocciatura” sia la possibilità di rinascere ancora e ancora finché non cogliamo l’opportunita’ di migliorare nello spirito, coltivando il senso più profondo dell’amore…o forse è la mia visione dell’ordine preciso delle cose che fluisce sempre in una possibilità di salvezza.

    Buona giornata!

    1. Oggi abbiamo a che fare con una società che sposa una linea di pensiero del tutto fuorviante. Si punta tutto sull’autostima che diventa egocentrismo e si tralascia l’importanza delle sconfitte, del dolore e dell’umiltà come fonti assolute di insegnamento e crescita. Inoltre l’ordine diventa casualità e i segnali semplici coincidenze alle quali attribuire poca importanza… ed ecco l’umanità che si aggira per il mondo senza avere alcuna idea del senso della propria esistenza!
      Tutto scorre e, pian piano, troveremo sicuramente il modo di imboccare la strada giusta, versa una nuova consapevolezza, guidata, come giustamente sempre puntualizzi, dall’amore.
      A presto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

Back to top button