Funghi

Prataiolo dei Boschi – Agaricus silvaticus

Un fungo commestibile con proprietà antitumorali

Funghi Commestibili

Prataiolo dei Boschi – Agaricus silvaticus

Il prataiolo dei boschi, nome botanico Agaricus silvaticus, è una delle varietà commestibili dei funghi appartenenti al genere Agaricus. Come dice il suo stesso nome, questo prataiolo cresce nei boschi.

Prataiolo dei Boschi - Agaricus silvaticus
Prataiolo dei boschi

Photo Credit: Wikimedia Commons

Il suo nome Agaricus deriva dal termine greco αγαρικόν che significa fungo degli Agari. Nei tempi passati infatti, si pensava che questo fungo provenisse dall’Ucraina, che un tempo era appunto chiamata terra di Agaria.

Silvaticus invece deriva dal latino silva che significa selva, bosco, ad indicare appunto l’habitat in cui il prataiolo dei boschi vive. Il suo colore può variare dal bruno chiaro al bruno scuro ed è rivestito da piccole squame fibrillose.

Aspetto

Il suo cappello, che può raggiungere un diametro di 15 cm, ha dapprima forma emisferica per poi diventare convesso. Le lamelle sono fitte e staccate dal gambo, di colore rosaceo all’inizio, diventano più scure con il passare del tempo.

Il gambo ha forma cilindrica ingrossata alla base e può raggiungere un’altezza di 14 cm. Verso la parte alta del gambo è presente un anello grande e sottile, dapprima di colore biancastro diventa man mano più scuro. Il colore del gambo è bianco nella parte alta mentre verso il basso è sfumato di rosa.

La carne del prataiolo dei boschi è di colore bianco con sfumature rosa, è soda e tenera. Se tagliata assume una colorazione arancio rossastro, per questo motivo viene collocato tra i prataioli detti sanguinolenti. L‘odore è piacevole, intensamente fungino.

Habitat

L’Agaricus silvaticus cresce nei boschi di conifere e di latifoglie con preferenza dei terreni sotto agli abeti rossi. Fa la sua comparsa in estate fino all’autunno, spesso in piccoli gruppi.

Commestibilità

Il prataiolo dei boschi è un buon fungo commestibile, si può consumare sia cotto che crudo a patto che si tratti di esemplari giovani.

Agaricus blazei in capsule - Fungo ABM 650mg - Agaricus Blazei Muril - Vegan - 120 Capsule

Tasto Amazon

Curiosità

Nel 1762 il famoso micologo tedesco Jacob Christian Schaeffer descrisse questo fungo e gli diede il nome scientifico attualmente accettato Agaricus silvaticus.

Il fungo può essere confuso dai meno esperti con la mazza di tamburo velenosa anche se quest’ultima ha dimensioni più contenute e ha le lamelle bianche.

Gli ultimi studi in materia suggeriscono che il prataiolo dei boschi abbia effetti positivi su alcuni tipi di tumore. Uno studio su pazienti con tumore al seno sottoposte a chemioterapia ha scoperto che le compresse di Agaricus silvaticus hanno migliorato i loro parametri nutrizionali. Le donne hanno avuto anche meno effetti collaterali dei farmaci, tra cui disfunzione intestinale, nausea, vomito, perdita di appetito e febbre. (1)

Oltre al tumore al seno, ulteriori studi hanno analizzato gli effetti di A. silvaticus sul trattamento del tumore del colon-retto. I risultati sono stati sorprendenti perché si sono riscontrate risposte molto positive da parte dei pazienti che avevano assunto il fungo. (2, 3, 4)

Prataiolo dei Boschi – Agaricus silvaticus

Attenzione:

La classificazione dei funghi e della loro relativa commestibilità vanno affidate a micologi esperti o al personale specializzato degli enti sanitari competenti. Informazioni errate o atteggiamenti superficiali in merito potrebbero arrecare gravi danni da intossicazione o avvelenamenti anche mortali. Non consumare funghi se non si ha l’assoluta certezza della loro commestibilità. Le immagini riportate sul sito www.mr-loto.it sono puramente indicative, si tenga presente che gli stessi funghi da un anno all’altro o da un luogo ad un altro possono presentarsi sotto forme e sfumature di colori leggermente diverse.

 

Articoli correlati

Back to top button