Cachi: Proprietà e Benefici

Cachi proprietà

Secondo la ricerca scientifica i cachi hanno una gamma di composti con proprietà utili alla salute. Consumare regolarmente questi frutti apporta diversi benefici alla salute, vediamo quali.


Cachi

cachi, sono il frutto della pianta Diospyros kaki, appartenente alla famiglia delle Ebenacee. L’albero è originario dell’Asia orientale e può raggiungere un’altezza di 15 metri. Grazie alla sua abbondanza di antiossidanti e di sostanze nutritive è stato soprannominato dai greci il frutto divino.

Cachi: Proprietà e benefici

I cachi sono presenti in diverse varietà ma la più diffusa e coltivata è appunto la Diospyros kaki, anche nota come la pianta dei cachi giapponesi.

Le piante dopo il quarto anno di vita cominciano a produrre i frutti che giungono a maturazione nel periodo autunnale, ad ottobre/novembre. In questo periodo la pianta rimane quasi completamente spoglia delle foglie e la loro buccia diventa di un colore arancione acceso.

La sua coltivazione è una delle più antiche e risale a circa 2.000 anni fa ad opera dei contadini cinesi.

Indice

Le prime coltivazioni di cachi in Italia risalgono ai primi anni del ‘900 e riguardano la parte meridionale della penisola da dove poi si diffusero nelle altre regioni. Oggigiorno quelli più pregiati sono quelli siciliani che vengono anche esportati in molti paesi esteri.

Composizione Chimica

Composizione chimica per 100 grammi di cachi
Acqua g 80,3
Carboidrati g 18,6
Proteine g 0,6
Grassi g 0,2
Zuccheri g 12,5
Fibre g 3,6
Ceneri g 0,3
Omega 3 g 4
Omega 6 g 39
Minerali
Calcio mg 0,8
Ferro mg 0,2
Magnesio mg 9
Fosforo mg 17
Potassio mg 161
Sodio mg 1
Zinco mg 0,1
Rame mg 0,1
Manganese mg 0,4
Selenio mcg 0,6
Vitamine
Vitamina A IU 1627
B3 mg 0,1
B6 mg 0,1
Vitamina C mg 7,5
Vitamina E mg 0,7
Vitamina J mg 7,6
Vitamina K mcg 2,6
Folati mcg 8

Fonte: Nutritiondata

Aminoacidi: acido aspartico e acido glutammico, alanina, arginina, cistina, glicina, fenilalanina, istidina, isoleucina, leucina, lisina, prolina, metionina, serina, tirosina, triptofano e valina.

Calorie   

100 gr di cachi forniscono 70 kcal.  

Cachi: Proprietà e Benefici

Energetici

Il caco, grazie all’alto contenuto di zuccheri e potassio, è un frutto molto energetico. Grazie a questa proprietà è in grado di apportare benefici a chi soffre di stress psicofisico e di inappetenza.

Contengono zuccheri semplici che, essendo molto facili da assorbire, forniscono energia immediata. Risultano quindi utili in caso di attività sportive o altre attività in cui si ha un grande dispendio di energie.

Colesterolo

Come risaputo alti livelli di colesterolo LDL nel sangue sono pericolosi per la salute. Uno studio del 2013 suggerisce che il consumo di questo frutto potrebbe aiutare a ridurre i livelli di colesterolo. Nello studio, ai partecipanti al test sono state somministrate fibre dei cachi 3 volte al giorno per 12 settimane. Alla fine del test i partecipanti hanno sperimentato una riduzione significativa del colesterolo LDL.

Tale proprietà è stata confermata da uno studio israeliano condotto sui ratti.

Gastrite

cachi hanno anche proprietà utili a chi soffre di gastrite in quanto possono essere consumati senza alcun rischio. Non sono un frutto acido e, una volta ingeriti, la loro polpa ammorbidisce l’effetto dei succhi gastrici. Utile per gli individui sofferenti di gastrite.

Rafforzano il Sistema Immunitario

Contengono vitamina C e provitamina A le quali apportano benefici al sistema immunitario in termini di protezione e rafforzamento.

Salute della Pelle

Anche la pelle riceve benefici dall’assunzione dei cachi, infatti la presenza di vitamina C e di licopene aiuta la pelle a rimanere elastica e tonica. Con la sua polpa si può preparare una maschera di bellezza per il viso con proprietà toniche e ringiovanenti. Per preparare la maschera è sufficiente cospargere la polpa matura di cachi sulla pelle del viso per una decina di minuti per poi risciacquare.

