Ecologia

Combattere i Cambiamenti Climatici

Cosa possiamo fare per contrastare il cambiamento climatico

Combattere i Cambiamenti Climatici

Ultimamente tutti abbiamo preso coscienza dell’importanza di combattere i cambiamenti climatici.

Il 2022 è stato anno di svolta, un anno infernale per il clima del mondo intero.

Combattere i cambiamenti climatici

Alcuni esempi lampanti sono gli incendi che hanno devastato la parte più ad ovest dell’America e l’Australia oppure le alluvioni che hanno invaso il Pakistan e l’Italia. Anche il caldo e la siccità estrema hanno provocato vittime. Solo in Europa la scorsa estate ci sono stati 16.000 morti per le temperature elevate.

Alla luce di tutto questo, è evidente che combattere i cambiamenti climatici è una priorità assoluta.

Sempre nel 2022, a causa della guerra in Ucraina, ci siamo resi conto di quanto sia importante liberarsi velocemente dei combustibili fossili.

Per decenni la Russia ha fornito quasi il 40% del gas all’Europa, acquisendo un’enorme influenza politica su di noi. È bastato chiudere i rifornimenti per lasciare milioni di persone al freddo. Eppure l’Europa, invece che cercare di rinnovarsi, ha preferito cercare altri fornitori di gas che, in futuro, potrebbero fare la stessa cosa, per svariate ragioni. Non a caso abbiamo guardato la finale della Coppa del Mondo svolgersi in Qatar, lo stato del gas naturale.

Come se non bastasse, lo scorso anno la fusione nucleare ha conquistato nuovamente i titoli dei giornali, promettendo che quella nucleare è l’energia del futuro.

Nel frattempo, si sono scatenati una serie di eventi a catena. I prezzi dell’energia sono alle stelle, l’inflazione è aumentata, c’è stato un notevole aumento dei costi dei beni alimentari e molte fabbriche stanno chiudendo, rallenta la crescita e aumenta la povertà. Ce ne siamo accorti tutti.

Possibile che nessuno voglia seriamente combattere i cambiamenti climatici?

Contrastiamo il Cambiamento Climatico

Dato che è un problema che ci riguarda in prima persona, sarebbe opportuno che ognuno di noi facesse la propria parte. Nell’attesa che i governi si accorgano che la situazione non può più essere rimandata, ecco quello che possiamo fare.

Energia pulita e Risparmio energetico

Cerca di sapere se l’energia di casa tua proviene da combustibili fossili o da fonti rinnovabili.

Se puoi, installa pannelli solari o turbine eoliche, isola bene la tua casa, usa dispositivi elettrici efficienti sotto il profilo energetico. Abbassa il riscaldamento e lava i panni in acqua fredda. Non acquistare ciò che non ti serve, ripara ciò che può essere aggiustato e ricicla. Sempre.

Acquista locale e fai attenzione a ciò che mangi

I trasporti sono uno dei settori con le maggiori emissioni. Al mercato locale troverai prodotti freschi che provengono dalla tua zona e non dall’altra parte dell’Europa o del mondo. Inoltre così aiuterai la tua regione.

Mangiare più frutta, verdura e cereali e meno carne e latticini riduce l’impatto ambientale, aiutando a combattere i cambiamenti climatici. E ricorda che ogni volta che butti del cibo stai sprecando risorse e producendo metano.

Pensa prima di viaggiare

Viaggiare è diventato la passione di tutti ma gli aerei producono moltissime emissioni di gas e consumano enormi quantità di combustibili fossili. Volare meno è un modo veloce per combattere i cambiamenti climatici. Usa il treno per i tragitti lunghi, i piedi o la bici per quelli brevi.

Coinvolgi altre persone

Abbiamo ancora una piccola finestra di opportunità per combattere questa crisi ponendo fine all’era del petrolio e passando a un futuro di energia pulita. Parlane con gli amici, i colleghi, i familiari. Bisogna contattare i sindaci e scrivere ai leader mondiali per incitare dei cambiamenti “verdi”.

Il modo più efficace per combattere i cambiamenti climatici è far capire a quanta più gente possibile che bisogna fare qualcosa adesso e agire di conseguenza.

