Salute

Pensieri e Invecchiamento, il Ruolo dei Telomeri

I tuoi pensieri potrebbero farti invecchiare più velocemente?

Pensieri e Invecchiamento

Probabilmente non lo sapevi ancora ma pensieri e invecchiamento sono relazionati tra di loro. I ricercatori infatti stanno scoprendo che i nostri schemi mentali potrebbero danneggiare i telomeri, parti essenziali del DNA di una cellula.

Pensieri e invecchiamento
Pensieri e invecchiamento

Quante volte vediamo persone della stessa età con un aspetto estetico nettamente diverso? Alcuni sembrano molto più giovani rispetto all’età che hanno, mentre altri appaiono molto più vecchi. Gli esseri umani hanno cercato di capire le cause di queste diversità da molti secoli.

Adesso sta diventando sempre più chiaro che le diverse velocità di invecchiamento delle persone risiedono nelle complesse interazioni tra i geni e sono influenzate dalle relazioni sociali, dagli ambienti e dagli stili di vita.

Pensieri e Invecchiamento

I Telomeri

I telomeri sono elementi genetici essenziali per il corretto funzionamento dei cromosomi e per la loro stabilità. In pratica i telomeri formano dei cappucci alle estremità dei cromosomi e impediscono al materiale genetico di disfarsi. Quando diventano troppo corti, la cellula smette di dividersi del tutto e influisce sull’invecchiamento in modo negativo.

Ovviamente ci sono anche altri fattori che determinano l’invecchiamento cellulare ma i telomeri corti sono uno dei motivi principali per cui le cellule umane invecchiano.

Recentemente i ricercatori hanno fatto una scoperta straordinaria e cioè che i telomeri possono anche allungarsi. Cosa significa questo? (1)

Telomeri - Pensieri e invecchiamento

Significa che l’invecchiamento è un processo che potrebbe essere accelerato o rallentato e, per alcuni aspetti, persino invertito. Quello che ha stupito i ricercatori è che i telomeri non solo eseguono i comandi impressi nel nostro codice genetico ma è come se ci stessero ascoltando. Quello che mangi, le tue risposte alle difficoltà della vita, la quantità di attività fisica che fai e altro ancora, potrebbero avere un’influenza sulla tua velocità di invecchiamento.

In che modo i ricercatori hanno rilevato una relazione tra pensieri e invecchiamento? Gli scienziati hanno scoperto che alcuni modelli di pensiero non sono affatto salutari per i telomeri. Uno di questi è l’ostilità cinica, ovvero una condizione in cui le persone sono spesso molto arrabbiate e pensano frequentemente che non si possono fidare delle altre persone.

Secondo gli studi le persone con un punteggio più alto di ostilità cinica hanno anche i telomeri più corti. Le persone che ottengono punteggi alti in ostilità cinica tendono ad avere più malattie cardiovascolari, malattie metaboliche e spesso muoiono in giovane età. (2, 3)

Potrebbe interessarti: Essere ottimisti fa bene

Pensieri e Invecchiamento

Pessimismo

Riferendoci a pensieri e invecchiamento, il pessimismo è un altro modello di pensiero che ha effetto sui telomeri. Secondo la ricerca scientifica chi ha punteggi più alti di pessimismo ha anche i telomeri più corti. (4, 5)

Questo si traduce nel fatto che il pessimismo è un fattore di rischio per la salute. Inoltre, quando i pessimisti sviluppano una malattia associata all’invecchiamento come i tumori o malattie cardiache, la malattia tende a progredire più velocemente.

Rimuginio

Il rimuginio, ovvero l’atto di rielaborare i problemi più e più volte, è un altro aspetto deleterio della relazione che intercorre tra pensieri e invecchiamento.

Quando continui a rimuginare su un dato problema, lo stress si attacca al tuo corpo per molto tempo dopo che la causa dello stress è passato. I sintomi sono visibili sotto forma di pressione alta prolungata, frequenza cardiaca elevata e livelli più alti di cortisolo.

Secondo la ricerca poi, le persone che rimuginano troppo sperimentano più depressione e più ansia che a loro volta sono associate a telomeri più corti. (6)

Vagabondaggio delle Mente

I ricercatori dell’Università di Harvard hanno scoperto che le persone passano metà del loro tempo a pensare a qualcosa di diverso da quello che stanno facendo. Hanno scoperto anche che quando le persone vagano con la mente durante un’attività non sono felici come quando sono concentrate su quell’attività.

In particolare, il vagare con la mente con pensieri negativi o desiderare di essere da qualche altra parte, era più probabile che portasse all’infelicità nei momenti successivi. (7, 8) Secondo gli studi le persone con il più alto punteggio di vagabondaggio mentale avevano telomeri molto più corti.

Anche il vagabondaggio mentale quindi, secondo i ricercatori, mette in relazione pensieri e invecchiamento in modo evidente.

Ciò che è importante alla fine è essere consapevoli che non dobbiamo credere a tutto ciò che i nostri pensieri ci dicono. Non credere quindi a tutto quello che pensi. Quando hai pensieri cattivi non alimentarli, pensa solo che sono solo pensieri e presto svaniranno.

Pensieri e Invecchiamento, il Ruolo dei Telomeri

Se vuoi approfondire l’argomento, ti consiglio il libro di Elizabeth Blackburn: “La scienza che allunga la vita. La rivoluzione dei telomeri.

La scienza che allunga la vita. La rivoluzione dei telomeri

Tasto Amazon

Articoli correlati

Back to top button