Libri

Tre – Recensione Libro

di Valérie Perrin

Tre – Recensione Libro

Tre

di Valérie Perrin

Tre - Recensione Libro
Tre

 

Titolo originale: “Trois”

Genere: Narrativa

Anno di pubblicazione: 2021

Editore: edizioni e/o

Traduzione di Alberto Bracci Testasecca

Recensione libro: Ottimo

 

Trama

Siamo in Francia, a La Comelle, è il 1986 e Adrien, Etienne e Nina si conoscono a scuola quando hanno 10 anni. La loro amicizia è salda e, per tutta la durata dell’adolescenza, saranno sempre insieme, sempre in tre, senza lasciare che niente e nessuno li divida. Si fanno una promessa: appena possibile andranno insieme a vivere a Parigi per non separarsi mai.

Nel 2017 viene ripescata da un lago della zona un’auto con il cadavere di una ragazza dentro. , una giornalista di cui non si conosce il passato, racconta l’accaduto ricostruendo come quello e altri eventi siano legati ai tre amici inseparabili.

Ma Adrien, Etienne e Nina sono ancora amici dopo così tanti anni?

Incipit

«Stamattina Nina mi ha guardata senza vedermi. Prima di sparire nel canile il suo sguardo mi è scivolato addosso come gocce d’acqua sull’impermeabile. Pioveva a dirotto. Ne ho intravisto il pallore e i capelli neri sotto il cappuccio della cerata.»

Recensione di Tre

Ho scoperto Valérie Perrin lo scorso anno con Cambiare l’acqua ai fiori e me ne sono innamorato, sotto il profilo letterario ovviamente. Quando ho visto il suo nuovo romanzo, quindi, l’ho preso subito sicuro di non restarne deluso. E così è stato. Questo perché, aldilà della trama, sapevo che la Perrin mi avrebbe permesso di riflettere sul quotidiano.

Questa autrice ha infatti la capacità di raccontare l’insospettabile profondità degli eventi della vita e la bellezza delle piccole cose, con meraviglia e delicatezza.

Inizio dunque la recensione di Tre proprio con lo stile di Valérie Perrin, così elegante e piacevole. È un libro di oltre 600 pagine che scorre facilmente fino alla fine senza nemmeno rendersene conto.

Qualche volgarità in questa storia è presente ma motivata dalla natura di personaggi e situazioni.

Valérie Perrin
Valérie Perrin

In questo romanzo l’autrice è riuscita a creare un intrigo struggente e feroce che ci trasporta dall’adolescenza all’età adulta, attraverso il tempo che passa e separa le persone.

La trama si dipana in numerosi salti nel tempo ma la trama non è affatto difficile da seguire. La lettura coinvolge moltissimo perché in ogni capitolo c’è una piccola rivelazione, proprio come accade nella vita. È come avere in mano i tasselli di un puzzle che, pian piano, si posizionano nel posto giusto creando alla fine un’immagine che non ti aspetti. Gli eventi sono tutti collegati tra loro in modo perfetto e, al termine della lettura, niente resta in sospeso. Proprio come piace a me.

I personaggi sono verosimili e si finisce con l’affezionarsi a loro. Adrien, Etienne e Nina risulteranno particolarmente cari a chi è nato negli anni ’70 come loro.

Conclusioni

Tre è una storia di amicizia e di riscatto e racconta la natura umana e i rapporti tra le persone spingendo a una sana riflessione. Non sempre ci rendiamo conto di quanto le nostre azioni vadano ad impattare, nel bene e nel male, sulle vite altrui.

Non manca il mistero, dovuto alla voce narrante della storia né una piccola nota noir, dovuta al ritrovamento di un cadavere. Insomma, è un libro ben strutturato, scritto magistralmente e coinvolgente.

Concludo la recensione di Tre consigliandone la lettura a chi pensa di non poter ricominciare, a chi si sente senza speranza e a tutti i nostalgici degli anni’80.

Citazione

«Ci sono libri, e anche incontri, che sono come occasioni perse. Passiamo accanto a storie e persone che avrebbero potuto cambiarci la vita senza vederle a causa di un malinteso, di una copertina, di un riassunto sbagliato, di un atteggiamento prevenuto. Per fortuna certe volte la vita insiste.»

Curiosità

  • Questo è il terzo romanzo di Valérie Perrin. I suoi libri precedenti, Il quaderno dell’amore perduto e Cambiare l’acqua ai fiori, sono stati tradotti in 30 lingue e hanno venduto più di due milioni di copie.
  • L’autrice è anche una sceneggiatrice e una fotografa. Nel 2019 si è candidata alle elezioni europee con il Parti Animaliste.
  • Le Figaro ha definito il romanzo “Una radiologia della Francia degli ultimi trent’anni attraverso un trio di amici”.
  • Per scrivere Tre Valérie Perrin si è ispirata alle persone che lavorano nel canile di cui è Madrina.

Tre – Recensione Libro

Articoli correlati

Back to top button