Cachi: Proprietà e Benefici

Cachi

I cachi sono deliziosi frutti autunnali con interessanti proprietà organolettiche, il loro consumo può apportare alcuni benefici alla salute, vediamo quali


I cachi sono il frutto della Diospyros kaki, una pianta appartenente alla famiglia delle Ebenaceae. Si tratta di frutti nutrienti dotati di buone proprietà antiossidanti. (1) Attualmente nel mondo ne esistono circa 400 specie.

Cachi proprietà e benefici
Cachi: proprietà e benefici

Sebbene originaria della Cina, Taiwan e Myanmar, la coltivazione dei cachi è fortemente aumentata in molte aree del mondo come la regione mediterranea, l’Italia in particolare. Il maggiore produttore mondiale di cachi è la Cina, con il 72,3% della produzione mondiale. (2)

Indice

I cachi, grazie alle loro proprietà organolettiche, vengono tradizionalmente utilizzati per scopi medicinali in Cina e Corea. (3) Diversi studi hanno riportato le proprietà farmacologiche e il profilo dei costituenti di varie parti di questa pianta. (4, 5, 6)

Ci sono prove che i frutti e i suoi componenti, hanno una potente attività antitumorale contro le cellule tumorali umane. (7, 8)

Grazie alla loro ricca fitochimica, i cachi sono considerati efficaci nel mitigare il danno ossidativo indotto dai radicali liberi. La richiesta di cachi è in aumento a causa della consapevolezza dei consumatori riguardo al loro potenziale nei confronti della promozione della salute.

L’assunzione di sostanze fitochimiche dipende molto dal consumo di frutta e verdura. Questi prodotti alimentari forniscono uno scudo contro varie minacce fisiologiche grazie alla presenza di antiossidanti, cioè polifenoli, carotenoidi e tocoferoli. (9) Vediamo ora nel dettaglio i valori nutrizionali dei cachi.

Cachi Composizione Chimica

Composizione chimica per 100 grammi di polpa
Acqua g 80,3
Carboidrati g 18,6
Proteine g 0,6
Grassi g 0,2
Zuccheri g 12,5
Fibre g 3,6
Ceneri g 0,3
Omega 3 g 4
Omega 6 g 39
Minerali
Calcio mg 0,8
Ferro mg 0,2
Magnesio mg 9
Fosforo mg 17
Potassio mg 161
Sodio mg 1
Zinco mg 0,1
Rame mg 0,1
Manganese mg 0,4
Selenio mcg 0,6
Vitamine
Vitamina A IU 1627
B3 mg 0,1
B6 mg 0,1
Vitamina C mg 7,5
Vitamina E mg 0,7
Vitamina J mg 7,6
Vitamina K mcg 2,6
Folati mcg 8

Fonte: Nutritiondata

Aminoacidi: acido aspartico e acido glutammico, alanina, arginina, cistina, glicina, fenilalanina, istidina, isoleucina, leucina, lisina, prolina, metionina, serina, tirosina, triptofano e valina.

Non sono solo i frutti però ad avere proprietà terapeutiche, anche le foglie infatti contengono composti con attività salutari. Nelle foglie e nei frutti sono prevalenti alcuni componenti come ad esempio le proantocianidine, i flavonoidi, i tannini, gli acidi fenolici e la catechina. (10, 11)

Calorie

100 gr di cachi forniscono 70 kcal.

Cachi: Proprietà e Benefici

Antinfiammatori

Uno studio molto recente condotto sui roditori suggerisce che i cachi hanno proprietà antinfiammatorie. (12)

I ricercatori ritengono che le catechine antiossidanti presenti nei frutti abbiano proprietà antinfettive, antinfiammatorie e antiemorragiche. (13)

Antiossidanti

La birra è una bevanda popolare e rappresenta la quinta bevanda più consumata al mondo. Un singolare studio ha analizzato le proprietà antiossidanti della birra dopo l’aggiunta di cachi maturi durante la preparazione.

