Psicologia

Colori nel Marketing

Ecco come influenzano le nostre scelte

Colori nel Marketing

La scelta dei colori nel marketing è molto importante e non è mai casuale come potrebbe sembrare.

Colori e marketing

Siamo circondati ogni giorno da migliaia di sfumature di colore, alcune ci piacciono molto, altre per niente. Di solito pensiamo che questo giudizio sia legato semplicemente al nostro personale gusto estetico. In realtà i colori possono suscitare inconsciamente in noi diverse reazioni e stati d’animo.

Per chi non lo sapesse, il marketing studia il comportamento dei consumatori per riuscire a vendere di più.

I colori nel marketing sono importanti proprio perché condizionano le nostre scelte, anche se non ce ne rendiamo conto. È stato provato, ad esempio. che gli annunci molto colorati sono letti il 42% di più rispetto a quelli in bianco e nero. Pensa che la scelta di un qualsiasi acquisto si basa dal 62 al 90% esclusivamente sui colori che il prodotto contiene.

Non è quindi difficile intuire quanto i colori nel marketing siano altamente presi in considerazione e studiati con cura. L’uso sapiente delle varie sfumature ha come unico scopo quello di aumentare inconsapevolmente nel consumatore determinate sensazioni, inducendolo all’acquisto.

Sapendo questo, da ora in poi, potrai osservare le pubblicità e le confezioni di ogni prodotto in modo diverso, un po’ più consapevole.

Cerchiamo ora di capire cosa suscitano in noi le varie colorazioni, quali famosi marchi le hanno scelte e perché.

Ecco quali sono i colori maggiormente usati per manipolare le nostre scelte.

I Colori nel Marketing

  • Il rosso evoca emozioni forti, stimola l’appetito ed aumenta la frequenza cardiaca. Il marketing usa queste qualità per stimolare gli acquisti d’impulso, per creare “urgenza” durante i saldi e, ovviamente, nei ristoranti per indurre la gente a mangiare di più.

Hanno scelto il rosso McDonald’s, CocaCola, H&m, Nintendo, Kellog’s e Cnn.

  • Il giallo stimola molto il sistema nervoso, l’allegria e la comunicazione. Di contro non è amato dai bambini. Viene Solitamente usato per attirare l’attenzione dei consumatori e rappresenta l’ottimismo e la gioventù.

I marchi più famosi con il giallo sono Ikea, Nation Geographic, Shell e Nikon.

  • Il blu è il colore preferito dagli uomini, rappresenta la calma e la serenità, aumenta la produttività e frena l’appetito. Nel marketing è uno dei colori più usati per gli uffici ed i social network dato che suscita una naturale fiducia nell’azienda che rappresenta.

Alcuni marchi che usano il blu sono Skype, Facebook, Twitter, Pepsi, American Express.

  • L’arancione crea entusiasmo ed eccitazione e tra tutti i colori è il preferito degli acquirenti compulsivi. Tra i colori nel marketing viene scelto questo per rappresentare rapporti amichevoli e suscitare confidenza.

I marchi arancioni più famosi sono Amazon, Fanta, Firefox e Blogger.

  • Il verde evoca la salute e la natura, simboleggia il denaro ma anche il nuovo che avanza. Ovviamente, questo colore è associato ai prodotti salutari o leggeri, ma anche a quelli legati alla natura o al progresso.

Marchi verdi: Bonduelle, Levissima, Android, Animal Planet, Xbox, Land Rover.

  • Il viola rappresenta la saggezza, il successo e la creatività. Stranamente è uno dei colori più usati per le confezioni dei prodotti antietà.

Yahoo, Milka, Fedex e Tiscali hanno scelto questo colore.

Qual è il tuo colore preferito?

Lettura consigliata: Cromorama. Come il colore ha cambiato il nostro sguardo di Riccardo Falcinelli

Cromorama. Come il colore ha cambiato il nostro sguardo. Ediz. a colori

Tasto Amazon

Articoli correlati

11 Commenti

  1. Conoscevo che l’arancione porta l’utente “a fare un’azione” ed è spesso usato nelle call to action (bottoni, cose da cliccare in un flusso… generalmente per portare all’acquisto di prodotti o codurre “alla prossima mossa”)… ed il blu/celeste che suscita “sicurezza” nell’utente.

    Sono un po come i messaggi subliminali nelle canzoni o “nei sottofondi dei negozi”… Provano a condizionare i nostri acquisti senza che nemmeno ce ne accorgiamo.

    Da una parte è affascinante, dall’altra… “Che palle… possibile che non abbiano altri interessi se non quello di indurci a spendere soldi?”.

    1. Purtroppo nelle società che abbiamo costruito il denaro sembra l’unica cosa che conta e, per ottenerne di più, gli uomini mettono tutto il loro impegno!
      Ciao, buona settimana.

  2. Sì so che i colori condizionano le persone negli acquisti. Interessante capire in che modo i diversi colori agiscono. Devo vedere se riescono a condizionarmi… sereno inizio settimana

    1. La scelta dei colori è un accorgimento che fa leva sulla nostra psiche, aggirando la nostra razionalità, quindi è difficile non farsi condizionare per niente. Iniziando a farci attenzione, però, si può notare più spesso la trappola e, magari, capire anche un po’ più sé stessi… 😉

      Ciao, buona settimana!

  3. Dovremmo studiare qualche strategia che dissuada dal consumo attraverso il denaro:)…ma la vedo dura perché bisognerebbe marciare un po’ all’indietro ,una decrescita felice e non una crescita infelice come questa che abbiamo costruito.

    Io amo il colore verde e un po’ ci hanno preso dai solo nel primo rigo:)

    Buona settimana

    1. Sono d’accordo, ma la vedo dura anch’io! Ci sarebbe bisogno di possedere tv e giornali, cinema e multinazionali… e forse non sarebbe comunque sufficiente perché l’unica vera dissuasione può venire soltanto da quella verità che è dentro di noi.
      Buona settimana anche a te e buona serata,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

Back to top button