Alimentazione e Salute

Hericium erinaceus: Proprietà e Benefici

Un fungo dalle molte proprietà benefiche consumato soprattutto in Asia

Hericium erinaceus

Si tratta di un fungo medicinale usato da secoli in Cina, ora viene anche coltivato ed è considerato una prelibatezza culinaria


L’Hericium erinaceus è un fungo commestibile con proprietà terapeutiche supportate dalla ricerca scientifica. Il fungo è noto anche con il nome di Criniera di leone in Inghilterra e come Testa di scimmia in Cina.

Hericium erinaceus: Proprietà e Benefici
Hericium erinaceus: Proprietà e Benefici

L’Hericium erinaceus ha una lunga storia per quanto riguarda il suo uso nella medicina tradizionale cinese. (1) Solo da poco tempo viene coltivato, soprattutto nei paesi asiatici, luighi in cui avviene anche il maggior consumo di questo vegetale.

Il fungo è formato principalmente da una moltitudine di tubercoli bulbosi grandi e irregolari. Il suo colore è bianco crema e può raggiungere una dimensione di 30 cm di larghezza e 2 Kg di peso. Si tratta di un fungo molto raro da trovare in natura. Per questo motivo, fino a qualche anno fa, era considerato una vera prelibatezza. Ora, grazie alla coltivazione, il suo consumo è diventato più accessibile.

In Europa L’Hericium erinaceus cresce da agosto fino a novembre. Lo si trova principalmente su tronchi morti, in particolare sul faggio americano, più raramente anche sui tronchi vivi. Si ritiene che possa vivere per 40 anni. Secondo alcuni il suo gusto ricorda quello dei frutti di mare o della polpa di granchio. La sua consistenza è gommosa in modo simile a quella dei calamari.

Composizione Chimica

L’Hericium erinaceus contiene:

  • Carboidrati: 57%
  • Fibra: 8%
  • Grassi: 4%
  • Proteine: 22%
  • Vitamine: B1, B2 e B3, Vitamina D
  • Minerali: Ferro, Selenio, Calcio e Zinco
  • Acidi Grassi
  • Polifenoli
  • Ericenoni
  • Fenoli
  • Polisaccaridi

Hericium erinaceus: Proprietà e Benefici

Antidepressivo

Sebbene le cause della depressione siano molte, gli studi hanno rilevato che l’infiammazione gioca un ruolo importante in questa patologia. (2, 3)

Uno studio coreano sui topi ha dimostrato che l’estratto di Hericium erinaceus ha proprietà utili a contrastare l’ansia e la depressione. (4)

Uno studio giapponese sui topi è giunto alla stessa conclusione. Dopo 4 settimane di assunzione di biscotti contenenti 0,5 g di polvere di fungo, c’è stata una significativa riduzione dei sintomi di depressione, ansia, frustrazione e palpitazioni. (5)

Fungo Hericium Erinaceus - 1300 mg per dose giornaliera - 120 Capsule - Premium: 30% Polisaccaridi & 5% Beta Glucano - Dose elevata

Tasto Amazon

Memoria

Secondo i ricercatori l’H. erinaceus è un potenziale candidato per regredire il declino della memoria durante l’invecchiamento, probabilmente attraverso un aumento della neurogenesi nell’ippocampo e nel cervelletto. (6)

Gli estratti del fungo potrebbero rappresentare una nuova strategia terapeutica per prevenire o curare malattie neurodegenerative come la demenza e l’Alzheimer. (7, 8)

Disturbi del Sonno

Oltre ad avere influssi benefici sulla depressione, le proprietà di questo speciale fungo sono in grado di migliorare i disturbi del sonno. In uno studio italiano, 77 pazienti obesi con problemi di depressione e disturbi del sonno hanno ricevuto un’integrazione di Hericium erinaceus per 8 settimane.

