Leccinum aurantiacum – Porcinello Rosso

Funghi Commestibili

Leccinum aurantiacum – Porcinello Rosso

Il Leccinum aurantiacum è un buon fungo commestibile appartenente alla famiglia delle Boletaceae. Nel linguaggio popolare il suo nome è porcinello rosso. Il nome deriva dal termine latino aurantiacum che significa aranciato. Questo termine ovviamente fa riferimento al colore del suo cappello.

Leccinum aurantiacum - Porcinello rosso nel sottobosco
Leccinum aurantiacum – Porcinello rosso

Prima che il fungo prendesse il nome di Leccinum aurantiacum veniva classificato come Boletus rufus. Il porcinello rosso è comunque un buon fungo commestibile anche se è poco conosciuto dai più.

Aspetto

Il cappello ha forma sferica regolare e può raggiungere i 20 cm di diametro. È ricoperto da una sottile ed asciutta cuticola di colore rosso arancio. Le sue tonalità possono comunque variare in relazione al clima ed all’habitat.

L’imenoforo è composto da tubuli lunghi e biancastri che con il passar del tempo virano verso il grigio.

Il gambo, che ha forma cilindrica, è pieno e slanciato, e può misurare fino a 30 cm di altezza. Il suo colore è bianco ed è ornato da squame che con l’invecchiamento diventano scure.

La carne è compatta e tenera, il suo colore è bianco ma, una volta tagliata, diventa grigio rosa o celestina nel gambo. L’odore è delicato ed il suo sapore è gradevole.

Habitat

Il porcinello rosso cresce solitario e gregario nei boschi di latifoglie ed in quelli di conifere. Lo si può quindi trovare nelle vicinanze di betulle, ontani, pioppi, querce e faggi. Fa la sua comparsa in estate fino all’autunno in gran parte della nostra penisola.

Commestibilità del Leccinum aurantiacum

Il Leccinum aurantiacum è un buon fungo commestibile ma va cotto prima di consumarlo. Il gambo è piuttosto duro e fibroso per cui se ne sconsiglia il consumo.

Coppia di porcinelli rossi in mezzo all'erba

La carne del porcinello rosso diventa quasi nera durante la cottura ma per questo non perde la sua buona digeribilità. A causa di questa sua caratteristica non è molto indicato per essere essiccato.

Curiosità

Il Leccinum aurantiacum può essere confuso con il L.vulpinum che però ha il cappello più scuro. Il fungo tuttavia è commestibile per cui non ci sono rischi per la salute. Per il suo aspetto comunque il porcinello è facilmente identificabile e non confondibile con altri funghi velenosi.

I Leccinum rossi sono composti da molte specie, tutte simili tra loro e tutte commestibili. Si differenziano tra loro in particolar modo per l’habitat in cui crescono.

Altri nomi con cui è conosciuto il porcinello rosso:

  • Leccino
  • Gamba grigia
  • Rossino
  • Bedolin
  • Porcinello aranciato
  • Rufus
  • Crava

Leccinum aurantiacum – Porcinello Rosso

Attenzione:

La classificazione dei funghi e della loro relativa commestibilità vanno affidate a micologi esperti o al personale specializzato degli enti sanitari competenti. Informazioni errate o atteggiamenti superficiali in merito potrebbero arrecare gravi danni da intossicazione o avvelenamenti anche mortali. Non consumare funghi se non si ha l’assoluta certezza della loro commestibilità. Le immagini riportate sul sito www.mr-loto.it sono puramente indicative, si tenga presente che gli stessi funghi da un anno all’altro o da un luogo ad un altro possono presentarsi sotto forme e sfumature di colori leggermente diverse.

Back to top button