Home / Crescione: Proprietà e Benefici

Crescione: Proprietà e Benefici

Crescione: Proprietà e Benefici

Il crescione o crescione d’acqua, nome scientifico Nasturtium officinale, è una pianta a carattere perenne e appartenente alla famiglia delle Crocifere.

La pianta cresce spontanea lungo i torrenti ed i corsi d’acqua fresca, predilige le zone paludose e le superfici d’acqua caratterizzate da un flusso lento.

Crescione proprietà e benefici

Il crescione è caratterizzato da buone proprietà aromatiche e da un sapore piuttosto acidulo, con una punta di piccante. La pianta, conosciuta fin dai tempi antichi, era considerata un toccasana per la salute dai romani, i quali le attribuivano anche proprietà afrodisiache.

Il crescione è facile da coltivare e la sua semina avviene in primavera. Ha foglie verdi con piccoli fiori bianchi che si sviluppano durante l’estate. Può essere coltivato anche in vaso, l’importante è mantenere il terreno sempre umido.

Grazie alle sue proprietà organolettiche, se mangiato regolarmente ma senza esagerare, il crescione può essere considerato una medicina preventiva. È utile per gli scompensi legati alla tiroide, le malattie cardiovascolari, alcuni tipi di tumore ed i danni cellulari.

Composizione Chimica

Contiene il 95,2 % di acqua, il 2,3 % di proteine, l’1,3 % di zuccheri, l’1,7 % di ceneri, lo 0,5 % di fibre alimentari, e lo 0,1 % di grassi.

I minerali: potassio, calcio, fosforo, rame, magnesio, zinco, manganese, ferro e selenio.

Le vitamine: vitamina A, vitamine B1, B2, B3, B5, B6, vitamina C, E, e K. Il crescione contiene inoltre folati alimentare, beta-carotene, luteina e zeaxantina.

Aminoacidi: alanina, arginina, fenilalanina, cistina, istidina, glicina, isoleucina, leucina, lisina, metionina, prolina, serina, tirosina, treonina e valina.

Crescione Proprietà e Benefici

Antitumorale

Uno studio pubblicato sull’American Journal of Clinical Nutrition, sostiene che i fitonutrienti presenti in questa verdura, come ad esempio gli isotiocianati, sono utili nella prevenzione del tumore al seno. Nell’articolo viene dimostrato che la pianta è efficace nel ridurre i danni al DNA.

Lo studio ha preso in considerazione dei fumatori di sigarette a cui sono stati somministrati 85 gr di crescione fresco al giorno. I pazienti hanno visto diminuire del 22 % i danni cellulari. Agli stessi risultati è giunto uno studio del 2007 condotto presso l’University of Ulster.

Antiossidanti

Gli studi suggeriscono che le sostanze responsabili dei benefici sono i composti amari e la gluconasturtiina in particolare. Questo composto è responsabile del gusto piccante del crescione.

I benefici antitumorali sono imputabili anche alla presenza di composti con proprietà antiossidanti come il beta-carotene, i folati, le vitamine, la luteina e la zeaxantina.

Il buon contenuto di composti antiossidanti fa di questo vegetale un ottimo alleato per contrastare l’attività nociva dei radicali liberi.

Gli antiossidanti sono inoltre utili per ridurre il tasso di colesterolo cattivo LDL nel sangue. Queste proprietà contribuiscono a ridurre il rischio di sviluppare malattie cardiovascolari come ad esempio l’arteriosclerosi.

Tiroide

La sua assunzione ha dimostrato effetti benefici nei confronti della salute della tiroide. I benefici si sono dimostrati maggiori quando il crescione è stato consumato crudo o cotto al vapore.

Depressione

Recenti studi hanno evidenziato come una carenza di folati aumenti sensibilmente il rischio di depressione. L’aggiunta nella dieta di alimenti ricchi di folati può ridurre il rischio di sviluppare questa patologia.

Gravidanza

Il folato è molto importante per il corretto sviluppo dell’embrione. È stato calcolato che nelle donne in gravidanza un apporto giornaliero di 400 mcg di folato è in grado di ridurre il rischio di difetti al tubo neurale. Il crescione, con il suo alto contenuto di folato, aiuta a ridurre il rischio dell’insorgere di questa complicazione nei nascituri.

