Quantcast
Comportamento

Opportunismo e Falsità

Bisogna imparare a difendersi da chi sa solo prendere

Opportunismo e Falsità

Molti non se ne rendono conto ma opportunismo e falsità stanno rovinando quel poco di buono che resta nelle nostre società e nei rapporti umani.

Opportunismo e falsità

Davvero troppe persone oggi intessono relazioni di esclusivo interesse. In questa triste situazione, nel migliore dei casi, è tutto un do ut des, dare per ottenere sempre qualcosa in cambio. Nel peggiore dei casi, invece, si intrecciano finte amicizie per ottenere aiuti, favori o compagnia senza mai sentire il bisogno di ricambiare.

Opportunismo e falsità fanno spesso sì che chi cerca sinceramente di creare un rapporto umano autentico si ritrovi vittima di veri e propri sciacalli. Sono infatti sempre di più gli individui che si approfittano delle persone più buone e ingenue per il proprio tornaconto personale. Credendosi “migliori” , si fanno gli affari propri a discapito di chi è in buona fede e ha la sfortuna di incontrarli sulla propria strada.

Questa gente si mostra tua amica quando gli conviene ma poi non ha alcun desiderio di passare del tempo con te. Se non sei tu a cercare loro, quando non gli servi queste persone non si degnano nemmeno di farsi sentire.

La cosa più triste è che opportunismo e falsità sono ormai insinuate nelle famiglie e perfino tra i giovani che solitamente sono più autentici. Chi si comporta così è sempre convinto che dall’altra parte non ci sia la consapevolezza di ciò che sta accadendo. Pensano di essere più furbi nell’approfittare della gentilezza altrui. Chi invece subisce questo trattamento spesso è troppo corretto per sottrarsi a questa forma di sfruttamento emotivo.

Tagliare Falsi e Opportunisti

Ho sempre pensato che in ogni persona, se ci si pone nel modo giusto, è possibile vedere qualcosa di buono. Eppure, per fermare questa orrenda tendenza, è necessario opporsi a opportunismo e falsità in modo deciso, senza voltarsi indietro

Quando ci si accorge di venire usati, bisogna avere il coraggio di tagliare i ponti con queste persone. Non serve nemmeno recriminare o discutere, perché tanto loro non cambieranno. Basta non rispondere più alle loro chiamate e non farsi incantare dalle lusinghe (false) che arriveranno nel tentativo di riallacciare quel legame di convenienza. Lo so, le brave persone fanno fatica a comportarsi così, soprattutto perché si tende sempre a credere che nessuno possa essere così squallido da approfittare di un amico.

Eppure opportunismo e falsità esistono e sono molto diffusi. Bisogna avere il coraggio di guardare la realtà in faccia perché è anche questo che devono fare le brave persone.

Se nessuno si lascerà più sfruttare, non solo materialmente ma anche emotivamente, gli opportunisti finiranno a frequentare quelli che gli assomigliano.

La cosa divertente è che le persone false e opportuniste si riconoscono tra loro e non si sopportano. Questo perché, come in uno specchio, vedono chiaramente chi vuole sempre prendere senza mai dare e non gli va bene, ovviamente!

Così, pian piano, si ritroveranno soli, senza più nessuno disposto a creare con loro un legame di vera amicizia. Scopriranno il vuoto della loro esistenza e, forse, l’errore del loro comportamento.

Non lasciamo che opportunismo e falsità si allarghino a dismisura nei rapporti umani.

