Home / Altea (Althaea officinalis): Proprietà e Benefici

Altea (Althaea officinalis): Proprietà e Benefici

Altea (Althaea officinalis)

L’altea, nome botanico Althaea officinalis, è una pianta officinale appartenente alla famiglia delle Malvaceae. La pianta, oltre ad essere utilizzata per le sue proprietà terapeutiche, viene anche usata a scopo ornamentale ed è commestibile.

Altea (Althaea officinalis): Proprietà e benefici

L’altea è una pianta a carattere perenne con grandi fiori rosa che sbocciano alla fine dell’estate. Per uso terapeutico vengono usate soprattutto le radici. In alcuni casi si usano anche le foglie ed i fiori. La pianta è diffusa in gran parte dell’Europa, in Francia e Germania in particolare e cresce in modo spontaneo nei luoghi umidi.

Composizione Chimica

La radice dell’altea contiene il 6 % di ceneri, il 12,1 % di proteine e l’1,7 % di grassi. Ha un buon contenuto di mucillagini che varia in base al periodo di raccolta. In genere la percentuale varia dall’ 11 al 35 %.ed è composta principalmente da xilani e glucosio. La radice contiene inoltre il 37 % di amido, l’11 % di pectine, flavonoidi, acido vanillico, asparagina, oli volatili, tannini, zuccheri, cellulosa, cumarine, polisaccaridi e fitosteroli.

Aminoacidi: valina, treonina, metionina, isoleucina, leucina, lisina, fenilalanina, istidina, arginina e glutammina.

Altea: Proprietà e Benefici

Antinfiammatoria

Recenti studi suggeriscono che la pianta è utile nel trattamento degli stati infiammatori a livello cutaneo. È possibile trarre benefici dall’altea in caso di eczemi, acne e dermatiti da contatto. Per questo uso la pianta va applicata esternamente.

Benefici alla Pelle

L’applicazione esterna dell’altea ha anche altri benefici oltre a quelli antinfiammatori. Le sue proprietà infatti aiutano a ridurre il gonfiore ed hanno un effetto anti invecchiamento sulla pelle. La sua applicazione rallenta l’invecchiamento cellulare a livello di epidermide. È inoltre molto efficace nei confronti della guarigione delle ferite, delle ustioni e delle cicatrici.

Proprietà Digestive

L’altea viene anche impiegata per regolare la digestione e per prevenire problemi come il reflusso gastroesofageo ed il bruciore di stomaco.

Acquista radice di altea

Cavità Orale

Gli estratti della pianta sono usati tradizionalmente per dare sollievo in caso di irritazione delle mucose della bocca e della gola. Estratti di radice vengono impiegati per contrastare la tosse, in particolar modo quella secca e per le infiammazioni in bocca.

Salute dei Capelli

L’olio estratto dall’ Althaea officinalis ha proprietà utili alla salute dei capelli. Nel corso dei secoli la pianta è stata usata per rafforzare la struttura dei capelli. Le mucillagini presenti nell’olio infatti aiutano ad eliminare i batteri cattivi ed a regolare quelli buoni sul cuoio capelluto.

L’olio viene principalmente consigliato in caso di cuoio capelluto secco e pruriginoso. Il suo utilizzo infatti permette di mantenere il cuoio capelluto idratato al punto giusto. In ultimo, tra le sue proprietà c’è quella anti caduta e rinvigorente.

Problemi Respiratori

Per uso interno, nella medicina popolare, l’altea è stata usata per curare i problemi respiratori. Tra i benefici riscontrati nell’uso della pianta c’è la sua proprietà espettorante che aiuta ad espellere il muco. In particolare l’altea può essere usata un caso di:

Bronchite

In caso di bronchite la pianta esercita un’attività antibatterica, lenitiva ed espettorante. Per questo fine si può utilizzare la seguente preparazione: mettere 100 gr di radici di altea a macerare in un litro d’acqua per 24 ore. Bollire in seguito per qualche minuto, filtrare ed aggiungere mezzo chilo di zucchero. Mescolare bene fino allo scioglimento dello zucchero.

