Libri

Una Persona alla Volta Recensione

Di Gino Strada

Una Persona alla Volta – Recensione Libro

Una Persona alla Volta

di Gino Strada

Una Persona alla Volta Recensione Libro
Una Persona alla Volta

 

Genere: Biografia

Anno di pubblicazione: 2022

Editore: Feltrinelli

Recensione libro: Ottimo

 

Trama

Una persona alla volta è l’ultimo libro di Gino Strada. Una biografia in cui l’autore racconta in prima persona i suoi inizi in Lombardia e le sue esperienze come chirurgo nelle zone di guerra. Gino Strada si è battuto per oltre trent’anni contro la guerra e le disuguaglianze nelle cure. In questo libro l’autore ci insegna come sia possibile cambiare le cose semplicemente credendoci e lavorando duramente ogni giorno per salvare una persona dopo l’altra.

Incipit

«Sono un chirurgo. Una scelta fatta tanto tempo fa, da ragazzo. Non c’erano medici in famiglia, ma quel mestiere godeva di grande considerazione in casa mia. “Fa il dutur, l’è minga un laurà”, diceva mia madre, “l’è una missiùn.” Un’esagerazione? Non so, ma il senso di quella frase me lo porto ancora dentro, forse mia madre era una inconsapevole ippocratica.»

Recensione di Una Persona alla Volta

Curiosamente mi sono trovato a leggere questo libro proprio nel momento in cui la guerra in Ucraina è così vicina a noi. È proprio vero che i libri ci chiamano quando è il momento per noi di leggerli.

Inizio la recensione di Una persona alla volta con il rammarico di non aver seguito in modo più approfondito Gino Strada quando era ancora in vita. Ovviamente conoscevo Emergency ma non ho mai rivolto particolarmente l’attenzione sul suo fondatore. Attraverso questo libro però, mi è venuta voglia di saperne di più. Ne sono sicuro, in futuro leggerò anche gli altri suoi libri perché ho percepito quell’autenticità e quella sincerità che vado sempre cercando nelle persone e nei libri.

In un certo senso, mi ha ricordato Sette fiori di senape. Entrambe le storie umane raccontano di persone straordinarie che non si sono tirate indietro davanti a ciò che non andava e hanno cercato di cambiarlo.

Più che una biografia, Una persona alla volta è un vero e proprio lascito spirituale di qualcuno che, come tanti di noi, credeva che tutto può cambiare, se lo vogliamo. È una raccolta di riflessioni sul diritto universale alle cure e sulla guerra.

Lo stile è colloquiale, schietto, sembra quasi di ascoltare Strada che ci racconta un po’ della sua vita. Ma non lo fa enumerando gli eventi che ha vissuto, ma raccontando ciò che quegli eventi hanno provocato in lui.

È un testo che apre a molte riflessioni sulla discriminazione e sulla guerra. Attraverso gli occhi di chi della guerra ha toccato le ferite e visto la profonda desolazione umana, tutto ci appare sotto una luce diversa. Ammetto che leggere queste pagine mi ha fatto cambiare idea su alcune posizioni che avevo in merito.

Pappagalli Verdi

Tasto Amazon

Le Utopie Possono Realizzarsi

Nonostante su certi argomenti sicuramente non saremmo stati della stessa opinione, mi piace il modo chiaro in cui Gino Strada sa tracciare una direzione. Punta il dito sui primi passi da muovere nel senso giusto e sfida chi gli dice che è un utopista. “L’utopia è solo qualcosa che ancora non c’è” risponde, e io la penso come lui.

Una persona alla volta è un libro ricco di pensieri importanti, scritto in modo da essere davvero alla portata di tutti. Perché se vogliamo cambiare questa società dobbiamo farlo partendo da noi cittadini, perché chi ha il potere non ha alcun interesse a farlo.

Personalmente suggerirei di far leggere almeno qualcuno dei capitoli di questo libro nelle scuole superiori. Ormai educhiamo i ragazzi al solo successo materiale senza mostrare loro la bellezza dei sogni di altro genere. Correggere le ingiustizie, aiutare chi è in difficoltà, schierarsi con chi ha bisogno di essere difeso e costruire un mondo di pace più bello per tutti.

Il futuro può e deve essere rivisto sotto il profilo umano, etico e sociale.

Concludo la recensione di Una persona alla volta consigliandone la lettura a chi pensa che la guerra sia un male necessario e a chi ha bisogno di ritrovare fiducia nel genere umano.

Citazione

«A oltre settant’anni dalla dichiarazione universale dei diritti umani, nessun governo, nessuno Stato del pianeta ha costruito realmente quei diritti che si era impegnato a realizzare: cibo, cure mediche, istruzione, un posto sicuro dove stare, Neppure questo è stato fatto, indebolendo le fondamenta della nostra vita insieme, sostituendo alla libertà il sopruso, alla giustizia la più spietata e violenta aggressione, alla pace la guerra.»

Curiosità

  • Gino Strada è stato, oltre che un chirurgo, un attivista e un filantropo. Ha scritto diversi libri tra i quali il più famoso è Pappagalli verdi.
  • L’autore, insieme alla prima moglie Teresa Sarti morta nel 2009, ha fondato l’ONG italiana Emergency.
  • Una persona alla volta è un libro postumo, curato dalla seconda moglie di Gino Strada, Simonetta Gola.
  • Gino Strada è morto improvvisamente nel 2021 a causa di problemi cardiaci.
  • L’autore ha ricevuto diversi riconoscimenti durante la sua vita. II Right Livelihood Award nel 2015, il SunHak Peace Prize nel 2017 e gli è stato intitolato perfino un asteroide.
  • L’acquisto di Una persona alla volta sostiene Emergency.

Una Persona alla Volta Recensione

Articoli correlati

Back to top button