Funghi

Boletus rhodopurpureus

Un fungo velenoso che diventa blu al tocco

Funghi Velenosi

Boletus rhodopurpureus

Fungo Velenoso
Velenoso

Il Boletus rhodopurpureus è un fungo velenoso caratterizzato da una forte policromia e che quindi si presenta con una grande varietà di colori. In alcune regioni è anche noto con il nome di boleto porporino.

Boletus rhodopurpureus

 

Photo Credit: Wikimedia Commons

Il suo nome latino purpureos significa appunto purpureo, ad indicare il suo colore. È un fungo medio grande presente in tutta Europa ma non molto diffuso.

Aspetto

Il cappello del Boletus rhodopurpureus può raggiungere un diametro di 25 cm. Inizialmente ha forma globosa per poi divenire appianato con il tempo. Il suo colore assume diverse tonalità che vanno dal giallo chiaro al rosso cupo passando per il giallo rosa o marroncino rosa.

I tubuli sono di media misura, gialli negli esemplari giovani e poi bruno olivastro. Se toccati diventano blu.

Il gambo ha forma più o meno cilindrica e può raggiungere un’altezza di 20 cm. È ricoperto da un reticolo color giallo che con il passar del tempo diventa rosso. Quando il fungo invecchia i colori diventano più scuri e meno accesi.

La carne è soda all’inizio ma diventa quasi subito spugnosa. Il suo colore è giallo pallido, rossastra alla base del gambo, diventa subito azzurra non appena tagliata o comunque esposta all’aria. Ha un odore fruttato e un gusto acidulo.

Habitat del Boletus rhodopurpureus

Il Boletus rhodopurpureus cresce dall’estate all’autunno nei boschi di latifoglie con preferenza querce e faggi. Può crescere sia solitario che in piccoli gruppi, solitamente non sopra i 1.000 metri sul livello del mare.

Boletus rhodopurpureus

Commestibilità

Si tratta di un fungo velenoso soprattutto da crudo il cui consumo causa sindrome gastrointestinale. Alcuni autori lo definiscono commestibile dopo lunga cottura ma sempre meglio astenersi dal mangiarlo in quanto il rischio tossicologico rimane sempre.

Somiglianze

Il Boletus rhodopurpureus può essere confuso con il B. rhodoxanthus, un fungo anch’esso tossico che però inizialmente ha il cappello color bianco crema. Può essere confuso anche con il B. legaliae, un altro fungo velenoso il cui cappello resta bianco azzurrino se tagliato.

Boletus rhodopurpureus – Fungo Velenoso

Attenzione:

La classificazione dei funghi e della loro relativa commestibilità vanno affidate a micologi esperti o al personale specializzato degli enti sanitari competenti. Informazioni errate o atteggiamenti superficiali in merito potrebbero arrecare gravi danni da intossicazione o avvelenamenti anche mortali. Non consumare funghi se non si ha l’assoluta certezza della loro commestibilità. Le immagini riportate sul sito www.mr-loto.it sono puramente indicative, si tenga presente che gli stessi funghi da un anno all’altro o da un luogo ad un altro possono presentarsi sotto forme e sfumature di colori leggermente diverse.

Articoli correlati

Back to top button