Bere mezza tazza del composto la sera prima di andare a letto.

Asma

Un infuso di radici secche apporta benefici (permette di respirare meglio) in caso di asma. L’infuso si ottiene mettendo un cucchiaio di radici secche in una tazza di acqua bollente per 10 minuti. Bere 2 tazze al giorno.

Tosse

L’altea è un rimedio ampiamente riconosciuto per il trattamento della tosse. Le sue proprietà emollienti ammorbidiscono gli alveoli mentre le proprietà antinfiammatorie calmano l’irritazione delle vie aeree. In questo caso si usa sempre un infuso di radici secche nella misura di 2 bicchieri al giorno.

Altea (Althaea officinalis): Proprietà e benefici

Apparato Urinario

L’ Althaea officinalis si è rivelata utile anche nel trattamento dell’irritazione del tratto urinario.

Reni

La pianta è adatta per il trattamento della nefrite. Riduce l’infiammazione dei reni, li disinfetta e ne calma il dolore. Per questo scopo si mette in infusione un cucchiaio di fiori secchi in una tazza di acqua bollente. I fiori vanno lasciati riposare per 3 ore. Una volta filtrato il tutto se ne bevono 2 tazze al giorno.

Infiammazione della Vescica

In caso di cistite e di infiammazione si può usare sempre l’infuso di cui sopra.

Diarrea e Costipazione

Regola l’intestino e si rivela utile sia in caso di stitichezza che di diarrea. I tannini sono efficaci nel trattamento della diarrea mentre le mucillagini sono utili per la stitichezza.

Memoria

L’altea è ricca di colina, un composto molto importante per la trasmissione degli impulsi nervosi e per il buon funzionamento della memoria. Chi ha problemi di memoria può provare a mettere in infusione un cucchiaio di fiori secchi e foglie secche in una tazza d’acqua per 10 minuti. Da bersi 2 tazze al giorno.

Controindicazioni

L’altea è considerata una pianta estremamente sicura. Ad oggi infatti non sono stati riscontrati effetti collaterali con il suo uso. Tuttavia in alcune persone la sua assunzione può determinare un calo degli zuccheri nel sangue.

In alcuni casi l’ Althaea officinalis può interferire con l’assorbimento dei farmaci. Chi assume farmaci dovrebbe prendere l’altea 6 ore prima o 6 ore dopo l’assunzione di farmaci.

Curiosità

L’altea è conosciuta anche con altri nomi: ibisco, bismalva, malvavischio e malvaccione. In lingua inglese la pianta è conosciuta con il nome Marshmallow. Questo si deve al fatto che quando questa caramella venne inventata conteneva gli estratti dell’ Althaea officinalis.

Le foglie, i fiori e le radici dell’ Althaea officinalis hanno proprietà medicinali.

Nella medicina popolare la pianta ed i suoi componenti sono stati utilizzati a scopo terapeutico per trattare diverse patologie. Alla pianta si attribuiscono proprietà antinfiammatorie, diuretiche, lassative, emollienti, espettoranti, ringiovanenti e calmanti.

L’altea è una pianta selvatica commestibile. Con le foglie giovani si possono preparare gustose insalate mentre i boccioli dei fiori e le radici si possono friggere. Anche in epoca romana l’altea veniva regolarmente consumata. Pare che consumata con aglio e burro dia il meglio di sé.

Altea (Althaea officinalis): Proprietà e Benefici

Disclaimer:

Questa non è una testata medica, le informazioni fornite da questo sito hanno scopo puramente informativo e sono di natura generale, esse non possono sostituire in alcun modo le prescrizioni di un medico o di altri operatori sanitari abilitati a norma di legge. Le nozioni sulle posologie, le procedure mediche e le descrizione dei prodotti presenti in questo sito hanno un fine illustrativo e non consentono di acquisire la necessaria esperienza e manualità per la loro pratica o il loro uso. Se ti sono state prescritte delle cure mediche ti invito a non interromperle né modificarle, perché tutti i suggerimenti che trovi su www.mr-loto.it devono essere sempre e comunque confrontati con il parere del tuo medico curante.