Alimentazione e Salute

Castagne e Diabete

Se ho il diabete posso mangiare le castagne?

Castagne e Diabete

Castagne e diabete sono compatibili? Chi ha problemi di glicemia o di diabete è interessato a saperne di più su questa semplice domanda. Le castagne sono un frutto autunnale e delizioso per i più, soprattutto quando si parla di caldarroste. Difficile pensare di dovervi rinunciare.

Castagne e diabete
Castagne e diabete

Le castagne hanno un basso contenuto di grassi e alti livelli di vitamina C, caratteristiche queste che le rendono più simili alla frutta piuttosto che alla frutta a guscio. Inoltre sono ricche di composti antiossidanti e minerali.

Per comprendere se castagne e diabete possono andare d’accordo, abbiamo esaminato diversi studi scientifici. Questi ci permettono di capire meglio quale impatto hanno le castagne sulla glicemia e quindi sul diabete.

Indice Glicemico delle Castagne

L’indice glicemico (IG) indica gli effetti di un determinato alimento sui livelli di zucchero nel sangue in base al suo contenuto di carboidrati. Più l’indice glicemico è alto e più aumenta lo zucchero nel sangue.

Le castagne hanno indice glicemico 60, sono quindi a medio indice glicemico e non causeranno grandi sbalzi della glicemia. Quella che segue è la divisione delle fasce dell’IG:

Fino a 40:  IG molto basso
Da 41 a 55: IG basso
Da 56 a 69: IG medio
Da 70 in su: IG alto

Misuratore di Glicemia, Diabete test kit glucosio nel sangue, Sinocare Safe AQ Voice Kit di monitoraggio dello zucchero con 25 strisce codefree reattive per i diabetici in mg/dL

Castagne e Diabete

Gli Studi

La ricerca sostiene che l’acido gallico e l’acido ellagico presenti nella castagna proteggono le cellule dai danni dei radicali liberi a loro volta associati a varie malattie croniche, come il diabete. Questi composti possono aiutare a gestire i livelli di zucchero nel sangue e migliorare la sensibilità all’insulina, rendendo le cellule più reattive all’insulina. (1, 2)

Questo frutto inoltre contiene fibra solubile. Questa si scioglie nell’intestino e forma una sostanza gelatinosa che si muove non digerita e che rallenta l’assorbimento dello zucchero nel corpo.

La fibra presente nelle castagne può anche aiutare a bilanciare la glicemia. Mangiare cibi ricchi di fibre assicura che il tuo corpo assorba lentamente gli amidi. Questo aiuta a evitare picchi di zucchero nel sangue che possono essere pericolosi per le persone con diabete. (3, 4)

Le castagne contengono prevalentemente carboidrati complessi che il corpo digerisce lentamente, ottenendo fonte di energia stabile. Gli alimenti ricchi di fibre e carboidrati complessi hanno anche un effetto meno immediato sulla glicemia, riducendo così potenziali picchi glicemici. (5)

Tutto quello che hai appena letto depone a favore del connubio castagne e diabete ma bisogna comunque fare attenzione. Questi deliziosi frutti sono ricchi di carboidrati, per cui mangiarne una piccola quantità può offrire benefici. Però se hai il diabete e ne mangi in modo eccessivo puoi avere seri problemi di salute.

Castagne e Diabete

Dosaggio

A causa del loro contenuto di carboidrati, devi limitarti a un’assunzione moderata (34 castagne). Se hai il diabete, abbinale ad altre opzioni a basso contenuto di carboidrati per prevenire l’aumento della glicemia.

Castagne e Diabete

Disclaimer Mr.Loto

Articoli correlati

Back to top button