17/02/2014  -  Mr.Loto
Unione e Separazione
Questo sito utilizza la Creative Commons License l Privacy l Author Mr. Loto
I feed di Mr. Loto
I feed di Mr. Loto
.....................................................
.....................................................
.....................................................
.....................................................
.....................................................
UTILITA' PC
CATEGORIE
.....................................................
I POST PIU' LETTI
.....................................................
.....................................................
.....................................................
.....................................................
Segui via Email
Segui su facebook
Segui su Google Plus
Segui su Twitter
Contattami
Tutti i post di Mr.Loto
Home Page
Quando l'esercito romano si trovava a combattere una battaglia la prima mossa consisteva in un lancio serrato di giavellotti sui nemici; questo consentiva di danneggiarli, ma anche, e soprattutto, di creare una separazione tra i fanti avversari costringendoli ad allontanarsi gli uni dagli altri, indebolendoli. La fanteria romana, al contrario, restava unita creando, all'occorrenza,  una vera e propria struttura di uomini completamente coperta dagli scudi che, avanzando in completa unione con forza, vinse moltissime battaglie. I romani, insomma, usavano l'unione per combattere e la separazione per sconfiggere.
La storia insegna che i potenti sono sempre stati consapevoli del fatto che l'unione fa la forza e, proprio per questo motivo, al fine di mantenere i loro privilegi, hanno spesso usato diversi sistemi di separazione tra il popolo, per renderlo meno unito e coeso e, quindi, più debole e manipolabile.
Ad oggi, nulla è cambiato e, con i mezzi di informazione che abbiamo a disposizione, non riesco a capire come queste tecniche di separazione possano ancora funzionare. A livello individuale è evidente che di solito, invece di cercare l'unione con le persone che ci circondano, chissà perché, tendiamo a cercare sempre la separazione: tifa una squadra diversa, è di un paese diverso, è di una religione diversa etc.
Sotto il profilo sociale la questione diventa ancora più evidente e, ahimè, controproducente. Nella politica i partiti sono la massima espressione di questa separazione: invece di cercare l'unione di menti diverse per trovare idee atte al bene comune, si perde tempo a litigare in difesa di un simbolo o di un esponente politico; la separazione è all'ordine del giorno, ci si preoccupa se al potere ci sono "loro", quelli considerati nemici, o "noi" quelli dei quali si sente di far parte. In realtà, arrivati a questo punto della nostra storia umana, dovremmo essere in grado di cercare l'unione combattendo tutti insieme per la giustizia e l'onestà, abbandonando i concetti ormai vuoti di "destra" e "sinistra".
E mi viene in mente una frase di Reagan che una volta disse: "La nostra ossessione per l'antagonismo del momento, ci fa dimenticare spesso quanto uniti devono essere tutti i membri dell'umanità. Forse abbiamo bisogno di una lezione ( … ). Penso a come le nostre differenze planetarie potrebbero facilmente dissolversi, se dovessimo affrontare una battaglia con una forza aliena esterna a questo pianeta".
Dobbiamo davvero sperare in un'ipotetica minaccia aliena per annientare la separazione e trovare l'unione tra esseri umani?
Unione e separazione
Ricerca sul Web
Il blog di Mr.Loto
I feed di Mr. Loto