Cachi: proprietà e beneficii

Antiossidanti

I cachi contengono anche composti antiossidanti come i flavonoidi ed i polifenoli. Tra questi evidenziamo la presenza dell’acido betulinico, un composto con proprietà anti tumorale. La vitamina C è un’altra sostanza ad attività antiossidante. La sua assunzione contribuisce ad aumentare la resistenza dell’organismo contro gli attacchi degli agenti virali. Aiuta inoltre a contrastare l’attività dei radicali liberi.

Gli studi confermano che gli antiossidanti possono proteggere l’organismo da malattie come i tumori, il diabete e le patologie cardiache. Il caco, come appena visto, è effettivamente ricco di antiossidanti utili alla nostra salute.

Uno studio pubblicato su Preventive Nutrition and Food Science ci informa che nel frutto sono presenti acido gallico ed epicatechina in quantità abbondante. I due composti, secondo la ricerca scientifica, sono potenti antiossidanti.

Antinfiammatori

Nel frutto sono presenti anche le catechine, sostanze note i loro effetti anti infiammatori, anti infettivi ed anti emorragici (prevengono il sanguinamento dei vasi sanguigni). Anche il loro contenuto di antiossidanti e tannini ha effetti benefici sull’infiammazione.

Uno studio del 2017 condotto su animali trattati con tannini derivati dai cachi ha rilevato che questi composti riducono efficacemente i marker infiammatori.

Uno studio della durata di 8 settimane condotto su persone obese ha rilevato che l’integrazione di 500 mg di vitamina C 2 volte al giorno, riduce l’infiammazione. Ci sono inoltre altri studi che confermano che la vitamina C ha effetti benefici nei confronti dell’infiammazione. (3, 4)

Gli studi suggeriscono che oltre alla vitamina C anche altri composti presenti nei cachi, come la vitamina E, i flavonoidi ed i carotenoidi, combattono l’infiammazione.

Digestione

Hanno un buon contenuto di fibre alimentari, una singola porzione fornisce quasi il 20 % del fabbisogno giornaliero. La fibra aiuta l’organismo a lavorare il cibo in modo più efficace. Stimola la motilità intestinale ed aumenta la secrezione di succhi gastrici.

La sua assunzione serve quindi anche a prevenire episodi di costipazione e di diarrea. Mangiare regolarmente questa frutta di stagione regolarizza il sistema digestivo e previene il tumore al colon retto.

Uno studio del 2012 conferma che la fibra è efficace nell’aumentare la motilità intestinale e la frequenza delle feci nei soggetti con stipsi.

Pressione Sanguigna

Il potassio è un oligoelemento presente in buone quantità in questo frutto. Ha proprietà vasodilatatrici, ovvero rilassando i vasi sanguigni permette un maggior afflusso di sangue in varie parti del corpo. La conseguenza è un abbassamento della pressione arteriosa. Il suo consumo è quindi consigliato a chi ha problemi di pressione alta e per proteggere il cuore in generale.

Ci sono inoltre diversi studi che suggeriscono che l’acido tannico potrebbe essere efficace per abbassare la pressione sanguigna

Uno studio del 2015 condotto sui ratti ad esempio ha dimostrato che l’acido tannico ha contribuito ad abbassare la pressione.

Allo stesso risultato è giunto un altro studio pubblicato su Life Sciences. Diversi studi condotti su animali  dimostrano che l’acido tannico e l’acido gallico, entrambi presenti nei cachi, sono efficaci nel trattare l’ipertensione. (1, 2)

Circolazione Sanguigna

Oltre ad abbassare la pressione i cachi apportano benefici anche alla circolazione del sangue. Il buon contenuto di rame infatti è essenziale per la produzione di globuli rossi. Un aumento dei globuli rossi nella circolazione sanguigna ha diverse proprietà benefiche. Migliora la funzione cognitiva, il tono muscolare, la riproduzione cellulare e per i livelli energetici del corpo.

Salute del Cuore

Le malattie cardiache sono la principale causa di morte nel mondo. Una dieta malsana può rappresentare un fattore di serio rischio per il cuore. I nutrienti presenti nel caco rendono questo frutto un potenziale alleato per mantenere il cuore in salute.

I cachi contengono flavonoidi antiossidanti e, secondo la ricerca, adottare una dieta ricca di flavonoidi è un fattore associato ad un ridotto rischio di malattie cardiache.

