Mangiare Pesce Potrebbe Prevenire il Morbo di Parkinson

Mangiare Pesce Potrebbe Prevenire il Morbo di Parkinson

Mangiare Pesce

Tra i molti benefici del mangiare pesce c’è anche la prevenzione del morbo di Parkinson, questo è quanto suggerisce un recente studio svedese.


Mangiare pesce potrebbe prevenire il morbo di Parkinson. Questo è quanto suggerisce nuovo studio condotto presso la Chalmers University of Technology in Svezia e pubblicato sul Journal Scientific Reports. I ricercatori sostengono che questi benefici siano da imputarsi alla parvalbumina, una proteina a basso peso molecolare, presente in grande quantità nei pesci.

Mangiare pesce potrebbe prevenire il morbo di Parkinson

Mangiare pesce quindi fa bene alla salute non solo per gli acidi grassi omega 3 ed omega 6 ma anche per il loro contenuto di parvalbumina. Questa proteina ha dimostrato di essere d’aiuto nella prevenzione della formazione di strutture proteiche associate al Parkinson.

Il pesce è ormai considerato un alimento sano da tempo, il suo consumo è associato al miglioramento della funzione cognitiva ma le ragioni di questi benefici non sono ancora chiare.

Tutte le ricerche svolte fino ad oggi hanno identificato negli acidi grassi omega 3 e 6 le principali cause delle proprietà terapeutiche del pesce. Questa nuova ricerca svedese ha dimostrato però che la parvalbumina potrebbe contribuire agli effetti benefici del mangiare pesce.

Lo Studio

Il morbo di Parkinson è caratterizzato da due tratti distintivi: dall’accumulo di una proteina, chiamata alfa-sinucleina, nei neuroni e dall’insufficiente formazione di dopamina. I ricercatori hanno scoperto che la parvalbumina può dare origine a strutture che si legano all’alfa-sinucleina ed evitano così la formazione di pericolosi amiloidi.

Queste le parole di Pernilla Wittung-Stafshede, l’autrice principale dello studio:

La parvalbumina raccoglie la proteina alfa-sinucleina e in realtà impedisce che si aggreghi, semplicemente aggregandosi prima.

La parvalbumina è molto abbondante nei pesci, in particolar modo nelle aringhe, nelle carpe, nei merluzzi e negli scorfani. Il salmone ed il dentice poi, hanno i livelli di questa proteina ancora più elevati.

Mangiare pesce ed eventualmente aumentarne il consumo, potrebbe essere un buon metodo per prevenire in modo naturale il morbo di Parkinson. Nello studio è emerso anche che i livelli di parvalbumina possono variare durante i diversi periodo dell’anno.

Secondo gli autori dello studio, il pesce è molto più nutriente alla fine del periodo estivo. In questo periodo infatti, i pesci aumentano il loro metabolismo a causa della loro maggior esposizione al sole ed i livelli di parvalbumina sono più alti. Per questo motivo sarebbe consigliabile mangiare pesce in quantità maggiori durante l’inizio dell’autunno.

Acquista Cucinare il pesce su Amazon

Mangiare Pesce, Altri Potenziali Benefici

Mangiare pesce potrebbe prevenire il morbo di Parkinson ma non solo. Ci sono altre malattie neurodegenerative che sono causate da depositi di materiale proteico in sede extracellulare. Stiamo parlando dell’Alzheimer, dalla Sla e della malattia di Huntington.

Ora il team titolare dello studio è desideroso di approfondire questo argomento. I ricercatori vogliono sapere se la scoperta relativa al morbo di Pakinson possa avere implicazioni anche sulle altre malattie neurodegenerative.

Pernilla Wittung-Stafshede ci tiene a ribadire che è molto importante trovare una cura per queste malattie e dice:

Le persone vivono più a lungo e queste malattie arrivano con la vecchiaia. Ci sarà un’esplosione di queste malattie in futuro e la parte spaventosa è che al momento non abbiamo cure. Quindi dobbiamo dare seguito a tutto ciò che sembra promettente.

Il team ha già programmato per l’autunno una nuova ricerca per studiare come la parvalbumina si trasferisca nei tessuti umani. Secondo i ricercatori potrebbero esserci dei risultati sorprendenti.

Mangiare Pesce, Maggiori Informazioni

Da tempo si è ormai appurato che esiste un legame tra il mangiare pesce ed una salute migliore. Esiste un collegamento tra certi tipi di diete ed un tasso ridotto del morbo di Parkinson e di malattie neurodegenerative.

Ad esempio, la ricerca ha evidenziato che chi segue la dieta mediterranea, e quindi con più pesce, ha tassi più bassi di Parkinson ed Alzheimer. Anche per il Giappone, dove frutti di mare e pesci sono una parte centrale della dieta, vale lo stesso discorso.

Mangiare pesce è quindi un’abitudine salutare che non dovrebbe essere sottovalutata per chi vuole proteggere la propria salute neurale.

Mangiare Pesce Potrebbe Prevenire il Morbo di Parkinson

Disclaimer:

Questa non è una testata medica, le informazioni fornite da questo sito hanno scopo puramente informativo e sono di natura generale, esse non possono sostituire in alcun modo le prescrizioni di un medico o di altri operatori sanitari abilitati a norma di legge. Le nozioni sulle posologie, le procedure mediche e le descrizione dei prodotti presenti in questo sito hanno un fine illustrativo e non consentono di acquisire la necessaria esperienza e manualità per la loro pratica o il loro uso. Se ti sono state prescritte delle cure mediche ti invito a non interromperle né modificarle, perché tutti i suggerimenti che trovi su www.mr-loto.it devono essere sempre e comunque confrontati con il parere del tuo medico curante.

Close