Home / Alkekengi: Proprietà e Benefici

Alkekengi: Proprietà e Benefici

Alkekengi

Alkekengi: Proprietà e Benefici

L’alkekengi o alchechengi, nome botanico Physalis alkekengi, è una pianta a carattere perenne appartenente alla famiglia delle Solanacae. La pianta produce dei frutti commestibili e, grazie alle sue proprietà terapeutiche, è conosciuta fin dai tempi più antichi. I suoi frutti sono anche noti col nome di ciliegie invernali.

Alkekengi: proprietà e benefici

I frutti alkekengi sono delle bacche avvolte in calici, che nell’insieme assumono l’aspetto di piccole lanterne. Da qui anche il nome di lanterna cinese con cui le bacche sono conosciute.

L’altezza della pianta varia dai 30 ai 60 centimetri. I suoi fiori sono ermafroditi, ovvero hanno organi sessuali sia maschili che femminili. La pianta fiorisce in estate, a luglio ed agosto. Le bacche maturano in genere a settembre ed assomigliano ad una ciliegia. Il gusto richiama vagamente quello dei lamponi e dei pomodori.

Il suo habitat ideale è costituito da terreni umidi fino ad un’altitudine di 1.000 metri.

Composizione Chimica

Le bacche di alchechengi contengono fibra alimentare (pectina), l’1,9 % di proteine, l’11,2 % di carboidrati, lo 0,7 di grassi e lo 0,8 % di ceneri.

Minerali: ferro, fosforo, potassio e calcio.

Vitamine: vitamina A, vitamine B1, B2, B3 vitamina K, vitamina C e beta-carotene.

Contiene anche criptoxantina.

Contengono inoltre acido caffeico, acido oleico, acido linoleico, acido citrico, saponine, catechine, flavonoidi, carotenoidi, mucillagini e tannini.

Alkekengi Proprietà e Benefici

Antiossidanti

L’alkekengi ha un discreto contenuto di antiossidanti in parte dovuto al buon contenuto di vitamina C. Per questo motivo la sua assunzione può aiutare l’organismo a contrastare l’attività dei radicali liberi. Questi composti, che sono un sottoprodotto del metabolismo umano, sono spesso causa di gravi patologie come ad esempio i tumori.

Vista

Il buon contenuto di vitamina A rende questo frutto indicato per mantenere la salute degli occhi. Un giusto apporto di vitamina A infatti, previene problemi alla vista e malattie degenerative tipiche dell’età avanzata, come la cecità al crepuscolo.

Capacità Cognitiva

Sempre grazie alla presenza di antiossidanti, l’alkekengi aiuta ad eliminare l’accumulo di placche nei percorsi cognitivi. Le placche si formano a causa dei radicali liberi e dello stress ossidativo. Le proprietà di questo frutto sono state associate alla prevenzione di alcune patologie come l’Alzheimer e la demenza senile.

Diuretico

L’alkekengi ha spiccate proprietà diuretiche in grado di apportare benefici alla nostra salute. Questa proprietà facilita l’espulsione dell’acido urico dall’organismo e previene quindi la gotta. Va bene anche in caso di calcoli renali e per le infiammazioni delle vie urinarie.

Alkekengi: proprietà e benefici

Colesterolo

Il succo delle bacche, se assunto con regolarità, è in grado di abbassare i livelli di trigliceridi e di colesterolo cattivo LDL. Sono anche stati dimostrate le sue proprietà protettive ed i benefici nei confronti del fegato.

Anti Microbico

Grazie alla presenza di composti con proprietà anti microbiche ed anti parassitarie, l’alkekengi è anche in grado di combattere i parassiti intestinali. Le bacche contengono anche fisalina, una sostanza utile a contrastare gli stati febbrili.

Controindicazioni

Non sono segnalate controindicazioni o casi di tossicità, a meno che non vi siano particolari problemi di iper sensibilità legati all’individuo.

Unica accortezza, meglio non consumare le bacche se si stanno assumendo farmaci diuretici.

Calorie

100 grammi di bacche di alkekengi hanno una resa di 53 calorie.

Curiosità

Acquista i semi di alkekengi

Amazon

Questo frutto è molto utilizzato nella medicina popolare dove si presume abbia proprietà utili nella cura dei calcoli renali.

Grazie alla particolarità ed al colore dei suoi calici, la pianta viene anche utilizzata a scopo decorativo.

In Giappone le sue bacche vengono utilizzate durante una festa sacra che in italiano si chiama festa delle lanterne.

In Colombia, un decotto preparato con le sue foglie, viene usato come diuretico ed anti asmatico.

Grazie alla presenza di pectina, l’alkekengi è l’ideale per la preparazione di marmellate e gelatine.

Nei suoi trattati di medicina, Dioscoride li consigliava per curare l’epilessia.

Le bacche alkekengi si possono consumare fresche, essiccate ed anche candite. Vanno colte e consumate quando completamente mature. Se acerbe possono risultare tossiche per alcuni soggetti.

Alkekengi o alchechengi: Proprietà e Benefici