Cataratta

Uno studio europeo suggerisce che il giusto apporto di vitamina C potrebbe essere d’aiuto nella prevenzione dell’insorgere della cataratta.

Ossa

Il crescione d’acqua ha un altissimo contenuto di vitamina K, 100 grammi di questa pianta forniscono il 200 % del fabbisogno giornaliero di questa vitamina.

Apparato Respiratorio

Ha proprietà espettoranti, antivirali, antipiretiche ed è molto adatto per il trattamento delle malattie dell’apparato respiratorio. Raffreddore,  bronchite e tosse con catarro ne sono un esempio. Per il trattamento di queste patologie si può utilizzare il succo fresco di steli, foglie e sommità fiorite.

Anoressia

Contiene composti stimolanti per l’appetito come in particolare, lo zinco e la gluconasturtiina che stimolano la mucosa gastrointestinale a produrre secrezioni gastriche, con conseguente aumento dell’appetito.

Pelle

Utilizzato esternamente il crescione può curare eventuali problemi della pelle. Le sue foglie applicate sulle ferite favoriscono la guarigione e le proteggono dalle infezioni.

La stessa cosa si può fare con i foruncoli e le irritazioni della pelle. Queste capacità sono da ricondursi alla vitamina C ed allo zinco, due composti con proprietà antisettiche, curative e rigenerative della pelle.

Altri Benefici

È stato dimostrato che il consumo regolare di quest’erba è in grado di prevenire l’osteoporosi, l’anemia e la carenza di vitamina A. Si ritiene che sia anche in grado di prevenire le malattie cardiovascolari ed alcuni tipi di tumore, come quello al colon, al seno ed alla prostata.

Crescione proprietà e benefici

Calorie

100 grammi di crescione forniscono 11 calorie.

Controindicazioni

La pianta non deve essere somministrata a persone con problemi di gastrite, ulcera gastrica, ulcera intestinale. Nemmeno a chi ha problemi di reni o di cistifellea. Un uso eccessivo del crescione d’acqua può portare a problemi di irritazione della vescica o dei reni.

Curiosità

Crescione: proprietà e beneficiIl crescione, a parità di peso, contiene più vitamina C delle arance, più calcio del latte e più ferro delle spinaci.

In Inghilterra, negli ultimi dieci anni, la vendita al dettaglio di crescione è più che raddoppiata.

In cucina si presta ad essere consumato in svariati modi: crudo in insalata oppure può essere utilizzato per farcire panini e piadine, cotto al vapore come contorno o come ingrediente di zuppe. Può essere utilizzato anche per fare frittate o per preparare deliziose salse. Affinché le sue proprietà organolettiche rimangano invariate, si consiglia di consumarlo crudo.

Ippocrate, il padre della medicina occidentale, era convinto delle proprietà terapeutiche del crescione e sosteneva che esso rappresentava la cura delle cure.

La fitoterapia moderna riconosce a questa pianta le proprietà antinfiammatorie e la considera un buon metodo per purificare il sangue.

Se raccogliete il crescione lungo le rive dei corsi d’acqua, assicuratevi che questi non siano inquinati, in caso contrario le piante potrebbero essere contaminate e trasmettere molte malattie.

In Italia, oltre al crescione d’acqua, è presente anche il crescione d’orto o da giardino, il suo nome scientifico è Lepidium sativum. Le due specie sono abbastanza simili dal punto di vista delle proprietà organolettiche, differiscono principalmente per le percentuali di nutrienti.

Crescione d’acqua proprietà e benefici

Disclaimer:

Questa non è una testata medica, le informazioni fornite da questo sito hanno scopo puramente informativo e sono di natura generale, esse non possono sostituire in alcun modo le prescrizioni di un medico o di altri operatori sanitari abilitati a norma di legge. Le nozioni sulle posologie, le procedure mediche e le descrizione dei prodotti presenti in questo sito hanno un fine illustrativo e non consentono di acquisire la necessaria esperienza e manualità per la loro pratica o il loro uso. Se ti sono state prescritte delle cure mediche ti invito a non interromperle né modificarle, perché tutti i suggerimenti che trovi su www.mr-loto.it devono essere sempre e comunque confrontati con il parere del tuo medico curante.