I campioni di birra preparati con questo frutto hanno mostrato potenziali antiossidanti significativamente elevati e aumentati. (14)

Anche i polifenoli presenti nelle foglie, inclusi kaempferolo, quercetina e catechina, dimostrano una potente attività antiossidante. (15)

Cachi a Fette Essiccati Biologici Crudi, Raw Organic - 250Gr - Frutta Secca Disidratata, Prodotto Italiano Coltivato in Trentino, senza Zuccheri - Cachi e Diabete

Tasto Amazon

Tumori

I carotenoidi e i flavonoidi sono tra gli antiossidanti naturali che hanno eccellenti capacità di eliminare i radicali liberi. (16) Questi componenti bioattivi possono ridurre il danno al DNA causato da vari fattori genotossici . (17)

I carotenoidi e le catechine hanno anche proprietà antitumorali contro varie linee di cellule cancerose. (18, 19)

Salute del Cuore

Come sappiamo, nel mondo occidentale le malattie cardiache sono la principale causa di morte. La regolare assunzione di cachi è efficace nel ridurre il colesterolo con conseguenti benefici per la salute cardiovascolare. Questo grazie alla presenza nei cachi di composti bioattivi che possiedono proprietà ipolipemizzanti e antiossidanti. (20, 21)

Secondo gli studi poi, le fibre, i minerali e gli oligoelementi essenziali presenti nel frutto possono prevenire l’aterosclerosi coronarica e le sue complicanze. (22, 23)

In alcuni paesi asiatici le foglie vengono utilizzate nelle formulazioni del tè per curare l’ipertensione.

Diabete

Grazie alle loro preziose proprietà organolettiche, questi frutti possono contribuire in modo fondamentale nella prevenzione e nella cura del diabete mellito. Uno studio giapponese, ad esempio, ha rilevato che i composti presenti nelle foglie del kaki possono ridurre i livelli di zucchero nel sangue. (24)

Il frutto, come abbiamo visto, è ricco di antiossidanti, una proprietà che può essere sfruttata per controllare le complicanze del diabete. (25) Inoltre i cachi possono migliorare le risposte infiammatorie nella soppressione del diabete, grazie alla loro capacità di eliminare i radicali liberi. (26)

Per approfondire l’argomento puoi visionare questo articolo.

Vista

Questi frutti hanno un buon contenuto di vitamina A, un composto essenziale per la vista. (27) Contengono inoltre luteina e zeaxantina, due carotenoidi antiossidanti benefici per la vista.

Le diete ricche di questi due composti possono ridurre il rischio di alcune malattie legate agli occhi. (28)

Uno studio su 100.000 persone ha rilevato che chi consumava maggiori quantità di luteina e zeaxantina aveva un rischio inferiore del 40% di sviluppare la degenerazione maculare legata all’età. (29)

Le Varietà di Cachi

Cachi: Proprietà e benefici

I cachi hanno in comune tra loro una polpa morbida e cremosa dal sapore molto dolce ad eccezione dei cachi vaniglia che hanno invece una polpa soda e croccante, molto simile a quella delle mele.

Come accennato in precedenza, esistono circa 400 specie di questo frutto. Tra questi, Diospyros kaki, Diospyros virginiana, Diospyros oleifera e Diospyros lotus, rivestono un’importanza significativa.

Le varietà più conosciute in Italia sono il Loto di Romagna, il caco Fuyu, il Kawabata, Vaniglia della Campania ed i Suruga.

Curiosità

La pianta del kaki è molto resistente alle avversità per cui non necessita di particolari attenzioni dal punto di vista dei trattamenti antiparassitari.

Si possono cogliere quando già maturi ma in questo caso vanno consumati il prima possibile perché non si possono conservare a lungo nemmeno in frigorifero.

È bene consumarli quando sono maturi al punto giusto in quanto, se ancora acerbi, sono molto allappanti.

Il legno fornito dalla pianta del kaki è molto duro e resistente. Per questo motivo viene utilizzato per la fabbricazione di oggetti molto robusti come ad esempio le mazze da golf.

La pianta si adatta molto bene all’area mediterranea per cui è molto diffusa nel nostro paese. È molto facile infatti trovarne alcuni nei giardini di molte città.

La pianta del kaki vive in media 30/40 anni.

Il nome scientifico della pianta, Diospyros kaki, tradotto in italiano significa cibo degli dei.

Cachi: Proprietà e Benefici

Disclaimer:

Questa non è una testata medica, le informazioni fornite da questo sito hanno scopo puramente informativo e sono di natura generale, esse non possono sostituire in alcun modo le prescrizioni di un medico o di altri operatori sanitari abilitati a norma di legge. Le nozioni sulle posologie, le procedure mediche e le descrizione dei prodotti presenti in questo sito hanno un fine illustrativo e non consentono di acquisire la necessaria esperienza e manualità per la loro pratica o il loro uso. Se ti sono state prescritte delle cure mediche ti invito a non interromperle né modificarle, perché tutti i suggerimenti che trovi su www.mr-loto.it devono essere sempre e comunque confrontati con il parere del tuo medico curante.

Back to top button