Lettura consigliata: Verso un Nuovo Mondo: Conversazioni sull’ecologia profonda di Guido Dalla Casa

Verso un Nuovo Mondo: Conversazioni sull’ecologia profonda

Tasto Amazon

Articoli correlati

14 Commenti

  1. Beh, io ho migliorato l’isolamento della casa con doppi vetri e soletta coibentata. Mangio poca carne, cerco di mangiare alimenti di stagione e quindi reperibili localmente, ho abbassato il riscaldamento, uso la bicicletta quando posso, da alcuni anni non volo. Nel mio piccolo, qualcosa cerco di fare anch’io!

  2. Io cerco sempre di fare il possibile per il nostro ambiente. Mondo ne abbiamo uno solo, 3 pure bello e bisogna conservarlo al meglio. Anche a mia figlia ho sempre inculcato queste idee e mi auguro che vada avanti anche lei rispettando il mondo e la natura. Il cambiamento è lampante, da noi sono solo -1° quando solitamente qui erano almeno -9°. Serena giornata

    1. In questi ultimi anni stiamo tutti avvertendo in modo evidente i cambiamenti del clima. Speriamo solo che i governi non intervengano troppo tardi.
      A presto.

  3. Che fare?
    Mister vivere sano xke la salute prima di tutto e sapersi muovere in modo intelligente è consigliato. Per i montanari è campagnolo più semplice …
    Nn sto ad elencare immagina…

    1. Il punto è proprio questo, vivere sano! Purtroppo la vita di oggi si sta allontanando troppo dalla natura e la terra ne risente. E siccome non abbiamo un pianeta di riserva sarebbe bene che tutti cercassimo di fare qualcosa per combattere i cambiamenti climatici. E sì, per chi vive in montagna o in campagna è decisamente più facile che per chi vive in città… ma ci si può educare!
      Ciao, a presto.

  4. Sensibilizzare almeno tra noi già nel piccolo è il minimo che si possa fare,peccato che ci riduciamo sempre a danni già avvenuti… perché mister è così difficile amare e rispettare un paradiso in terra?

    1. Perché i cieli azzurri, l’aria pulita, le foreste e i mari cristallini non si possono vendere. Una vecchia battuta diceva che se gli alberi avessero dato wi-fi gratuito invece che ossigeno nessuno li avrebbe mai abbattuti.
      Oggi tutti fanno la corsa ad arraffare il più possibile e non hanno ancora capito che dovranno lasciare tutto.
      🙁

  5. Mister io mi occupo di boschi o ereditato e comprato ettari di boschi e di lavoro aiutato da operai questa energia rinnovabile è stata abbandonata nei progetti di chi comanda per cui ci sono migliaia e migliaia di tonnellate di legname da poter convertire in energia basterebbe volerlo e Ma è più facile prendere soldi dal metano e dal petrolio si fa tutto con la calcolatrice non con la motosega

    1. In tempi in cui si cerca di ricavare soldi da ogni dove, tornando a usare la legna si andrebbe a finire in una totale deforestazione! Non c’è più criterio, non c’è più rispetto. Bisogna puntare sul sole e sul vento, e sulla raccolta delle acque piovane di cui l’Italia è ricchissima. Chissà quando questo sarà reso possibile per tutti. Se almeno i nuovi edifici fossero costruiti con queste prerogative…invece no.
      Ciao.

  6. Buongiorno Mister
    un argomento attuale. Siamo sempre punto e a capo…l’egoismo è parte di tutto e poi il potere queste due cose insieme generano
    disastri umanitari. Oltre che distruggere l’unica casa che abbiamo. Anche qui in montagna da me, la siccità dell’anno passato e la mancanza di neve questo anno, beh è una vera catastrofe. Avremo margine per rimediare?
    Mi auguro che tutti facciano il proprio meglio per riconvertire questa tendenza di distruzione.
    Un abbraccio e buona vita
    Chiara

    1. La prima cosa da fare, come sempre, è sensibilizzare, far capire alle persone che è una questione seria e che bisogna fare qualcosa.
      Avremo margine per rimediare? Sinceramente non lo so, ma preferisco credere di sì perché è spaventoso pensare di non poter fare più nulla. Bisogna ripensare il futuro, partendo dalle nostre piccole azioni quotidiane.
      Buona domenica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

Back to top button