Home / Alimentazione e Dieta antitumorale / Antociani, Proprietà ed Effetti sulla Salute

Antociani, Proprietà ed Effetti sulla Salute

Antociani o Antocianine Proprietà

Gli antociani, o antocianine, sono dei pigmenti idrosolubili che appartengono alla famiglia dei flavonoidi.

Gli antociani, grazie alle loro proprietà antiossidanti, possono essere molto utili alla salute umana. Il loro nome deriva dal greco e significa letteralmente fiore blu.

 

Antociani antocianine proprietà

Questi composti si trovano in natura nei fiori, nei frutti e nelle foglie autunnali.

Gli antociani hanno un colore che può variare dal rosso al blu e sono presenti esclusivamente nelle piante. Animali e microorganismi infatti non le contengono. In natura questi composti hanno diverse funzioni. Ad esempio proteggono le piante dai raggi ultravioletti oppure attirano animali ed insetti necessari alla loro riproduzione.

Il regno vegetale ha quindi un arsenale di composti chimici che protegge le piante dalle malattie ma non solo. Gli antociani infatti, se consumati, si rivelano utili per la salute umana. Questi benefici sono da imputare principalmente alle loro proprietà antiossidanti.

Antociani Proprietà

In natura sono stati trovati più di 600 antociani con struttura diversa. La frutta e la verdura forniscono pigmenti arancioni, rossi, viola e blu.

Questi pigmenti, o antociani, sono noti per la loro potenziale capacità di proteggere le cellule dai danni provocati dai radicali liberi. Oltre a questa proprietà, le antocianine possono anche contrastare una serie di malattie croniche come i tumori e le malattie cardiovascolari.

La ricerca tuttavia non ha ancora saputo chiarire il meccanismo con cui questi composti riescono ad apportare benefici alla salute. Le antocianine infatti, lavorano in sinergia con altri composti fitochimici e nutrienti apportando benefici alla salute umana.

Se ad esempio si mangia una fragola insieme ad un bicchiere di vino rosso, si ottiene una miscela complessa di flavonoidi. La ricerca scientifica suggerisce che le proprietà degli antociani sono più efficaci quando questi sono abbinati e miscelati tra di loro. Tuttavia quello che accade agli antociani quando vengono consumati e metabolizzati resta ancora sconosciuto.

Bacche di Aronia con antociani

Amazon

Quello che è certo è che  le antocianine, grazie alle loro proprietà antiossidanti ed antiradicaliche, possono avere impieghi utili in medicina. La loro assunzione sembra sia capace di rafforzare il sistema cardiocircolatorio, ma non solo. Proteggono le cellule da un precoce processo di invecchiamento, dagli stati infiammatori e dalle mutazioni tumorali.

Impieghi Industriali

Gli antociani vengono anche impiegati nell’industria alimentare come coloranti di color rosso. Si trovano tra gli ingredienti di marmellate ed anche degli yogurt, la sigla che in questo caso li identifica è E 163.

A livello industriale questi pigmenti si ricavano dalla buccia dell’uva rossa che rappresenta un prodotto di scarto dell’industria enologica. Attraverso un processo di essiccazione si ottiene una polvere idrosolubile che contiene questo genere di pigmenti ad attività antiossidante.

Antociani antocianine proprietà

Conservazione

Questi pigmenti si degradano rapidamente e di conseguenza anche le loro proprietà organolettiche vengono meno. Per questo motivo, dalla raccolta al consumo, devono essere presi dei provvedimenti che ne preservino le proprietà.

La ricerca scientifica ha scoperto di recente che la frutta e la verdura congelata sono in grado di preservare le proprietà degli antociani.

La conferma arriva da uno studio condotto presso l’University of California-Davis. In questo studio sono stati analizzati i contenuti di antociani di 8 tipi di verdure e frutti sia congelati che freschi. Questi i vegetali presi in considerazione: piselli, mirtilli, fragole, carote, fagiolini, mais, broccoli e spinaci.

I ricercatori hanno analizzato il contenuto di nutrienti nei vegetali freschi e dopo 10 e 90 giorni di congelamento. I risultati hanno fornito risultati molto interessanti. Minerali, vitamine, fibre alimentari, fenoli, antociani ed altri composti organici erano ancora ben conservati nella frutta e nella verdura congelata.

Frutta e verdure colorate sono ricche di antociani ed il loro consumo è associato con un minor rischio di sviluppare malattie croniche. Se avete una buona disponibilità di frutta e verdura e non sapete come conservarla, la surgelazione rappresenta un’ottima soluzione. In questo modo conserverete le loro proprietà organolettiche più importanti per la salute.

Antociani ed Alimenti che li Contengono

La produzione e la quantità di pigmento dipendono dal tipo di pianta che li produce. Anche il clima ed il tipo di terreno fanno la loro parte da questo punto di vista. I frutti che contengono la maggior quantità di antociani sono le bacche di aronia.

Qui sotto potete visionare una tabella con gli alimenti che hanno il più alto contenuto di antociani.

Alimento mg/100 g
 Mais viola 1.642
 Bacche di Aronia 1.480
 Uva Norton 888
 Melanzane  750
 More 589
 Mirtilli selvatici  558
 Ribes  420
 Uva Concord  326
 Bacche di açai   320
 Prugne rosse  277
 Ciliegie  122

Gli antociani sono presenti anche in altri alimenti ma la loro concentrazione è di molto inferiore rispetto a quelli sopra citati. Asparagi, pesche, patate, banane, piselli, fave e molti altri ancora ne sono un esempio.

Antociani, Proprietà ed Effetti sulla Salute

Disclaimer:

Questa non è una testata medica, le informazioni fornite da questo sito hanno scopo puramente informativo e sono di natura generale, esse non possono sostituire in alcun modo le prescrizioni di un medico o di altri operatori sanitari abilitati a norma di legge. Le nozioni sulle posologie, le procedure mediche e le descrizione dei prodotti presenti in questo sito hanno un fine illustrativo e non consentono di acquisire la necessaria esperienza e manualità per la loro pratica o il loro uso. Se ti sono state prescritte delle cure mediche ti invito a non interromperle né modificarle, perché tutti i suggerimenti che trovi su www.mr-loto.it devono essere sempre e comunque confrontati con il parere del tuo medico curante.