Salute

Smettere di Pensare Troppo

Ecco Cosa dicono gli Psicologi

14 Condivisioni

Smettere di Pensare Troppo

Se anche tu sei una di quelle persone che non riescono a smettere di pensare, ti potrebbe interessare come smettere di pensare troppo. I troppi pensieri possono infatti generare gravi disagi emotivi e possono anche aumentare il rischio di problemi di salute mentale.

Smettere di pensare troppo
Smettere di pensare troppo

Chi non lo ha mai provato può comunque immaginare cosa significa trascorrere la maggior parte del tempo a pensare e a rimuginare pensieri su pensieri. Questo comportamento mette sotto pressione la propria mente e il proprio sistema nervoso. I pensatori cronici arrivano quindi a confondere tale pressione con lo stress.

Sono stati fatti molti studi sulle conseguenze del pensare troppo, sia a livello fisico che mentale. Tra i sintomi fisici  più comuni ci sono la stanchezza, i disturbi del sonno, il mal di testa e la perdita di appetito. Nei casi più gravi si sono riscontrati anche sintomi come febbre, palpitazioni cardiache, ipertensione e difficoltà respiratorie. (1)

Pensare Troppo

Secondo la psicologa Catherine Pittman “la persona media tende a pensare troppo alle cose e alle situazioni”. Secondo la psicologa il pensiero eccessivo prende diverse forme. Ad esempio pensare all’infinito quando si deve prendere una decisione (mettere quindi in discussione la decisione) (2) . Oppure tentare di leggere nella mente altrui o tentare di dare un senso ad ogni minimo dettaglio. La mente umana si focalizza su ogni piccolo problema e, continuando a pensarci, lo fa diventare enorme.

Le persone pensano continuamente nella loro testa a quello che hanno fatto o hanno detto il giorno prima. Questi pensieri non fanno che peggiorare la loro visione del futuro e aumentano così ansia e timori. Ecco perché bisogna smettere di pensare troppo, per non rovinarsi l’esistenza.

Secondo la psicologa Susan Nolen, i pensatori eccessivi non dormono nemmeno bene. Il continuare a rimuginare e le preoccupazioni li tengono svegli. Queste persone ripensano continuamente a quello che è successo e si fanno domande. “Perché è successo? Cosa significa? A queste domande però non trovano mai una risposta”.

Secondo la psicologa Helen Odessky se fai l’abitudine a pensare troppo, questo diventa un ciclo e più lo fai e più è difficile smettere. Secondo la studiosa, “le persone troppo spesso confondono il pensare troppo con la soluzione dei problemi”.

Molte persone pensano troppo perché hanno paura del futuro e cosa potrebbe non andare per il verso giusto. Lo psicologo David Carbonell afferma che “poiché ci sentiamo vulnerabili di fronte al futuro, continuiamo a cercare di risolvere i problemi nella nostra testa”.

Secondo gli studi infatti, una delle cause più ricorrenti del pensare troppo è un accumulo dei problemi a cui la vita ci mette di fronte. (3, 4)

Il pensare troppo può intrappolare il cervello in un ciclo continuo di preoccupazione. Quando il pensare e il rimuginare diventano normali come il respirare, bisogna trovare subito una soluzione per smettere di pensare troppo. Anche il buddismo suggerisce di smettere di pensare troppo. Secondo questa religione infatti, il pensiero eccessivo rappresenta un tentativo di controllare il proprio karma. Le persone invece dovrebbero lottare per l’accettazione del proprio destino, mortalità e impermanenza. (5)

Cogito ergo soffro: Quando pensare troppo fa male

Come Smettere di Pensare Troppo

Una mente iperattiva può rendere la vita un vero inferno. Imparare a smettere di pensare troppo è uno dei più grandi regali che puoi fare a te stesso. Come per tutte le abitudini, cambiare il tuo modo di pensare può essere una sfida difficile da vincere, ma non impossibile. In pratica, la sfida è quella di allenare il tuo cervello a percepire le cose in modo diverso.

Secondo il dottor Bruce Hubbard quando pensi troppo “puoi generare altre interpretazioni della situazione, il che rende i tuoi pensieri negativi meno credibili”. Questo meccanismo prende il nome di ristrutturazione cognitiva.

Un fattore fondamentale di tutto il processo è la consapevolezza. Prova a chiederti: qual è la probabilità che ciò di cui ho paura accada effettivamente? Se la probabilità è bassa, quali sono alcuni dei risultati più probabili?

Se è un problema specifico sui cui ti sei fissato, prova a riformularlo in modo da ottenere la prospettiva positiva che stai cercando. Ecco cosa raccomanda lo psicologo Ryan Howes: cambia “non riesco a credere che sia successo” in “cosa posso fare per impedire che accada di nuovo o cosa posso fare adesso visto che è successo?”. Oppure converti “non ho buoni amici!” in “quali passi potrei fare per approfondire le amicizie che ho e trovarne di nuove?” (6)

Non perdere tempo in pensieri inutili come cosa avesti potuto fare o cosa potresti avere. Lo stress mentale generato da questi pensieri può compromettere seriamente la qualità della tua vita.

Smettere di Pensare Troppo: Il Diario

Sempre secondo Howes, un altro metodo che può aiutarti a smettere di pensare troppo è quello di tenere un diario dei pensieri. Il dottore suggerisce di scrivere i tuoi pensieri in un diario ogni sera prima di andare a letto senza alcun ordine. In questi casi è importante liberare il cervello da ogni cosa che hai in mente, mettendola per iscritto. Questo metodo può dare un senso di sollievo.

Reindirizza i Tuoi Pensieri

Quando riconosci che il tuo cervello è in modalità overdrive cerca di distrarlo e reindirizza la tua attenzione su qualcos’altro. Secondo la psicologa Margaret Weherenberg, se durante il giorno interrompi i tuoi pensieri e li sostituisci centinaia di volte, probabilmente in poco tempo smetterai di pensare troppo.

Ci vuole pratica ma con il tempo sarai in grado di riconoscere quando ti preoccupi inutilmente. Scegli invece di fare qualcosa nella vita reale piuttosto che passare molto tempo nella tua testa.

D’altronde anche gli studi suggeriscono che sopprimere i pensieri con strategie di distrazione aiuta a smettere di pensare troppo. (7)

Smettere di Pensare Troppo

14 Condivisioni
Tags

Articoli correlati

Back to top button