Hydnum repandum – Steccherino dorato

Hydnum repandum o Steccherino dorato

Funghi Commestibili

Hydnum repandum – Steccherino Dorato

Lo steccherino dorato, nome scientifico Hydnum repandum, è un fungo commestibile molto apprezzato quando ancora giovane. Quando il fungo invecchia assume un sapore amaro e risulta difficile da digerire.

Fungo Hydnum repandum - Steccherino dorato
Fungo Hydnum repandum – Steccherino dorato

L’Hydnum repandum ha un cappello molto carnoso, dapprima depresso, può assumere forma piana e poi convessa. Le sue dimensioni variano dai 5 ai 17 cm circa mentre il suo colore va dal giallo dorato al giallo pallido, quasi bianco.

Lo steccherino dorato non ha lamelle ma aculei fragili e discendenti sul gambo. Il loro colore è bianco quando il fungo è giovane, assumono in seguito il colore del cappello.

Il gambo, che può raggiungere un’altezza di 10 cm, è pieno e compatto. Dapprima di color bianco, quando adulto assume lo stesso colore degli aculei e del cappello.

La carne del fungo è bianca e fragile, diventa giallognola quando a contatto con l’aria. Il suo odore è molto delicato, quasi assente. Il sapore è un po’ acidulo negli esemplari giovani diventa amaro negli adulti.

Habitat dello Steccherino dorato

Fungo Hydnum repandum o Steccherino dorato
Hydnum repandum

Il fungo è molto comune nei boschi di latifoglie e di conifere dove cresce in estate ma in modo più abbondante in autunno. A  volte forma cerchi oppure gruppi disordinati. Lo si trova quasi in tutt’Italia. Gli esemplari che crescono nel centro Italia raggiungono spesso dimensioni ragguardevoli.

Nelle zone del sud Italia, dove d’inverno la temperatura non scende mai sotto lo zero, è possibile imbattersi in questi funghi anche ad inverno inoltrato.

Commestibilità Hydnum repandum

Fungo Hydnum repandum - Steccherino dorato

Come accennato in precedenza è un buon fungo commestibile anche se questo dipende molto dall’età del fungo. Gli esemplari giovani infatti sono i migliori mentre quelli vecchi sono da evitare.

Bisogna tuttavia sottolineare che le opinioni in merito alla bontà del fungo sono spesso diverse e contrarie tra loro. C’è chi sostiene che sia  un fungo mediocre e chi un fungo di buona qualità. Come sempre determinati pareri sono molto soggettivi per cui dipendono dai gusti degli interessati.

Curiosità 

 

L’Hydnum repandum viene spesso confuso dai meno esperti con i più famosi finferli (Cantharellus cibarius). Questi ultimi però sono facilmente riconoscibili grazie alla presenza di pseudo lamelle sotto al cappello. Lo steccherino dorato invece ha gli aculei. In questo caso fortunatamente la confusione non genera nessun problema in quanto i finferli sono degli ottimi funghi commestibili.

È opinione comune che prima di consumare lo steccherino dorato sia buona norma privarlo degli aculei che possono essere piuttosto amarognoli.

Il nome comune steccherino con cui l’ Hydnum repandum viene spesso chiamato, si deve alla presenza degli aculei sotto al cappello.

Il nome latino deriva invece da repandus che significa piegato in alto.

Hydnum repandum o Steccherino dorato

Attenzione:

La classificazione dei funghi e della loro relativa commestibilità vanno affidate a micologi esperti o al personale specializzato degli enti sanitari competenti. Informazioni errate o atteggiamenti superficiali in merito potrebbero arrecare gravi danni da intossicazione o avvelenamenti anche mortali. Non consumare funghi se non si ha l’assoluta certezza della loro commestibilità. Le immagini riportate sul sito www.mr-loto.it sono puramente indicative, si tenga presente che gli stessi funghi da un anno all’altro o da un luogo ad un altro possono presentarsi sotto forme e sfumature di colori leggermente diverse.

Close