Entoloma lividum o Entoloma sinuatum

Funghi Velenosi

Entoloma lividum o Entoloma sinuatum

Fungo velenoso
Velenoso

L’ Entoloma lividum prende il suo nome dalla parola latina lividum che significa livido. La parola sta ad indicare il colore del cappello biancastro con sfumature grigie.

Entoloma lividum

L’ Entoloma lividum è un fungo robusto con cappello biancastro a sfumature grigio cenere a volte tendenti al giallastro. Il suoi diametro può variare dai 5 ai 20 cm. Le lamelle, fitte e inizialmente di color crema diventano in seguito rosa/arancio.

Il gambo, di forma cilindrica e curvato alla base (da qui la parola sinuatum che significa piega) si presenta compatto e duro.

Tossicità 

È un fungo molto tossico in grado di provocare forti disturbi gastrointestinali a chi lo ingerisce. Normalmente è segnalato solamente come tossico. Sono stati però segnalati anche casi mortali legati ad abbondante ingestione del fungo o a particolari condizioni fisiche.

Contiene sostanze tossiche che danneggiano il fegato e le mucose dello stomaco. I sintomi si possono manifestare entro pochi minuti dall’ingestione fino a 6, 7 ore dopo. I sintomi sono possibile nausea, vomito, diarrea, mal di testa, vertigini e difficoltà respiratorie.

L’avvelenamento da Entoloma lividum può essere letale. Non solo quando se ne ingeriscono grandi quantità, ma anche se viene somministrato ad anziani e bambini o a persone in condizioni fisiche non ottimali.

Habitat 

 

L’ Entoloma lividum cresce nei boschi di latifoglie con preferenza di querce, faggi, e castagni. Lo si trova spesso in gruppi di 3, 4 funghi o più. Compare in estate e più raramente anche in autunno. Predilige terreni argillosi anche se si sviluppa su qualsiasi terreno purché sia umido.

Il fungo cresce anche disposto in forme circolari che rappresentano i cosiddetti circoli delle streghe.

Curiosità 

Entoloma lividum

Per il suo aspetto molto invogliante e per la sua somiglianza con specie commestibili in Francia l’ Entoloma lividum viene chiamato il perfido. È importante, per chi è solito cercare e raccogliere funghi, saper ben riconoscere questo fungo molto pericoloso.

Quando giovane il fungo ha un buon profumo di farina ed è molto accattivante. Assomiglia molto e viene spesso confuso con il Clitocybe nebularis, un fungo tossico che viene spesso ugualmente consumato.

Un altro fungo facilmente confondibile con l’ Entoloma lividum è la Calocybe gambosa un fungo considerato eccellente in molte zone d’Italia.

Altro fungo commestibile con cui è possibile confonderlo è l’Hygrophorus penarius, un fungo da molti considerato ottimo. Attenzione anche all’ Entoloma sepium, fungo commestibile previa cottura e molto simile all’ Entoloma lividum.

Entoloma lividum o Entoloma sinuatum

Attenzione:

La classificazione dei funghi e della loro relativa commestibilità vanno affidate a micologi esperti o al personale specializzato degli enti sanitari competenti. Informazioni errate o atteggiamenti superficiali in merito potrebbero arrecare gravi danni da intossicazione o avvelenamenti anche mortali. Non consumare funghi se non si ha l’assoluta certezza della loro commestibilità. Le immagini riportate sul sito www.mr-loto.it sono puramente indicative, si tenga presente che gli stessi funghi da un anno all’altro o da un luogo ad un altro possono presentarsi sotto forme e sfumature di colori leggermente diverse.

Close