Uno studio condotto su 98.000 persone ha riscontrato che chi consumava più flavonoidi aveva un rischio inferiore del 18 % di morte per problemi cardiaci rispetto a chi consumava meno flavonoidi.

Secondo un altro studio le diete ricche di flavonoidi possono sostenere la salute del cuore riducendo la pressione sanguigna, l’infiammazione ed il colesterolo LDL.

Benefici alla Vista

È stato dimostrato che i composti antiossidanti presenti nei cachi apportano benefici alla vista. Gli studi dimostrano che la vitamina A e la zeaxantina rallentano la degenerazione maculare, la cataratta e la cecità al crepuscolo.

Secondo uno studio del 2016  diete ricche di luteina e zeaxantina possono ridurre il rischio di malattie agli occhi, inclusa la degenerazione maculare.

Un altro studio condotto su più di 100.000 persone ha scoperto che chi assumeva più grandi quantità di luteina e zeaxantina aveva un rischio ridotto del 40 % di sviluppare la degenerazione maculare.

La ricerca scientifica ci informa che la cecità al crepuscolo e gli occhi asciutti sono sintomi di carenza di vitamina A. Secondo uno studio del 2016 la vitamina A è un componente essenziale della rodopsina, una proteina necessaria alla vista.

Altre Proprietà

La presenza di vitamine e di betacarotene (nota sostanza antiossidante) rallenta l’invecchiamento delle cellule e rende questo frutto indicato per chi soffre di acne, infiammazione della prostata, bambini, anziani e donne con ciclo mestruale doloroso.

Cachi: proprietà e benefici

Le Varietà di Cachi

I cachi hanno in comune tra loro una polpa morbida e cremosa dal sapore molto dolce ad eccezione dei cachi vaniglia che hanno invece una polpa soda e croccante molto simile a quella delle mele.
Le varietà più conosciute sono il Loto di Romagna, il caco Fuyu, il Kawabata, Vaniglia della Campania ed i Suruga.

Curiosità

La pianta dei cachi è molto resistente alle avversità per cui non necessita di particolari attenzioni dal punto di vista dei trattamenti antiparassitari.

Il caco ha proprietà benevole nei confronti di tosse e singhiozzo.

Negli Stati Uniti i cachi vengono usati per preparare i dolci, le torte soprattutto. In molte parti dell’Asia invece si usano le foglie della pianta per preparare il tè. In Giappone il caco è il frutto nazionale.

Si possono cogliere quando già maturi ma in questo caso vanno consumati il prima possibile in quanto non si possono conservare a lungo nemmeno in frigorifero.

Al contrario si possono cogliere quando ancora acerbi per poi farli maturare pian piano in ambiente domestico. Per farli maturare più in fretta si possono mettere insieme a pere e mele le quali rilasciano etilene.

È bene consumarli quando sono maturi al punto giusto in quanto, se ancora acerbi, sono molto allappanti.

Il legno fornito dalla pianta del caco è molto duro e resistente e per questo motivo viene utilizzato per la fabbricazione di oggetti molto robusti come ad esempio le mazze da golf.

Questa pianta si adatta molto bene all’area mediterranea per cui è molto diffuso nel nostro paese; è molto facile infatti trovarne alcuni nei giardini di molte città.

La pianta dei cachi vive in media 30/40 anni.

Il nome scientifico della pianta, Diospyros kaki, tradotto in italiano significa cibo degli dei.

Controindicazioni

A causa del loro alto contenuto di zuccheri i cachi sono sconsigliati a chi soffre di diabete ed alle persone obese.

Per il resto non si riscontrano problemi, il frutto maturo può essere consumato anche dalle donne in gravidanza. Le reazioni allergiche sono molto rare.

Cachi: Proprietà e Benefici

Ultimo aggiornamento 08/11/2017

Disclaimer:

Questa non è una testata medica, le informazioni fornite da questo sito hanno scopo puramente informativo e sono di natura generale, esse non possono sostituire in alcun modo le prescrizioni di un medico o di altri operatori sanitari abilitati a norma di legge. Le nozioni sulle posologie, le procedure mediche e le descrizione dei prodotti presenti in questo sito hanno un fine illustrativo e non consentono di acquisire la necessaria esperienza e manualità per la loro pratica o il loro uso. Se ti sono state prescritte delle cure mediche ti invito a non interromperle né modificarle, perché tutti i suggerimenti che trovi su www.mr-loto.it devono essere sempre e comunque confrontati con il parere del tuo medico curante.

Close