Marasmius oreades – Gambesecche

Funghi Commestibili 

Marasmius oreades – Gambesecche

Il Marasmius oreades, conosciuto anche con il nome di gambesecche, è un fungo di piccole dimensioni. È caratterizzato da un cappello sottile e delicato. È un fungo molto comune in Italia dove è possibile trovarlo per gran parte dell’anno in tutta la penisola.

Marasmius oreades - gambesecche

Il cappello del Marasmius oreades misura in genere dai 2 ai 6 cm di diametro. È sottile e poco carnoso, il suo colore può variare dal color marroncino nocciola al rosa scuro. Con l’invecchiamento il suo colore si fa più chiaro.

Le lamelle sono rade e sottili, di color crema quando giovani. Tendono al rosa marroncino quando il fungo invecchia.

Il gambo è pieno, ha forma cilindrica, è elastico e stopposo. Il colore va dal biancastro al marroncino nocciola, spesso ha lo stesso colore del cappello. La sua lunghezza va dai 3 agli 8 cm.

La sua carne è bianca, di odore gradevole simile a quello delle mandorle e dal gusto dolce.

Habitat Marasmius oreades 

Il Marasmius oreades cresce in tutt’Italia dalla primavera fino all’inizio dell’inverno. Lo si trova in mezzo all’erba dei prati, nella zone boschive ai margini dei fossi e dei sentieri. I funghi gambesecche crescono sempre in numerosi gruppi, a volte disposti in cerchio, a volte in lunghe file ed a volte a zig zag.

Marasmius oreades - gambesecche
Marasmius oreades – gambesecche

Commestibilità

Il Marasmius oreades è un fungo commestibile molto apprezzato in molte zone d’Italia ed ancora di più in Francia. Per la raccolta si prediligono gli esemplari giovani, il cappello in particolare. Il gambo invece, che è duro e difficile da digerire, viene scartato.

I funghi gambesecche si prestano ad essere cucinati in molto modi ma danno il meglio di sé quando vengono essiccati. Da freschi sono l’ideale per la preparazione di frittate.

Marasmius oreades Curiosità

È un fungo immarcescibile, ovvero che non marcisce. Una sua caratteristica particolare infatti è che se si prende un esemplare secco e lo si bagna con l’acqua, questo riprende la sua consistenza ed il suo profumo originale.

Può essere scambiato dai meno esperti con il fungo velenoso mortale Galerina marginata. Quest’ultimo però ha un cappello tendente al rosso ed un gambo dotato di anello. Il Marasmius oreades ne è invece sprovvisto.

Può anche essere confuso con altri funghi molto velenosi appartenenti al genere Lepiota, Inocybe e Clitocybe. Se non si è più che sicuri di quello che si fa, è d’obbligo far visionare i funghi a personale esperto.

Un altro fungo con cui può essere confuso è il Mycena haematopus, anche se questo non è particolarmente velenoso come il precedente.

Il nome latino deriva dal greco marasmòs che significa deperito e da orèades che significa ninfa dei boschi.

Il profumo del Marasmius oreades è dovuto principalmente alla presenza di acido cianidrico.

Marasmius oreades o Gambesecche

Attenzione:

La classificazione dei funghi e della loro relativa commestibilità vanno affidate a micologi esperti o al personale specializzato degli enti sanitari competenti. Informazioni errate o atteggiamenti superficiali in merito potrebbero arrecare gravi danni da intossicazione o avvelenamenti anche mortali. Non consumare funghi se non si ha l’assoluta certezza della loro commestibilità. Le immagini riportate sul sito www.mr-loto.it sono puramente indicative, si tenga presente che gli stessi funghi da un anno all’altro o da un luogo ad un altro possono presentarsi sotto forme e sfumature di colori leggermente diverse.

Close