Lettura consigliata: Opportunismo. Il nemico universale di Stefan Zweig

Opportunismo. Il nemico universale

Tasto Amazon

Articoli correlati

10 Commenti

  1. “Bisogna imparare a difendersi da chi sa solo prendere”

    Direi che oppostamente per molti anni il mio “problema “è stato quello di offrirmi al solo dare, penso che avere un indole simile non ti renda nemmeno lucidi di cosa sia l’opportunismo e la falsità ,finchè non si avverte una forma di sofferenza verso ciò che dall ‘altra parte è pretesa.Il problema è che chi subisce opportunismo e falsità non metabolizza con superficialità l’esistenza di tale cattiveria,finquando non riesce a raggiungere un grado di consapevolezza su quella che è l’evoluzione dello spirito,e una forma di ammissione a se stessi che purtroppo il male esiste e bisogna difendersene proprio servendosi di quel bene di cui si sente di far parte.Credo che il riferimento al post “le brave persone esistono”sia illuminante .L’ho riletto poco fa ,e tutto mi torna ,tutto si spiega.

    Mister io mai come adesso avverto l’esigenza di una pausa,sai bene quanto tenga ad un abbraccio ed un saluto anche qui ,in questo tuo spazio.

    1. Goditi la tua pausa con leggerezza e serenità, quando vorrai tornare a condividere pensieri e riflessioni, qui sarai sempre la benvenuta.
      Un abbraccio e un caro saluto, a presto.

  2. Ci sono comportamenti che si reiterano anche senza una corrispondenza. Io ti leggo, ad esempio, e non mi importa se tu non commenti da me. Purtroppo il do ut des è molto rilevante in tanti blog, io sono uno di quelli che ne legge tanti, senza che mai o quasi questi passino da me. Ma li leggo perché mi piacciono argomenti, deduzioni e scrittura, quindi la mia soddisfazione è nel leggerli e spesso commentarli. Dovrebbe essere così per tanti, se non per tutti.. ma a volte non accade, perché subentra come un mutuo soccorso, una corrispondenza che appare come dovuta, mentre in realtà non deve funzionare così. Come nella vita.

    1. Sono d’accordo… nel mondo dei blog è effettivamente molto evidente. Ma qui bisogna anche tener conto del fattore “vita reale”, diciamo così. A volte si ha poco tempo a disposizione per il computer o lo smartphone e i commenti ne risentono. A volte si legge senza commentare, altre volte non si ha molto da dire su ciò che si è letto. Nella vita di tutti i giorni, invece, vedi proprio gente che quando gli servi ti cerca e quando no ti ignora, preferendo dedicare il suo tempo ad altro. Che brutta cosa usare il prossimo per il proprio tornaconto!
      Ciao, a presto!

  3. Purtroppo è sempre più frequente quello di avere persone che ci sono soltanto quando hanno bisogno ma poi “spariscono” quando magari sei tu ad aver bisogno di qualcosa. Io sono molto “indipendente” nel senso che non chiedo apposta perché tanto generalmente aiuto non ne ho mai e ho imparato a fare da sola nella vita. Di contro posso anche sembrare una che “se la tira” ma non è così e sono molto disponibile ad aiutare comunque. Di mio ho fatto ciò che sentivo e ho come motto “va dove ti porta il cuore” e fa ciò che ti porta a fare … serena giornata

    1. Quando uno dà agli altri con il cuore, ovviamente, non pretende nulla in cambio. Il problema nasce solo quando dall’altra parta c’è la cattiva intenzione di sfruttare il prossimo a proprio piacimento come se fosse una cosa furba. Gli opportunisti, infatti, sono spesso convinti di essere più intelligenti e caparbi di chi è sempre disponibile nei loro confronti. Ecco, qui è necessario ridimensionare il loro ego e fare in modo che si accorgano che ciò che fanno è sbagliato.
      Ciao, buona giornata anche a te.

      1. Io faccio capire che non mi stanno prendendo in giro ma poi il mio comportamento è qualcosa di dettato da me. Non penso che certe persone si rendano conto di ciò che fanno e di sbagliare. È dura far capire a qualcuno che è in errore. Ma mai dire mai. Serena giornata

  4. Non sono opportunista né falsa, e detesto chi lo è.
    Comunque, perdona l’off topic, ma passo per informarti che è il tuo turno al mio jukebox.
    Grazie per la tua splendida richiesta e buon fine settimana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

 

Back to top button