Alimentazione e Salute

Prugne e Diabete

Posso mangiare le prugne se ho il diabete?

Prugne e Diabete

Prugne e diabete sono compatibili? Le prugne sono frutti deliziosi presenti in diverse varietà. È comprensibile che siano in molti a non voler rinunciare a questi frutti, nemmeno in caso di diabete.

Prugne e diabete
Prugne e diabete

Per comprendere se prugne e diabete possono andare d’accordo abbiamo consultato diversi studi. La buona notizia è che la prugna è considerata sicura da mangiare se soffri di diabete. Il diabete di tipo 2 è causato dal pancreas che non produce abbastanza insulina, o ne produce poca.

Se il tuo organismo non produce o non riesce a usare correttamente l‘insulina, è probabile che lo zucchero si accumuli nel sangue.

Da anni sappiamo che la frutta è parte essenziale di una dieta sana. Malgrado questo, ancora molte persone sono convinte che la frutta, a causa del suo contenuto di zuccheri, sia controindicata se hai il diabete.

Prugne e Zucchero

100 grammi di prugne contengono 9,9 grammi di zuccheri. Per evitare picchi glicemici è necessario che i diabetici limitino il consumo di zucchero.

Indice Glicemico delle Prugne

L’indice glicemico (IG) indica gli effetti di un determinato alimento sui livelli di zucchero nel sangue in base al suo contenuto di carboidrati.

Più l’indice glicemico di un alimento è alto e più aumenta lo zucchero nel sangue. Questo controllo è utile alle persone con diabete che stanno cercando di mantenere i livelli di zucchero nel sangue entro i limiti.

Le prugne hanno un indice glicemico pari a 40, quindi un valore medio che non aumenta la glicemia troppo rapidamente.

Misuratore di Glicemia, Diabete test kit glucosio nel sangue, Sinocare Safe AQ Voice Kit di monitoraggio dello zucchero con 25 strisce codefree reattive per i diabetici in mg/dL

Tasto Amazon

Carico Glicemico delle Prugne

Per comprendere meglio il rapporto tra prugne e diabete occorre tenere conto anche del carico glicemico. Il carico glicemico (GL) a differenza dell’indice glicemico, ci offre una panoramica della qualità e della quantità di carboidrati ottenuti da un determinato cibo. Il GL è considerato alto se ≥20, medio se compreso tra 11 e 19, basso se ≤10.

Le prugne hanno un GL di circa 2, che è un carico glicemico molto basso. Ciò significa che una porzione di prugne rilascerà solo una piccola percentuale del contenuto complessivo di carboidrati stimato disponibile.

Prugne e Diabete

Gli Studi Scientifici

Le prugne possono essere una buona scelta per i diabetici, questo grazie al loro indice glicemico medio. Controllare la glicemia è molto importante poiché i pazienti diabetici hanno maggiori probabilità di sviluppare complicazioni potenzialmente letali. Tra queste le malattie cardiache, gli ictus e la perdita della vista.

Nonostante siano abbastanza ricchi di carboidrati, le prugne non sembrano causare un aumento sostanziale dei livelli di zucchero nel sangue. (1, 2)

Si pensa che questa loro proprietà sia dovuta al loro potenziale di aumentare i livelli di adiponectina. Questo composto è un ormone che svolge un ruolo nella regolazione della glicemia. (3)

Anche la fibra presente in questo frutto svolge un ruolo benefico nei confronti del diabete. La fibra infatti riduce la velocità con cui il corpo assorbe i carboidrati. Questo provoca un aumento graduale della glicemia, evitando i picchi. (4)

Le prugne inoltre hanno carboidrati a lento rilascio che possono essere utili per regolare i livelli di zucchero nel sangue. (5)

Ci sono poi alcune specie di prugne che sono considerate antidiabetiche ed è noto che i loro estratti hanno potenti attività che contrastano il diabete. Una di queste è la Syzygium cumini. (6)

Prugne e Diabete Conclusioni

Da quanto hai appena letto, prugne e diabete sono compatibili, devi però considerare i carboidrati totali di cui hai bisogno in un giorno.

Le diete per i diabetici sono generalmente predeterminate in base al loro fabbisogno calorico e all’assunzione di insulina. La cosa più importante per i diabetici è assumere una quantità costante di carboidrati in un giorno.

Quindi, se mangi una o due o tre prugne in un giorno, includerai la quantità essenziale di carboidrati nel tuo programma dietetico.

Parla con il tuo medico o dietologo per stimare cosa mangiare e valutare il numero di prugne che sei disposto a mangiare in un giorno nel tuo piano dietetico.

Prugne e Diabete

Articoli correlati

Back to top button