11/08/2013  -  Mr.Loto
La Ghiandola Pineale
Questo sito utilizza la Creative Commons License l Privacy l Author Mr. Loto
I feed di Mr. Loto
I feed di Mr. Loto
.....................................................
.....................................................
.....................................................
.....................................................
.....................................................
UTILITA' PC
CATEGORIE
.....................................................
I POST PIU' LETTI
.....................................................
.....................................................
.....................................................
.....................................................
Segui via Email
Segui su facebook
Segui su Google Plus
Segui su Twitter
Contattami
Tutti i post di Mr.Loto
Home Page
La ghiandola pineale, anche conosciuta come epifisi, è una ghiandola situata in una zona molto protetta  al centro del cranio che da sempre ha ricoperto un ruolo importantissimo nella storia dell'umanità. La ghiandola pineale, il cui scopo principale è quello di produrre la melatonina, un ormone responsabile del sonno, ha anche molte altre proprietà non ancora del tutto note.
La ghiandola pineale ha una struttura cellulare molto simile a quella dell'occhio, per questo ed altri motivi, viene anche chiamata "terzo occhio". Infatti si ritiene che la ghiandola pineale, che normalmente non usiamo al massimo delle sue potenzialità ( chiusa ), possa venire attivata, aperta, tramite la meditazione permettendoci così di poter comprendere meglio la realtà che ci circonda e non solo. La ghiandola pineale si suppone sia anche il luogo in cui si materializzano visivamente i nostri sogni.
Un altro aspetto molto importante che interessa la ghiandola pineale, riguarda la sua produzione di DMT, una sostanza psichedelica in grado di portare gli individui ad avere esperienze extratemporali/dimensionali, tipiche dei sogni.
La ghiandola pineale, grande più o meno come una ciliegia, ha la forma di una piccola pigna, da cui deriva il nome "pineale"; è molto interessante notare come nell'iconografia di molte civiltà che hanno abitato la terra compaia l'immagine della pigna. L'immagine della pigna, probabilmente una metafora della ghiandola pineale,  compare in molti bassorilievi già nel 4.000 a.C. nella civiltà Sumera, in quella Babilonese il dio Thamus viene rappresentato con in mano una pigna, il dio Shiva Induista e Buddha, vengono raffigurati con una pettinatura a forma di pigna, in Vaticano esiste il "cortile della pigna", dove è collocata la scultura di una pigna enorme di bronzo e così via.
Probabilmente la ghiandola pineale, o terzo occhio, ricopre un ruolo molto importante nell'organismo umano; sembrerebbe che una ghiandola pineale attiva sia in grado di ampliare la nostra capacità di comprendere la realtà e sorprendentemente, a quanto pare, questo gli antichi lo sapevano già. Se così fosse sarebbe interessante scoprire se l'attivazione della ghiandola pineale dipende da una nostra scelta o se invece è la conseguenza di qualcosa che ancora non conosciamo.
La ghiandola pineale
Il blog di Mr.Loto
I feed di Mr. Loto
Ricerca sul Web