Al termine dello studio i disturbi del sonno sono migliorati del 34,4%. (9)

Malattie Cardiache

Come sappiamo le malattie cardiache sono negativamente influenzate dall’obesità, dai trigliceridi alti e da grandi quantità di colesterolo ossidato. La ricerca ha dimostrato che l’Hericium erinaceus può influenzare alcuni di questi fattori e ridurre quindi il rischio di malattie cardiache.

Secondo un recente studio coreano, il fungo migliora il metabolismo dei grassi e abbassa i livelli di trigliceridi. (10)

Agli stessi risultati è giunto uno studio giapponese. (11) I ricercatori malesiani invece, hanno scoperto che questo fungo ha proprietà utili a prevenire l’ossidazione del colesterolo. (12)

In ultimo, l’Hericium erinaceus contiene un composto chiamato ericenone B che può diminuire il tasso di coagulazione del sangue e ridurre il rischio di infarto e ictus. (13)

Diabete

Secondo la ricerca questo prezioso vegetale può essere utile per la gestione del diabete migliorando il controllo della glicemia.

Secondo diversi studi su animali, la criniera di leone può ridurre i livelli di zucchero nel sangue sia nei topi normali che in quelli diabetici. È efficace anche a dosaggi giornalieri a partire da 6 mg per kg di peso corporeo. (14)

Nei topi diabetici con danni ai nervi, 6 settimane di estratto quotidiano di funghi hanno ridotto significativamente il dolore, abbassato la glicemia e persino aumentato i livelli di antiossidanti. (15)

Tumori

Grazie ai suoi composti unici, la ricerca suggerisce che questo fungo può aiutare a combattere il cancro. (16, 17) Sono stati fatti degli esperimenti su cellule tumorali umane del fegato, del colon, dello stomaco e del sangue.

I risultati hanno appurato che quando l’estratto del fungo viene mescolato con le cellule tumorali, queste muoiono più velocemente. (18, 19, 20)

Secondo uno studio coreano sui topi con tumore al colon, l’estratto di fungo riduce la diffusione del cancro ai polmoni del 69%. (21)

Uno studio cinese invece, ha rilevato che l’Hericium erinaceus è più efficace dei tradizionali farmaci antitumorali nel rallentare la crescita del tumore nei topi, oltre ad avere meno effetti collaterali. (22)

Ulcere

Secondo la ricerca questo fungo può proteggere l’organismo dallo sviluppo di ulcere gastriche inibendo la crescita di H. pylori e proteggendo il rivestimento dello stomaco. (23, 24)

Uno studio condotto in Malesia dimostra che l’estratto di Hericium erinaceus è più efficace nel prevenire le ulcere gastriche indotte dall’alcol rispetto ai tradizionali farmaci. Il tutto senza effetti collaterali. (25)

Uno studio su pazienti con colite ulcerosa ha rilevato che l’assunzione di un integratore contenente il 14% di estratto del fungo, ha ridotto significativamente i sintomi dopo tre settimane. (26)

Curiosità

Il suo nome botanico, tradotto dal latino all’italiano, significa riccio.

Attualmente l’ H. erinaceus è ampiamente utilizzato come integratore alimentare. Tuttavia, la mancanza di standardizzazione influisce fortemente sulla qualità e sull’effettiva bioattività del prodotto finale.

Oltre ad essere ricercato per le sue proprietà terapeutiche, il fungo è anche impiegato in cucina.

Hericium erinaceus: Proprietà e Benefici

Disclaimer:

Questa non è una testata medica, le informazioni fornite da questo sito hanno scopo puramente informativo e sono di natura generale, esse non possono sostituire in alcun modo le prescrizioni di un medico o di altri operatori sanitari abilitati a norma di legge. Le nozioni sulle posologie, le procedure mediche e le descrizione dei prodotti presenti in questo sito hanno un fine illustrativo e non consentono di acquisire la necessaria esperienza e manualità per la loro pratica o il loro uso. Se ti sono state prescritte delle cure mediche ti invito a non interromperle né modificarle, perché tutti i suggerimenti che trovi su www.mr-loto.it devono essere sempre e comunque confrontati con il parere del tuo medico curante.

Articoli correlati

Back to top button